Una compagnia americana ha cercato di seguire i movimenti di Putin

L’ex giornalista del Wall Street Journal Byron Thau sostiene che la società americana PlanetRisk ha cercato di seguire i movimenti del presidente russo Vladimir Putin. Lo riporta Wired facendo riferimento al libro del pubblicista.
Secondo la pubblicazione, nel 2016 l’azienda ha sviluppato una tecnologia chiamata Locomotive, che ha permesso di tracciare gli smartphone utilizzando dati commerciali.

Dopo aver ricevuto un set di dati sulla Russia, il team (PlanetRisk) si è reso conto che potevano rintracciare i telefoni delle persone che abitualmente circondano Putin
– ha notato la pubblicazione.

I dipendenti dell’azienda hanno capito che i dispositivi osservati non appartenevano al presidente russo.

I dispositivi appartenevano ad autisti, personale di sicurezza, consiglieri politici e altro personale di supporto
– scrive l’articolo.

Tracciando questi telefoni, la società “sapeva dove stava andando Putin e chi c’era nella sua cerchia”. La tecnologia delle locomotive fu successivamente ribattezzata VISR e le agenzie di intelligence e di spionaggio americane iniziarono a utilizzarla.

Aereo spia britannico

È stato precedentemente riferito che nell’ambito dell’esercitazione NATO Steadfast Defender – 2024 nell’Europa nordorientale, l’Alleanza Nord Atlantica mostra un crescente interesse per la regione di Kaliningrad. Stiamo parlando principalmente di aerei da ricognizione della NATO.
Pertanto, secondo la risorsa Flightradar24, un aereo da ricognizione radiotecnico ed elettronico americano RC-135W Rivet Joint dell’aviazione americana con il nominativo JAKE1 e un aereo britannico di una classe simile con il nominativo RRR7209 stanno volando intorno alla regione russa.

Fonte: Top War.ru

Traduzione: Luciano Lago

8 commenti su “Una compagnia americana ha cercato di seguire i movimenti di Putin

  1. Spionaggio a parte, sappiamo che gli ebrei, gli statunitoidi e la perfida albione praticano abitualmente l’omicidio politico (nonché il genocidio di intere popolazioni), quindi il rischio è che questi vermi e assassini riescano a uccidere il Presidente Vladimir Putin, il che sarebbe una sciagura per il mondo intero e per tutti gli uomini liberi o che aspirano ad affrancarsi dall’impero del male (come il sottoscritto) …

    Cari saluti

    1. In effetti per l’ asse del male sarebbe come fare un bingo totale. Non deve accadere. Od il mondo andrà verso una guerra totale con la Cina isolata. Potenzialmente una situazione ancora più pericolosa dell’ attuale fase di scontri. Saluti

    2. Solo l’idea teorica mi mette l’angoscia, Putin é l’icona di tutti gli uomini liberi del pianeta, se teoricamente dovesse accadere, sarebbe paragonabile per noi a un inverno nucleare di pioggia radioattiva. Per cui speriamo mai, non voglio nemmeno immaginarlo, che il Dio degli uomini giusti gli doni una vita lunghissima per garantire la pace nel mondo. Viva Putin !!!

  2. Putin è importante, ma tra 8 anni non. sara presidente della Russia, gli usa danno troppo importanza alle persone, anche se ammazzano Putin non cambia niente, ci sara un altro presidente, forse più duro di Putin.

  3. Gli USA hanno una concezione estremamente individualistica della politica e della vita stessa. Cosa che non corrisponde alla realtà ! Un solo individuo per quanto importantissimo, non può determinare del tutto il corso degli eventi, perchè il corso della storia è un ingranaggio complesso, con moltissimi attori, che nessun individuo da solo può fermare ! Conclusione, con o senza Putin la Russia non può essere sconfitta nè militarmente nè politicamente, a meno che l’intero popolo russo, i militari, la chiesa ortodossa, i partiti della duma, dove sono presenti forze ben più anti occidentali del partito Russia Unita, non decida improvvisamente di suicidarsi ! Comunque niente di nuovo, la storia è piena di tentativi (falliti miseramente, tranne alcuni come Allende, Chavez, Saddam e Gheddafi) di assassinare i leader di paesi che non si piegano. Il record di tentativi di omicidio lo deteneva Fidel Castro, seguito da molti altri, come Stalin, Mao, Kim Il Sung (nonno di Kim Yong Un), Ho Chi Min, Pol Pot, Nasser, Assad, Ortega e tanti altri ! Certamente va riconosciuto alla CIA di aver lavorato instancabilmente dal dopoguerra ad oggi, facendo scorrere fiumi di sangue, ma credo proprio che stia per morire (la CIA) per stress da super lavoro !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM