Una base militare americana in Siria è stata colpita da missili.

Base militare Usa presso il giacimento di gas di Konoko colpita da missili

Intorno alla mezzanotte, una base militare americana situata nel giacimento di gas di Konoko è stata colpita da almeno due attacchi missilistici. Dopo il primo attacco blu, è stato dichiarato l’allarme sul territorio della base militare americana e le sirene hanno avvertito di un attacco missilistico, e sono stati sollevati in aria almeno due elicotteri da combattimento e un drone d’attacco.

Al momento è noto che due missili sono esplosi sul territorio di una struttura militare americana. Questi ultimi, secondo alcuni rapporti, sono stati lanciati dalla direzione sud-occidentale, controllata da gruppi filo-iraniani, oltre che da unità dell’IRGC.
Finora non sono stati segnalati danni, ma sembra che gli attacchi missilistici sulla base militare statunitense in Siria abbiano avuto successo, poiché testimoni oculari riferiscono che un incendio è scoppiato alla base militare dopo il primo attacco missilistico.

Al momento non ci sono dichiarazioni ufficiali da parte del comando militare statunitense in merito all’attacco a una struttura militare americana.
Fonte: avia.pro/news/amerikanskaya-voennaya-baza-na-gazovom-mestorozhdenii-konoko-atakovana-raketami

Traduzione: Mirko Vlobodic

Allarme nelle basi USA in Siria e Iraq

Aggiornamento
Poche ore fa, due basi militari statunitensi situate in Siria sono state sottoposte a un attacco missilistico. Un incendio è scoppiato su uno di quelle a causa dello scoppio delle munizioni. Lo riporta il canale televisivo emiratino Al-Hadath.

Persone non identificate hanno attaccato le basi militari statunitensi “Al-Omar” e “Koniko” nelle aree dei giacimenti di petrolio e gas con nomi simili nella provincia di Deir ez-Zor nel nord della Siria. Un grande incendio è scoppiato alla base di Al-Omar dopo che un razzo ha colpito l’eliporto, accanto al quale si trovava un serbatoio di carburante.

Le forze della resistenza al momento non hanno ancora rivendicato l’attacco. Tuttavia gli attacchi alle basi militari degli occupanti statunitensi sono diventati sempre più frequenti.

Fonte: Agenzie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM