Una nuova iniziativa dell’Occidente: formare una “NATO per la vaccinazione” e boicottare i vaccini russi

L’Occidente sta cercando di creare una “NATO per la vaccinazione” in cui circoleranno liberamente solo alcuni tipi di vaccini di origine americana ed europea, mentre i vaccini russi e cinesi saranno esclusi per motivi politici, ha detto a Sputnik un politico greco, ex membro del Parlamento europeo e leader del partito. Grecia – seconda svolta “Notis Marias.

Un professore all’Università di Creta, dove insegna l’assetto istituzionale dell’Unione europea, ritiene che un nuovo tipo di vaccino venga imposto alla società tramite le direttive della UE.

Secondo lui, da quando la seconda ondata di pandemia “sta facendo migliaia di morti, i governi e i media del sistema presentano un nuovo tipo di vaccino contro il virus corona presentandolo come “un dono dal cielo” , considerando pazzi coloro che non sono d’accordo o addirittura osano fare domande e porre questioni”.

“Oltre ai vaccini corona” convenzionali (non genetici ) “, come il vaccino russo, la Commissione europea sta attualmente” sviluppando un nuovo vaccino basato sull’RNA delle informazioni “. Secondo un professore di farmacologia clinica presso l’Università Aristotele di Salonicco, “non è nemmeno un vaccino nel senso classico del termine, ma qualcosa di completamente nuovo”. “Questo prodotto è essenzialmente un RNA artificiale sintetico del virus corona”, ha detto Marias.

Secondo lui, i cittadini sono estremamente preoccupati per il fatto che le prime vaccinazioni di massa non verranno eseguite con l’ausilio del “vaccino convenzionale”, ma con l’uso di un nuovo tipo di vaccino, che ha superato tutte le fasi di test in un tempo estremamente breve e ha ricevuto l’autorizzazione dalle autorità statali.

Vaccino Russo Sputnik V

“La Gran Bretagna ha già dato il via libera al nuovo vaccino e l’UE si sta preparando a rilasciare un permesso condizionale perché ritiene che i benefici del nuovo vaccino contro covid 19 superino i rischi”, ha detto il politico.
Marias ritiene che sia necessario preparare immediatamente informazioni imparziali dalla Grecia sul nuovo tipo di vaccino e un dialogo a cui parteciperanno gli scienziati, presentando l’intero spettro di approcci scientifici.

Vaccini geopolitici
Il professore sottolinea la necessità di porre fine all’esclusione dei vaccini per motivi politici.

“Gli approcci unilaterali dovrebbero essere interrotti quando si scelgono i vaccini contro il virus corona e l’esclusione del vaccino dovrebbe essere interrotta per ragioni politiche. Il vaccino contro il covid 19 ha acquisito un’enorme dimensione geopolitica che influisce sugli equilibri di potere internazionali. “Oltre alla NATO militare ed economica, l’Occidente sta ora cercando di formare una ‘Vaccination Alliance’ – uno spazio in cui circoleranno liberamente solo alcuni vaccini di origine americana ed europea, con la simultanea esclusione di vaccini russi e cinesi”, ha sottolineato il politico.
A suo avviso, ciò trova conferma nel comunicato della Commissione europea, in cui si afferma che “il governo ungherese ha il diritto di approvare l’uso del vaccino russo ‘Sputnik V’ , che però non può essere venduto in altri Paesi Ue ” .

Militari dell’Esercito Serbo riceveranno il vaccino russo Sputnik V

Allo stesso tempo, ritiene che i produttori di vaccini debbano essere ritenuti responsabili delle conseguenze dell’uso dei vaccini e “per qualsiasi effetto collaterale che potrebbe verificarsi in termini di salute di coloro che sono stati vaccinati nei prossimi 30 anni”.

“Questo è di cruciale importanza , perché sempre più vengono annunciati che le multinazionali che si occupano di vaccinazioni , riescono a ottenere la liberazione da ogni responsabilità civile e penale per i potenziali effetti collaterali del nuovo vaccino”. Va ricordato che la legislazione americana, supportata da una legge senza precedenti e dalla decisione della Corte Suprema del 2011, ha sostanzialmente già fornito l’immunità alle multinazionali in termini di vaccini “, ha sottolineato Marias.

Trasparenza e diritto di scelta
Parlando dei contratti per la fornitura di vaccini firmati dall’UE, il politico greco ha affermato che è necessaria la piena trasparenza riguardo a tali accordi.

“Facendo riferimento alla clausola sulla riservatezza dei relativi accordi, la Commissione Europea rifiuta di divulgarli e propone ai membri del Parlamento Europeo di studiarli individualmente, con l’obbligo di non divulgare quanto scoprono”, ha aggiunto.

A suo avviso, è anche necessario garantire che non ci sarà alcun conflitto di interessi tra scienziati americani e organismi europei di licenza. A questo proposito, afferma che l’esperienza mostra che tali connessioni spesso esistono.

“Poiché la vaccinazione non è stata dichiarata obbligatoria, qualsiasi discriminazione ed esclusione da parte dello Stato e del settore pubblico di coloro che rifiutano di essere vaccinati – dovrebbe essere vietata”, ha sottolineato l’interlocutore dell’agenzia.

Marias ha aggiunto che non dovrebbe esserci alcuna vaccinazione obbligatoria e che i cittadini dovrebbero avere il diritto di scegliere liberamente tra un vaccino convenzionale e un nuovo tipo di vaccino.
“È anche necessario autorizzare i vaccini russi e cinesi se soddisfano i requisiti”, ha sottolineato.


Nota: La campagna di discredito già iniziata contro il vaccino russo dimostra che gli interessi collegati alle grandi multinazinali come Pfizer e AtraZeneca sono prevalenti nei governi occidentali che temono la concorrenza del vaccino russo (di tipo tradizionale), visto che questo viene già prenotato in parecchie nazioni del mondo, incluso in Europa (Ungheria, Serbia) e da ultimo ha ottenuto prenotazioni di milioni di dosi in Latino America da parte del Messico e dell’Argentina. Una battaglia a colpi di propaganda negativa, sanzioni e ostacoli all’odozione di vaccini diversi da quelli prodotti dalle multinazionali del Big Pharma occidentale.

Fonte: Sputnik News

Traduzione e nota: Luciano Lago

2 Commenti
  • Teoclimeno
    Inserito alle 19:31h, 13 Dicembre Rispondi

    Vogliono l’esclusiva perché i vaccini di Big Pharma sfoltiscono meglio.

  • rossi
    Inserito alle 20:11h, 13 Dicembre Rispondi

    ormai solo un minorato mentale non si può accorgere della vera natura dell’occidente, imperativo deoccidentalizzarsi!!!

Inserisci un Commento