Un senatore americano critica il sostegno del suo Paese a un governo che affama deliberatamente i bambini

Il senatore americano Bernie Sanders ha criticato il sostegno del governo del suo paese all’entità occupante, denunciando: “Perché stanziamo 10 miliardi di dollari a un governo che affama deliberatamente i bambini?”
Il mondo – Le Americhe

Venerdì è apparso in un “podcast” intitolato “Media Crisis” sulla piattaforma YouTube, che affrontava il tema della copertura mediatica americana degli eventi di Gaza con il giornalista americano John Nichols.

Sanders ha sottolineato nel corso dell’incontro che i principali media negli Stati Uniti non hanno criticato adeguatamente il sostegno degli Stati Uniti a Israele.

Ha spiegato che il fallimento di Israele nel consentire il passaggio dei convogli umanitari a Gaza ha messo migliaia di bambini a morire di fame, descrivendo questo come “incredibile” ed “estremamente triste”.
Sanders ha criticato la mancanza di “denuncia sufficiente” da parte dei media americani di questa situazione.

Era d’accordo con il commento del giornalista Nicholls secondo cui “la maggior parte dei nostri media sono una macchina per la rabbia”, e ha aggiunto: “Ma la rabbia è altamente parziale”.

Il 15 aprile, Sanders ha chiesto la fine del sostegno americano al governo del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, descrivendo ciò che sta accadendo a Gaza come “orribile”.

Fonte: Agenzie

Traduzione: Luciano Lago

11 commenti su “Un senatore americano critica il sostegno del suo Paese a un governo che affama deliberatamente i bambini

  1. Bernie Sanders è un grande “ebreo” NON CONFORME. Ce ne sono parecchi, che provano un vero odio per gli “ebrei” conformi, cioè quelli che odiano i Cristiani e i Palestinesi. E’ un tipico fenomeno della loro etnia. Otto Weininger li odiava tutti ! Scrisse contro di essi appassionate pagine, destando ammirazione anche oggi. Gilad Atzmon è un altro “ebreo” che è fuggito dall’Israele e li denuncia nei suoi articoli, molto intelligenti. E per finire Norman Finkelstein uno che odia i capi della comunità “ebrea” americana a più non posso. La Germania spontaneamente nel 1954 rimborsò milioni di dollari ai prigionieri “ebrei” che furono internati nei campi concentramento. Ma la comunità americana si tenne cifre enormi, un loro membro per es. 200.000 dollari dell’epoca……… mentre a quelli che erano stati nei campi concentramento come la madre di Finkelstein diedero 2.000 dollari.
    Per finire ho assistito ad un documentario anni fa dei sopravvissuti “ebrei” che costituirono la squadra di protezione di Hermann Goering – il capo della Luftwaffe – ebbene questi erano devoti e patrioti nei confronti del loro Goering, dei veri nazionalsocialisti.

  2. Quest’uomo è sempre molto ambiguo. Non fatevi ingannare. È un uomo dell’apparato. È uno che pur di fronte ad evidenti manomissione delle primarie del partito (cosiddett) democratico (leggi: guerrafondaio), non si è vergognato di stare zitto e appoggiare la Clinton. È stato praticamente zitto fino ad adesso, è lui, ebreo americano, che fa parte attiva della lobby ebraica, parla di tristezza e altro, ma non condanna nulla. Non parla di genocidio, di crimini di guerra che sono straevidenti.

  3. “Ha spiegato che il fallimento di Israele nel consentire il passaggio dei convogli umanitari a Gaza”.. Non è un fallimento Sanders, è un deliberato atto terroristico di disumana cattiveria.

    “ha messo migliaia di bambini a morire di fame, descrivendo questo come “incredibile” ed “estremamente triste”.”

    Mettere a morire di fame migliaia di bambini non è uno cosa “estremamente triste” è un crimini efferreto contro l’umanità.
    Tu Sanders sei si tristissimo, che fai finta da decenni di essere dalla parte dei diritti e invece sei in realtà uno degli strumenti dell’apparato per ammansire e sviare i veri democratici che vorrebbero, quelli si, opporsi e protestare veramente contro i crimini dell’occidente e compagnia.

  4. Teatro di bassa fattura! I senatori americani…Sic! Gli Usa paese da sempre canaglia. Gli Usa nazione vile che ha paura della guerra che fomenta e appalta. Da sempre gli Usa le guerre le fanno fare. Israele nazione criminale agli ordini degli Usa. Il popolo israeliano, come i nazisti, ritengono di essere popolo eletto, ovvero, superiore. Sic! Il mondo dovrebbe liberarsi di questa feccia. I palestinesi che lottano per la loro libertà ritenuti terroristi da colonialisti che hanno in ostaggio i popoli. Gli accattoni europei fanno ribrezzo. L’europa giardino ondinato circondato dalla giungla di diseredati: L’idiota Borrell. Sic! Volgliono imporci il Drago. Cossiga che la merda la conosceva dipinse questo quaquaraquà uomo di merda. Il popolo europeo in ostaggio di oligarchi accattoni al soldo della finanza. Il nuovo ordine internazionale stenta ad affermarzi. La loro debolezza permette a questi delinquenti di commettere i peggiori crimini. Quello contro il popolo palestinese è quanto più criminale possa esserci. Onu, tribunali internazionale, Usa, Gb, Europa, sionisti, tutti colpevoli di 35 mila morti. Cina e Russia, troppo ambigui. Se mostrassero veramente i muscoli con risolutezza i gangster si cagherebbero addosso. Mi hanno stufato!

  5. Non bisogna fidarsi di Sanders, notoriamente è ebreo e ha sempre sostenuto l’occupazione sionista della Palestina.
    Il suo partito sostiene in pieno il regime di Tel Aviv, del resto il gabinetto Biden è costituito soprattutto da ebrei, la Yellen, Mayorkas, Blinken, il procuratore generale Garland, il quale sta usando la sua carica per mandare in galera il loro principale oppositore, almeno di nome, Trump.
    Pur essendo meno dell’1% della popolazione americana, 3-4 milioni i meno diluiti, dato che il 70-80% degli ebrei americani ha coniugi non ebrei e quindi sono molto pochi gli ebrei che hanno solo un genitore o nonno ebrei, controllano gli USA con pugno d’acciaio.
    Sono in via di dissoluzione, la comunità ebraica nordamericana non riceve più apporti esterni da molti decenni anzi contribuisce a tenere in piedi l’entità sionista sempre più sommersa dalle vicine masse arabe, l’ultima comunità disponibile era quella ex sovietica di circa un milione e mezzo di persone, oggi in Russia sono rimasti al massimo 20-30000 ebrei, tutti molto ricchi.
    Negli USA infatti la comunità più consistente è quella degli ebrei pensionati della Florida, 800000 persone che vivono attorno a Miami, la comunità newyorkese avrebbe 2 milioni di persone ma in realtà molti di loro hanno doppia cittadinanza e vivono nella Palestina occupata, dove rubano le case agli arabi dopo averli uccisi.
    Le altre comunità nordamericane sono semi scomparse, quella della Baia di San Francisco dopo la crisi irreversibile della Silicon Valley si è trasferita ad est, quella di Los Angeles è ridotta a meno di mezzo milione di persone, perlopiù ebrei persiani ed immigrati dall’entità sionista, infatti molti di loro soffrono dei traumi psicologici dovuti al servizio militare passato a trucidare palestinesi.
    Le comunità europee sono semi scomparse, quelle britannica, francese e tedesca ridotte a poche decine di migliaia di persone, sempre molto ricche e quindi molto anziane di media, la comunità di Buenos Aires con circa 200000 membri controlla l’Argentina con una popolazione di circa 50 milioni di persone, ma anche lì come negli USA e in Canada la sistematica spoliazione dell’economia a cui di solito gli ebrei sottopongono i paesi che hanno la sfortuna di ospitarli li sta debilitando e portando alla dissoluzione.

  6. Parla il politichese. Giri di parole che hanno lo scopo di fumo negl’ occhi, o dell’ inchiostro di seppia. Disorientare menti per creare il beneficio del dubbio. Che io sappia, ufficialmente, nessun politico in carica né americano né israeliano ha condannato pubblicamente un bel niente. Ciò vuol dire che appoggiano quel che fa il macellaio ebreo di Tel Aviv.

  7. Ricordo benissimo che i guerrafondai repubblicani degli USA definirono Sanders addirittura socialista ! Negli USA chi non è guerrafondaio oltranzista e iperliberista viene definito socialista o comunista o, adesso, quinta colonna di Putin ! Sanders non chiama genocidio il massacro in corso a Gaza, si limita a sentirsi “triste”, comè buono lei direbbe Fantozzi ! Fa il paio con i miliardari filantropi di quel paese, che prima spolpano le economie di molti paesi, e del proprio, poi fanno i beneffattori (per finta e guadagnandoci) perchè cosi vengono spacciati addirittura per “buoni e altruisti” dai loro stessi social e dai media di mezzo mondo !

  8. Il suddetto sanders, pensionato di una rivoluzione “new left” mai scoppiata, quando la clinton ha vinto le primarie demokrat contro di lui con i brogli, ha abbassato la testa e ha legittimato la vittoria della psicopatica guerrafondaia poi sconfitta da Trump … Lasciando perdere il vecchio osso da brodo liberal, che spera di recuperare terreno fra i demokrat, il genocidio è voluto sia dai nazi adunchi dell’entità sionista in Palestina, sia dagli ebrei che governano di fatto gli usa, quindi è voluto e appoggiato anche dagli usa.

    Cari saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM