APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Una domanda ai media italiani: perche’ tutta questa cattiveria nei confronti dell’Iran?

di Davood Abbasi

“Iran povero”, “Iran senza pane e libertà”, “Iran affamato”, insomma anche dopo la fine delle proteste ed il ritorno dell’ordine, i media italiani non la smettono con quelle che sono pure offese e dimostrazioni di odio nei confronti del popolo iraniano; mi chiedo perchè, deluso e addolorato da tutta questa cattiveria gratuita.

La popolazione iraniana non e’ ne’ “affamata” ne’ “senza pane”, e chi ha viaggiato in Iran puo’ testimoniare che al contrario delle citta’ del “civile” Occidente, si vedono raramente mendicanti o clochard. Infierire sull’Iran e sugli iraniani in un momento in cui c’e’ stata una protesta, che probabilmente per via di infiltrazioni da parte di terroristi e mercenari dei soliti Cia e Mossad ha pure fatto morti, e’ semplicemente vile.

Perche’ tanta voglia di parlare male di un paese che ha sempre amato l’Italia, che ha sempre lottato contro il terrorismo e l’estremismo (vedi la lotta contro l’Isis) e che negli ultimi anni si e’ mostrato un interlocutore serio e affidabile anche per l’Occidente, sulla questione del nucleare, sulla soluzione del problema della Siria e su tanti altri versanti?

Usa, Arabia Saudita, Israele e i soldi

L’unica spiegazione plausibile e’ la solita: i soldi. Francia o Spagna purche’ se magna. E come si dice in Iran, “i gatti non pigliano i topi per l’amore del cielo”.

E cosi’ pare che nello stivale i pennivendoli non manchino.

Il momento di difficolta’ dell’Iran e’ servito a vassalli, valvassini e valvassori di Stati Uniti e Israele in particolare, per aggredire Teheran in tutte le maniere.

Roberto Saviano, che ci ha abituato con le sue nauseabonde dichiarazioni sull’Iran (sarebbe bello capire se il signor Saviano sia mai stato in Iran, se abbia un minimo di cultura sulla politica mediorientale, e se per esempio sia in grado di spiegare la differenza tra sciiti e sunniti) ed ha inneggiato alle proteste accompagnate dalle violenze e dai morti, parlando della “scelta di ragazzi e ragazze iraniani”, ma poi ha ignorato la scelta dei giovani iraniani che sono scesi in strada condannando le violenze ribadendo fiducia al sistema islamico.

Salotti, programmi e trasmissioni radio e tv sono pieni di esuli iraniani, o giornalisti e scrittori iraniani che guarda caso vivono all’estero, soprattutto in America; insomma per fare qualche nome, si va a chiedere a Azar Nafisi’, l’autrice di un libro come “Leggere lolita a Teheran”, una falsita’ dall’inizio fino alla fine, perche’ parte dalla ridicola supposizione che in Iran non sia possibile leggere un romanzo occidentale all’universita’; sarei disposto ad esibire centinaia e migliaia di tesi di master e dottorato fatte su Hemingway, Pirandello, Shakespeare e gli altri grandi della letteratura mondiale, senza certo dover necessariamente condividere le idee degli autori.

Basta passeggiare per la via Enghelab di Teheran, per vedere nella vetrina delle librerie la traduzione persiana dei libri della Fallaci, la biografia di Jennifer Lopez ed insomma, le cose piu’ disparate che non necessariamente si addicono alla tradizione irano-islamica; Azar Nafisi e’ una grandissima bugiarda ma in momenti come questi e’ utile per spargere fango sull’Iran.

Il Foglio, “il Jerusalem Post di Roma”, e’ cosi’ schierato a favore di Israele e cosi’ atroce nei confronti dell’Iran che a noi sembra inutile aggiungere altro su tale quotidiano.

Il Sole 24 ore, in un articolo che ha davvero del surreale, ritiene simili “l’Arabia Saudita e l’Iran”. Insomma, secondo il quotidiano, che tranne Alberto Negri pare non avere piu’ un qualcuno che conosca il Medioriente, il finanziatore e l’ispiratore dell’11 Settembre, di Al Qaeda e dell’Isis, ossia l’Arabia Saudita, sarebbe simile all’Iran. Una nazione che vive solo di petrolio (l’Arabia Saudita) sarebbe simile anche economicamente all’Iran (che e’ dipendente dal petrolio solo per il 25% del Pil). Secondo il quotidiano, una nazione dove c’e’ ancora la monarchia assoluta (l’Arabia Saudita) e’ paragonabile a un Iran che e’ Repubblica dal 1979 (e Repubblica costituzionale dal 1907). Certo, si sa che i sauditi pagano bene e chissa’ che non abbiano fatto un pensierino anche al Sole 24 Ore, chiedendogli di buttarla in caciara e approfittarsi dell’ignoranza generale sul Medioriente, per andare a sostenere che Iran e Arabia Saudita siano simili.

Perche’ la cattiveria contro l’Iran e’ controproducente?

Sono comportamenti pericolosi. Ed io non vorro’ piu’ sentire le lamentele dei paesi occidentali al prossimo attentato dell’Isis (speriamo che non ci sia mai) in Europa. In quelle occasioni, che purtroppo non sono state poche, l’Occidente dice che il mondo islamico dovrebbe isolare gli estremisti.

Chiesa cristiana a Teheran

Grazie mille, ma quando l’Occidente sostiene l’Arabia Saudita, non si ricorda dell’estremismo?

Riyadh ha dato vita ad Al Qaeda, talebani e Isis; documenti ufficiali della commissione dell’11 Settembre hanno dimostrato che ha pure finanziato quell’odioso attentato che ha sconvolto il mondo intero.

Certo, Trump dice di sostenere i sauditi perche’ compreranno oltre 400 miliardi di dollari di armi nei prossimi 10 anni (110 miliardi immediatamente), ma siamo sicuri che si possa barattare la sicurezza e la lotta al terrorismo con l’interesse economico Usa?

E soprattutto, all’Italia e all’Europa conviene fare il gioco sporco per favorire gli interessi Usa?

Non bastano le aziende che sono fallite in Italia per l’embargo ridicolo contro la Russia? Altre aziende italiane ed europee verranno danneggiate questa volta perche’ a Trump non stanno simpatici gli iraniani? Eppure Obama, aveva intrapreso la via del dialogo con Teheran; con lui la pace, si iniziava a intravedere.

Giovanna Botteri, inviata Rai negli Usa, lo ha detto con coraggio ricordando che Donald Trump ha distrutto le speranze di pace dei giovani iraniani; ma e’ stata criticata, anche perche’ dire la verita’, a quanto pare, e’ contro gli interessi di molti.

Io sono profondamente addolorato ed amareggiato, piu’ che dai morti e dagli arresti delle proteste, da chi come Saviano, fingendosi amico dell’Iran, ha offeso il mio paese gettando fango su di esso.

Mi ricordero’ di non comportarmi mai in una maniera cosi’ vile nei confronti dell’Italia, soprattutto se un giorno questa splendida nazione, si trovera’ in difficolta’.

Fonte: Pars Today


Nota:  Non possiamo non manifestare la nostra solidarietà al nobile popolo iraniano ed alla nazione iraniana e prendiamo le distanze dagli scribacchini dei grandi giornali e dagli pseudo intellettuali nostrani, abituali frequentatori dei salotti Tv del “Pensiero Unico”, tutti lacchè al servizio delle centrali di potere atlantiste che oggi dirigono il loro fuoco di accuse contro l’Iran, su istigazione di Washington e Tel Aviv.

Luciano Lago

*

code

  1. claudio 9 mesi fa

    A me va bene tutto l’articolo ma quando mi viene a parlare della botteri allora mi cascano le braccia. Abbasi, informati bene su chi è la botteri, grazie.. quella pur di dare addosso a trump direbbe qualunque cosa. Eppoi, ” con obamerda si intravedeva la pace ” ?? Ma che stai dicendo?? Solo perchè ha fatto un accordo sul vostro nucleare del cazzo allora passate sopra alle migliaia di morti che hanno provocato le guerre iniziate dal keniano alla casa bianca?? Un frocio demmerda con una ” moglie ” trans e due figlie adottate spacciate per sue?? E del fatto che siccome il capo era frocio lo dovevano essere tutti gli occidentali a cominciare dai bambini a scuola ne vogliamo parlare?? E dei fratelli mussulmani invece?? Il fratello è un dirigente della cosca criminale, io non ho dimenticato che dopo le finte elezioni e la caduta di mubarak ste merde tiravano fuori gli sciiti dalle case per linciarli in strada, in una riedizione moderna della questione di danzica.. e voi iraniani?? Avete riattivato il servizio aereo, siete andati di nuovo in egitto ad abbracciare gli assassini dei vostri fratelli. E ve lo dice uno che odia l’imperialismo yankee al servizio dei porci giudei, un fascista che mai abbraccerebbe il nemico invasore e che se fosse il caso si arruolerebbe con hezbollah contro israele. Obama, la pace, la botteri… ma statti zitto che fai più bella figura, qui tutti siamo al corrente della situazione, io non guardo la tv dal 1999, bastava che dicessi: ma quando mai avete visto un iraniano venire in italia con un barcone a rompervi i coglioni?? Quando mai vi abbiamo attaccato militarmente?? Che male vi abbiamo mai fatto per trattarci così?? Poi magari questo se la tira da politico, da ministero degli esteri… svegliati abbasi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 9 mesi fa

      che dire. D’accordissimo; più nella sostanza che nella forma. Sulla Botteri, su Obama (e io vi aggiungo anche Trump), sugli ameri cani, sui porci, sull’ideale Fascista. Ma c’è un’inesattezza. L’Egitto della confraternita di Morshi, che Islamica non è visto che sono stati creati dal servizio di sicurezza britannico nel 1928, breve esperienza negativa di più o meno 48 ore, non ha perseguitato gli sciiti: semplicemente perché in Egitto non ve ne sono. Magari i cristiani copti, il 12%. Io da Sunnita che rigetta wahhabismo e salafismo come giudaismo in realtà non ho nulla contro l’Iran quando nazionalizza tutte le forze prospere del suo Stato e si difende dall’aggressione delle multinazionali. Dio benedica Hizbullah per quanto sta dando in Siria e per quanto da sempre combatte Tel Aviv. Ma nessuno è perfetto: l’Iran appoggia dal 1979 la confraternita in molti paesi arabi, compreso hamas che è creatura dell’entità sionista, esattamente come l’appoggiano in ‘occidente’. Perché sono ‘democratici’ ? L’Islam non ha nulla a che fare con la democrazia. La democrazia è sovranità popolare; nell’Islam la Sovranità è solo del DIO. L’Iran ha a che fare col giudaismo sefardita, quello del pd americ ano, ha anche qualcuno di loro in parlamento. Khomeini arrivò dalla Francia non senza aver preso prima accordi a livello internazionale. Con chi se non con loro ? Io non sono così tollerante, non faccio tanta distinzione tra sionisti e altri diversamente giudei. Sono convinto che il cancro vada estirpato alle radici affinché non si riformi. Muhammad quando li accusò di essere la maggior causa di corruzione sulla terra non nominò sionisti o sefarditi, si riferì a tutti indistintamente. E che dire della guerra a Saddam ? Al Baàth ? Chi offrì il the ai giudei ameri cani quando entrarono in Iraq ? Gli sciiti. Quelli che adesso appoggiano il Baàth di Assad. Booohhh. Fa parte della ‘taqiya’ non fare capire nulla della propria politica ? Si rischia di essere falsi proprio come i giudei, da ‘il foglio’ al sole24ore a Savi ano. Lo scrive uno che la tivvù non la guarda da ben prima del 1999 e che non ha mai votato in vita sua

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. animaligebbia 9 mesi fa

      Una domanda piuttosto ingenua,credere che quello che scrivono questi venduti siano i sentimenti degli italiani e’ da sprovveduti.Ormai i giornali sono talmente pieni di falsita’ che non li legge piu’ nessuno:le edicole stanno chiudendo a catena e gli editori organizzano stampa che va al macero solo per avere i finanziamenti per l’editoria.Nella famosa serie sulle “caste” non si e’ mai scritto sulla casta dei giornalisti o dei magistrati e chiunque viva a Roma sa che i paladini della libera informazione hanno disponibilita’ di prestigiosi appartamenti al centro storico a 100 euro al mese;a qulcuno questi signori dovranno pur ringraziare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Redazione 9 mesi fa

      In effetti quella citazione della Botteri è una nota stonata che è sembrata strana anche a me. Forse l’amico Abbasi non ha le idee del tutto chiare su chi siano gli agenti e lacchè dell’imperialismo USA che oggi si dirige contro il suo paese.
      Saluti
      Luciano Lago

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 9 mesi fa

        Sicuramente è così, luciano.. ed anche la citazione di obama è fuori luogo.. io poi, come ha notato anche atlas, quando scrivo sembra che sto prendendo a pugni le persone, è caratteriale. Non sono un politico, semmai un soldato politico.. non curo la forma, solo il risultato

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 9 mesi fa

          soldato politico ? Alla Franco Freda ? Onore. Franco Freda è personalmente il mio punto di riferimento, la rasserenante gioia dello spirito in un olezzo fetente che difficilmente mi fa respirare normalmente

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. paolo 9 mesi fa

    Perché i media italiani ce l’hanno con L’Iran?
    semplice: perché sono i tirapiedi e i lacchè di paesi fomentatori di terrorismo quali Arabia Saudita, qatar, giordania etc.
    Con i quali il nostro bel paesello fa affari, coi loro soldi ci hanno persino costruito quei pessimi grattacieli a Milano: “La capitale morale d’Itaglia” come qualcuno di loro, in sintonia con l’attuale giunta PD l’ha definita.
    Non c’è da meravigliarsi.
    comunque, tanto percisare, in Egitto gli Sciiti ci sono.
    Sono una minoranza perseguitata e in molti casi fatti oggetto di tortura dagli stessi soldati dell’esecito egiziano.
    https://www.ilfarosulmondo.it/sciiti-egitto/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolo 9 mesi fa
      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giannetto 9 mesi fa

    Traducendo in italiano un magnifico neologismo di Bruno Bertez, uno come Saviano non lo chiamo un “intellettuale”, ma un “plumitivo.”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. leopardo 9 mesi fa

    Risposta: Perché i media, italiani e comunque
    dell’ area occidentale, sono tutti dei pezzi di
    merda autentici, luridi ed obbedienti servitori
    della finanza dei banksters che li mantiene.
    Mi chiedo come questa feccia riesca a guardarsi
    ogni giorno allo specchio, senza sputarsi addosso.
    Non mi meraviglierei affatto che dei mezzi uomini
    di tale fatta , siano anche cornuti contenti. y

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Brancaleone 9 mesi fa

      Lei ha colto la vera radice del problema, in altri tempi cosidetti meno civili, si sarebbe risolto in brevissimo tempo, in fondo e’ solamente un pugno di lecca…o che pretenderebbero prendere per il naso un intero popolo. Purtroppo oggi che siamo civili ed evoluti dobbiamo sopportarli ed assistere al fatto che una moltitudine di decefebrati li crede. Con la loro aria di impuniti e intoccabili danno prurito alle mani(e pensare che sono un non violento)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 9 mesi fa

        NON TUTTI. Maurizio Blondet si è tirato fuori ad es. Ci furono poi quei 2 Giornalisti che ebbero la forza di scrivere quel libro/inchiesta su BerLuxCohen. E altri, tanti. Certo poi vennero e sono marginalizzati, estromessi, isolati, alla fine disoccupati. Per la maggioranza a descriverli c’è poi sempre quella canzone degli Amici del vento …

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. HERZOG 9 mesi fa

    Ma scusate va bene che VI sono le scie chimiche ma se fin I’ll giro d’italia2018 parte da gerusalemme! Piu di cosi ‘!Siete una colonia EBREA a tutti gli effetti ,logicamente I suoi nemici sono anche I vostri IRAN in primis . Atlas sunnita? Bene ,ecco xche’ questo astio , notavo ai musulmani qui da me LA vista Della svastika non piace neanche un po ,LA mia T-shirt da fastidio ,l’ADORO !!Anche in Laos guardano storto LA c’e’ il pate lao comunisti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 9 mesi fa

      Herzog, graf, max teutonico…ma perché non ti cerchi una bella donna…e studia chi era Hajj Muhammad Amin El Husseyni, già Comandante della 13ma Brigata Waffen SS ‘Handshar’ …

      Rispondi Mi piace Non mi piace