Una notte calda ha visto bombardate le basi americane illegali nella Siria orientale

Le basi illegali americane nella Siria orientale sono state sottoposte a pesanti bombardamenti per la seconda notte consecutiva, e il corrispondente del canale Al-Alam ha dichiarato che gli attacchi missilistici hanno preso di mira sia le basi dei giacimenti petroliferi di Koniko che di Al-Omar.

Inoltre funzionari Usa hanno parlato del ferimento di un soldato americano nel nuovo bombardamento, portando a sette il numero dei soldati americani feriti nelle ultime due notti, oltre all’uccisione di un contractor americano .

Nel dettaglio, una notte calda è stata testimoniata dalle basi illegali americane nella Siria orientale , dopo che il bombardamento missilistico ha riversato su di essa le sue esplosioni per la seconda notte consecutiva .

Fonti locali siriane affermano che i bombardamenti hanno preso di mira entrambe le basi dei giacimenti petroliferi di Koniko e Al-Omar, tra il rumore delle esplosioni, seguito da un intenso volo di aerei da guerra statunitensi e da un’escalation di fuoco nel cielo delle due basi .

Mentre le forze statunitensi stanno ancora lavorando alla valutazione di vittime e danni, funzionari statunitensi hanno affermato che venerdì notte due siti delle forze statunitensi sono stati presi di mira direttamente, uno con missili e l’altro con droni, affermando che solo un soldato americano è rimasto ferito, aumentando il numero di soldati americani che sono rimasti feriti in attacchi contro le forze. Nelle ultime due notti nella Siria orientale, sette soldati sono stati uccisi, oltre all’uccisione di un appaltatore americano .

I media americani, tra cui Fox News, hanno rivelato che ci sono stati diversi feriti tra l’esercito americano a seguito degli attacchi di venerdì notte, alcuni dei quali potrebbero essere gravi .

La contraddizione nelle dichiarazioni Usa sulle vittime è emersa anche con la smentita del coordinatore per le comunicazioni strategiche del Consiglio di sicurezza nazionale alla Casa Bianca, John Kirby, dell’esistenza di vittime tra i soldati americani .

Attacco base USA

Commentando questi attacchi, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden del Canada ha annunciato che il suo paese non cerca un conflitto con l’Iran, il giorno dopo che il Pentagono ha ritenuto le forze alleate iraniane responsabili degli attacchi che hanno colpito i suoi soldati in Siria nella notte tra giovedì e venerdì .

Il Pentagono ha aggiunto, in una precedente dichiarazione, che le sue forze hanno lanciato attacchi aerei a Deir Ezzor su siti che sosteneva fossero di forze filo-iraniane, con il pretesto di un attacco mortale, lanciato da un drone, che si stima fosse iraniano, sul base di Kharab al-Jeer.

Nella campagna nord-orientale di Al-Hasakah tuttavia, fonti siriane leali e dell’opposizione hanno confermato che i bombardamenti hanno preso di mira depositi di grano e cibo e un centro per lo sviluppo rurale.

In risposta alle dichiarazioni americane, il Centro consultivo iraniano in Siria ha avvertito Washington che le forze iraniane e siriane avrebbero risposto se i loro centri e le loro forze fossero stati presi di mira sul territorio siriano, sottolineando che l’occupazione americana ha effettuato, all’alba di venerdì notte, un’aggressione contro Deir Ezzor, prendendo di mira punti civili contenenti negozi di generi alimentari e centri di servizio, provocando sette martiri e sette feriti innocenti.

Fonte: Al Alam.ir

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM