Una voce difforme sulla politica estera degli StatI Uniti

Il nostro nemico non è la Cina, non è la Russia, ma il complesso militare industriale. Chi sta guidando questo Paese è la macchina da guerra, di certo non è Joe Biden. E voglio ricordare a tutti che gli Stati Uniti sono i terroristi del mondo. Ci siamo insediati in Medio Oriente negli ultimi 20 anni, ora stiamo facendo la guerra per procura in Ucraina, che abbiamo provocato noi, la Nato (…) per fare in modo che Germania e Russia non si uniscano mai. Ed è per questo che abbiamo fatto saltare il gasdotto Nord Stream.

Si tratta di egemonia, imperialismo, economia. Perché stanno lì per rubare risorse naturali di un altro paese, mentre tutti gridano quanto Putin sia cattivo per aver invaso l’Ucraina.
Gli Stati Uniti stanno occupando un terzo della Siria. E di quale terzo si tratta? È il terzo che ha il petrolio”

In pochi e fulminei passaggi, il comico Jimmy Dore riassume tutta la linea geopolitica statunitense

Fonte: Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM