Una fonte per Al-Mayadeen: Teheran ha ottenuto un elenco di professionisti dei media stranieri e israeliani che sono stati corrotti da Netanyahu

Una fonte della sicurezza iraniana conferma ad Al-Mayadeen che Teheran ha ottenuto informazioni che rivelano un elenco di professionisti dei media americani, europei e israeliani che ricevono tangenti dall’ufficio del primo ministro dell’occupazione, Benjamin Netanyahu.
Una fonte della sicurezza iraniana ha confermato ad Al-Mayadeen , oggi, mercoledì, che Teheran ha ottenuto informazioni private che rivelano un elenco di professionisti dei media stranieri che ricevono tangenti dall’ufficio del primo ministro dell’occupazione, Benjamin Netanyahu.

La fonte ha detto ad Al-Mayadeen che l’elenco “comprende professionisti dei media europei, americani e israeliani”, spiegando che tutte le loro informazioni e gli importi ricevuti provenivano direttamente dall’ufficio di Netanyahu.

La fonte ha rivelato che le informazioni segrete provenivano dall’ufficio di Netanyahu tramite una memoria elettronica, sottolineando che includevano file segreti su personaggi politici israeliani contrari a Netanyahu e loro foto personali.

La fonte della sicurezza iraniana ha sottolineato che tutte le foto personali e i file segreti israeliani sono ora presso le autorità di sicurezza iraniane e che “potrebbero pubblicarli in un secondo momento”.
Queste dichiarazioni arrivano dopo che il ministro iraniano dell’intelligence, Ismail Khatib, ha annunciato pochi giorni fa di aver sventato una serie di tentativi di omicidio pianificati contro un certo numero di studiosi sunniti, ufficiali della Guardia rivoluzionaria iraniana e giudici, spiegando che dovevano essere attuati sabato scorso per fomentare odio tra comunità e le differenze nazionali e settarie in Iran.

A metà settembre l’assistente politico e di sicurezza del governatore del Kurdistan iraniano, Mehdi Ramadani, ha annunciato di aver sventato un attentato al padre della giovane iraniana, Mahsa Amini , e i piani per l’attentato coincidevano con la primo anniversario dello scoppio delle rivolte in Iran.

In precedenza, il Ministero della Sicurezza iraniano era riuscito, attraverso la sorveglianza dell’intelligence, ad arrestare 3 leader di gruppi anti-iraniani all’estero , che stavano lavorando contro l’Iran in Germania, Stati Uniti e Gran Bretagna, attraverso operazioni complesse e precise, e sono stati portati nell’Iran.

Il premier israeliano Netanyahu

È interessante notare che il Ministero ha annunciato lo smantellamento di una rete di spionaggio operante per l’intelligence straniera , lo scorso maggio, e di reti terroristiche affiliate a “Israele” lo scorso agosto.
Nota: Presto sapremo anche in Italia quali sono i media e i giornalisti che hanno ricevuto tangenti dal governo Israeliano per nascondere i crimini commessi da Israele contro la Palestina e contro la Siria. Si accettano scommesse.

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

Nota: Luciano Lago

2 commenti su “Una fonte per Al-Mayadeen: Teheran ha ottenuto un elenco di professionisti dei media stranieri e israeliani che sono stati corrotti da Netanyahu

  1. lo diceva la saggia nonna LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE ed è pure scritto sui libri sacri che la menzogna è vista male lassù caro Bibi

  2. È tempo che i servizi segreti siano a difesa dei popoli selezionando i dirigenti politici in modo che vengano eletti alla direzione dei popoli persone sagge che amministrassero con equilibrio l’avvenire dei popoli oggi sono complici di una banda di delinquenti malvagi e cosi pure delle società e imprese, quello che stanno facendo è malvagio e disumano e questo incominciando da Israele, usa e Europa un futuro così come stanno facendo è contro l’uomo chi ha cervello lo usi e occhio lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM