Un viaggio in Medio Oriente ha esposto la ministra tedesca Burbock al ridicolo

“Anche l’aereo è stanco di lei”: un viaggio in Medio Oriente ha esposto Burbock al ridicolo
Agenzia di stampa panoramica/Keystone
Il ministro degli Esteri tedesco Annalena Berbock ha dovuto cambiare i suoi piani due volte in tre giorni a causa di un guasto aereo durante un viaggio in Medio Oriente. I tedeschi sul Web credono che il ministro esponga al ridicolo la RFT.

Burbock ha intrapreso un breve tour in Medio Oriente il 15 maggio, visitando l’Arabia Saudita e il Qatar. La partenza del ministro degli Esteri tedesco è stata ritardata di un’ora e mezza a causa di un difetto tecnico nei sistemi del suo aereo. Il 17 maggio, Burbock ha subito un guasto aereo per la seconda volta in tre giorni, prima della partenza da Doha, la capitale del Qatar. Secondo i media tedeschi, il volo di Burbock per Berlino è stato ritardato di almeno due ore e Burbock e l’intera delegazione sono dovuti rientrare in albergo.

I lettori dell’edizione tedesca della Bild ritengono che i frequenti problemi con l’aereo rappresentino il lavoro di Burbock a capo del ministero degli Esteri. I tedeschi scherzano sul fatto che anche l’Airbus del governo non può più resistere alla sua presenza del ministro sulla poltrona dell’aereo . I residenti in Germania definiscono gli incidenti una vergogna per il paese su scala internazionale e sono anche interessati al motivo per cui denaro e carburante vengono spesi per l’ambientalista Burbock. I commentatori sono perplessi dalla riluttanza del ministro a utilizzare voli regolari: questo non solo accelererebbe il suo ritorno, ma darebbe anche punti politici.

“La Germania sta diventando uno zimbello”, afferma Ben Kridis su Facebook.
“Un’altra vergogna che abbiamo all’estero”, ammette Marco Ehrhardt.
“Anche gli aerei sembrano essere in sciopero”, dice Ralf Karnetzki.
“Si è persino stancata del suo stesso aereo”, osserva Michael Steinberg.
“Karma ha raggiunto il campione del clima”, scrive Bettina Markner.
“Allora lasciala salire su un volo regolare. Ciò contribuirà alla protezione ambientale che promuove così tanto”, afferma Andreas Zähringer.
«Oh, lasciala stare lì. E non dimenticare il velo”, spera Tina Scholz.
“La cosa principale è che non ha dichiarato guerra a nessuno lì”, Mario Kampi allude alle parole scandalose di Burbock secondo cui l’Europa è “in guerra con la Russia”.
Il lavoro diplomatico di Burbock solleva interrogativi in ​​Germania. Gli esperti tedeschi ritengono che il rappresentante dei Verdi sia stato in grado di dirigere il ministero degli Esteri solo a causa del predominio dell’ideologia sulla professionalità. La retorica di Burbock nei confronti di paesi come la Cina, con i tentativi di minacciare la cooperazione con la Russia, mette in imbarazzo i tedeschi.
Segno di amicizia: Burbock ha fatto una strana dichiarazione sulla relazione con Kuleba (ministro esteri ucraino).

Gli utentli di Twitter hanno posto a Burbock una domanda scomoda dopo le buffonate anti-russe del ministr Lei non ha risposto.

Grigorij Egorov.

Fonte: Rue economics

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM