Un raid aereo saudita uccide almeno 20 civili ad una festa di nozze nello Yemen

BEIRUT, LIBANO (11:40 AM) – La coalizione guidata dai sauditi ha compiuto un altro bombardamento mortale nel nord dello Yemen, uccidendo decine di civili che stavano partecipando ad una cerimonia di nozze.
Secondo la tv al-Masirah con sede nello Yemen, almeno 20 civili sono stati uccisi e altri 40 sono rimasti feriti nel governatorato di Hajjah, domenica, quando un raid aereo saudita ha colpito una folla che partecipava a una cerimonia di matrimonio.

La rete yemenita ha affermato che il bilancio dovrebbe aumentare, con molte vittime che si trovano ancora sotto le macerie.

I jet sauditi hanno anche effettuato incursioni contro le ambulanze che tentavano di trasportare i feriti del bombardamento agli ospedali locali, ha aggiunto Al-Masirah.

Le incursioni ed i bombardamenti indiscriminati effettuati abitualmente dall’aviazione dell’Arabia Saudita, supportata logisticamente dalle forze USA, hanno causato il disastro che oggi si registra in Yemen fra vittime civili e distruzione delle infrastrutture del paese.

Vittima alla festa di nozze in Yemen

Nota: Il conflitto nello Yemen dura da oltre tre anni ed ha prodotto alcune migliaia di vittime, il bilancio è incerto si va dalle 13.000 vittime ufficiali alle oltre 60.000, tenendo in conto anche dei bambini morti per denutrizione e dai contagiati dal colera che si è diffuso a macchia d’olio nel paese a causa del blocco aeronavale imposto allo Yemen dalla coalizione formata da Arabia Saudita, Stati Uniti e Gran Bretagna che impediscono l’arrivo di rifornimenti alimentari, generi di prima necessità, medicinali ed acqua potabile nel paese arabo. Vedi: Il blocco saudita riduce in fin di vita sette milioni di yemeniti

Tuttavia questo conflitto e la grave situazione umanitaria è del tutto ignorato dai governi e dai media occidentali.
In Italia in particolare non si scrive e non si dice quasi mai nulla di questo conflitto, non ne parlano le Tv come la RAI, Mediaset, Sky News o la 7 e, quando raramente viene fatto un accenno, si parla genericamente di “guerra civile” occultando la realtà dell’aggressione militare fatta dalle grandi potenze (Arabia Saudita, USA e Regno Unito) contro un paese inerme. Vedi: La peggiore crisi umanitaria al mondo è ignorata da politici e giornalisti

Non ci sono appelli degli intellettuali del sistema come Roberto Saviano, o dei personaggi TV come Fabio Fazio e la Litizzetto, dei politici come la Bonino, Gentiloni, la Boldrini, ecc.. Non ci sono denunce contro i “cattivi dittatori”, come avviene nel caso della Siria o avveniva prima per la Libia. Tutti tacciono quando i responsabili delle stragi si trovano a Washington a Rijad, a Londra e nelle altre capitali occidentali e dei paesi del Golfo, le ricche monarchie in lucrosi affari con i governi occidentali.

Fonte: al Masdar News

Traduzione e nota: Luciano Lago

4 Commenti

  • La soluzione
    23 Aprile 2018

    Una ala parola. BASTARDI DOVETE SUBIRE LE STESSE SOFFERENZE DI QUESTI POPOLI. DOVETE SPROFONDARE NELLA MISERIA VISTO CHE VI PIACE IL LUSSO FRENETICO. DEVONO DISTRUGGERE TUTTI I VOSTRI POZZI DI PETROLIO IN MODO CHE ANDIATE A FARE I PEZZENTI. NON E UN AUGURIO MA CHE SIA UNA CERTEZZA. DIO VEDE E PROVVEDE.

  • Dario
    23 Aprile 2018

    Vergogna! L’Occidente amico dei Saudi è più vergognoso dei sauditi stessi!

  • atlas
    23 Aprile 2018

    ma che ci si aspetta, la verità da chi fa della menzogna il proprio stile di vita … ?

  • Horus
    23 Aprile 2018

    E l onu dove sta?

    Qualcuno ha qualche di che cosa ha fatto lo Yemen ai sauditi per sterminarli impunemente?
    Lo sterminio dello
    Yemen e’ meno sterminio di altri?

    Perche qui qualcuno e’via di testa Onu compreso.

Inserisci un Commento

*

code