Una Esemplare Risposta della Cina alle accuse di Mike Pence

La CINA risponde a Pence dicendo che gli STATI UNITI dovrebbero preoccuparsi dei loro problemi invece di “fare la morale” agli altri.

Venerdì il governo della Cina ha espresso forte indignazione e forte opposizione a un discorso del vice presidente degli Stati Uniti Mike Pence in cui questi ha distorto intenzionalmente il sistema sociale cinese, i diritti umani e le condizioni religiose e ha criticato le politiche interne ed estere della Cina .

Il portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying ha dichiarato, in una conferenza stampa, che il discorso di Pence di giovedì ha rivelato la sua “pura arroganza e ipocrisia” notando quanto questo era pieno di pregiudizi e bugie politiche.

Il governo cinese difende risolutamente i suoi interessi di sovranità, di sicurezza e di sviluppo. Gli affari di Taiwan, Hong Kong e Xinjiang sono affari puramente interni alla Cina e la Cina non permetterà mai alle forze esterne di interferire, ha detto Hua.

“Consigliamo ad alcuni esponenti americani di guardarsi allo specchio, di riconoscere i propri problemi, di gestire i propri affari, di smettere di dire sciocchezze in tutto il mondo e di finirla con i loro trucchi che non avvantaggiano nessuno il prima possibile”, ha detto Hua.

Nel suo discorso del 24 ottobre, il vicepresidente degli Stati Uniti, Pence, ha intenzionalmente travisato il sistema sociale cinese, i diritti umani e le condizioni religiose e ha criticato le politiche nazionali ed estere della Cina senza motivo. Queste osservazioni, come quelle del suo discorso dello scorso ottobre, sono piene di pregiudizi e bugie politiche e non rivelano altro che la sua arroganza e ipocrisia. La Cina esprime forte indignazione e forte opposizione nei suoi confronti.

Soldati cinesi in parata per anniversario fondazione Repubblica

Da quando la Repubblica popolare cinese è stata fondata 70 anni fa, il popolo cinese, sotto la guida del PCC, ha trovato un percorso di sviluppo coerente con le realtà nazionali del paese e ha fatto passi da gigante per lo stupore del mondo. La Cina ha fatto passi da gigante con i suoi piedi nel trovare le risorse per diventare prospera e forte. Più di 800 milioni di cinesi sono emersi dalla povertà.
La Cina ora ha il reddito medio più alto del mondo. Il tasso di crescita economica della Cina ha guidato le principali economie mondiali e ha contribuito per più di 30 anni consecutivi alla crescita economica globale. La Cina è ora la seconda economia più grande del mondo, la più grande nazione industriale e il più grande commerciante di beni.
La Storia e i fatti hanno dimostrato che il percorso scelto dalla Cina è quello giusto che ha il sostegno e la volontà del popolo cinese. Abbiamo tutta la fiducia in questo percorso e continueremo a ottenere una vittoria maggiore mentre siamo impegnati nel socialismo con caratteristiche cinesi. Nessuna forza potrebbe impedire al popolo cinese e alla nazione di avanzare.

Il criterio più importante sulla situazione dei diritti umani in Cina è quello di verificare se il popolo cinese sia soddisfatto. Mentre il paese avanza a passi da gigante, il popolo cinese ha un senso sempre più forte di felicità e soddisfazione. Il nostro governo attribuisce grande importanza alla protezione e alla promozione dei diritti umani. Negli ultimi quattro decenni di riforme e apertura, la causa dei diritti umani della Cina ha visto enormi progressi che sono stati riconosciuti dal mondo. Il popolo cinese ora gode di diritti e libertà senza precedenti. Questo è un fatto che nessuno può negare, tranne quelli ossessionati dal pregiudizio. Quasi 200 milioni di cinesi praticano varie religioni, di cui oltre 20 milioni sono musulmani.

Il governo cinese salvaguarda risolutamente gli interessi della sovranità nazionale, della sicurezza e dello sviluppo. Le questioni relative a Taiwan, Hong Kong e Xinjiang sono tutte questioni interne alla Cina in cui nessuna forza esterna deve interferire. Una manciata di politici statunitensi guidati da Pence stanno distorcendo i fatti con accuse dilaganti e calunnie per immischiarsi negli affari interni della Cina con l’intento di alterare la stabilità e lo sviluppo della Cina. Tuttavia, proprio come le nuvole scure non possono bloccare la luce solare, le bugie non possono coprire la verità. Il popolo cinese non crede nelle bugie e nella diffamazione del gruppo di potere USA. Non abbiamo paura delle forze del male e qualsiasi tentativo di minare l’unità nazionale cinese, la solidarietà etnica e l’unità sociale non andrà da nessuna parte e sarà respinto dalla storia.

La Cina è impegnata nella riforma e apertura e nella protezione dei diritti di proprietà intellettuale. La nostra politica volta a creare un ambiente favorevole per gli investimenti esteri non cambierà. La nostra politica dedicata alla protezione dei diritti e degli interessi legali delle società straniere non cambierà. Tutte le società straniere che rispettano le leggi e le normative cinesi godono di piena autonomia commerciale nel loro funzionamento. Non esiste una società “coercitiva”.

La politica estera cinese è coerente e al di sopra dei conflitti, come sempre. La Cina persegue una politica estera indipendente di pace, un percorso di sviluppo pacifico, un nuovo tipo di relazioni internazionali e una comunità con un futuro condiviso per l’umanità. La Cina non promuove mai i propri interessi a spese di altri e il suo sviluppo non costituirà mai una minaccia per nessun paese. La Cina non cerca mai l’egemonia o l’espansione. Questo è esattamente il motivo per cui abbiamo così tanti amici in tutto il mondo. I tentativi di alcune persone di etichettare la Cina o di aprire un divario tra la Cina e altri paesi non avranno mai successo. Tali tentativi non porteranno altro che vergogna a quelle stesse persone.

Mentre lui accusava e parlava arbitrariamente di altri paesi, Pence e i suoi simili hanno chiuso gli occhi su gravi problemi interni negli Stati Uniti. Loro hanno cercato di coprire la propria negligenza politica diffamando altri paesi per distogliere l’attenzione del pubblico negli Stati Uniti. Dal programma PRISM alle sparatorie frequenti e gravi, dall’ampia discriminazione razziale all’evidente divario di ricchezza, dalle sanzioni arbitrarie e dall’uso della forza in altri paesi ai dilaganti ritiri dagli accordi e dai trattati internazionali, ci sono molti casi che mostrano quanto gli Stati Uniti siano da notare per mancanza di principi morali e credibilità. Consigliamo ad alcune persone negli Stati Uniti di esaminarsi attentamente allo specchio, di rendersi conto dei propri problemi e di gestire i propri affari.

Famiglie cinesi a Disneyland in Cina

La posizione della Cina sulle relazioni tra Cina e America è coerente e chiara. Le nostre relazioni bilaterali non sono a somma zero, in cui due paesi possono vincere con la cooperazione e perdere con il confronto. Per la Cina e gli Stati Uniti, la cosa giusta è avere rispetto reciproco e cercare un terreno comune. La relazione Cina-Stati Uniti è attualmente in una fase critica. Esortiamo gli Stati Uniti a considerare gli interessi fondamentali sia dei paesi che dei popoli, rispettare la verità, correggere errori e smettere di fare commenti irresponsabili e danneggiare relazioni bilaterali, fiducia e cooperazione. Deve seguire il consenso stabilito dai due leader, agire sul tono di base di coordinamento, cooperazione e stabilità, gestire le differenze con reciproco rispetto,

https://www.checkpointasia.net/china-tells-pence-us-to-mind-its-own-problems/

Fonte: Check Point Asia

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti

  • Maurizio Prati
    27 Ottobre 2019

    Condivido al 100%

  • Ciro
    28 Ottobre 2019

    Lo sviluppo della Cina non costituirà mai una minaccia per nessun paese? Come Hong Kong, Tibet, Macau?
    I diritti umani sono rispettati in Cina? Perché non parlare di come vengono trattati gli uyghur, i praticanti falun gong? Campi di concentramento nel 2019

    • Nicola
      28 Ottobre 2019

      Sig. Ciro lo sa che i dischi fonografici sono quasi scomparsi dal mercato? Ergo i dischi rotti come lei non hanno più uditori!

    • atlas
      29 Ottobre 2019

      Ciro (il piccolo), hai piccole vedute. Se t’interessa veramente il rispetto dei diritti umani è negli usa che devi andare (solo che lì non ci vai, perchè lì il primo poliziotto capitalista negro t’infila un manganello proprio lì e ti sventola come una bandiera)

      a meno che non ti piace vivere felice come ad abu ghaib

  • Franco
    28 Ottobre 2019

    Bei commenti liberi, siete dei veri fan della libertà d’espressione

  • eusebio
    28 Ottobre 2019

    Questi continui attacchi dimostrano che i cinesi devono accelerare il loro possente riarmo, e che devono sostenere economicamente e militarmente i nemici degli USA, in primis Iran e Venezuela.
    L’alleanza tra Russia e Cina deve essere intensificata e rafforzata.

  • Mardunolbo
    29 Ottobre 2019

    Ah,aha,ah! Noto che per odio ai Serpenti Uniti si elogia altra analoga nazione per modi e “DEMOCRAZIA” !
    La Cina ha un sistema governativo di strutturazione asiatica e cinese; ovvero un sistema modulato sulla mentalità cinese che è totalmente serva della concezione “armonica” della società. Il punto è che la “armonia” si verifica solo con obbedienza e sottomissione allo Stato. Infatti il sistema comunista /capitalista poteva sopravivere solo in Cina.
    Non per nulla Rotschild & compagnia si stanno slanciando verso lla Cina, nuova nazione adattissima alla presa “aliena”. Unn connubio comunismo-capitalismo: il meglio che si possa ottenere per controllare la popolazione .
    Nulla da obiettare invece sulle critiche cinesi che l’America dovrebbe guardare i suoi problemi….verissimo !
    Ma sono entrambe nazioni che si contendono una preminenza di ruolo che nessuna dovrebbe avere !

Inserisci un Commento

*

code