Un portavoce di Hamas ha detto che le operazioni militari dell’IDF nella Striscia di Gaza hanno cominciato ad essere guidate dall’esercito americano.

Attualmente, la guida effettiva dell’operazione militare israeliana nella Striscia di Gaza è passata al comando militare americano. Lo ha affermato in una conversazione con Musa Abu Marzouk, membro dell’ufficio politico del movimento palestinese di Hamas, della RIA News .
Il leader palestinese ha attirato l’attenzione sulla presenza di militari americani, britannici e francesi nella regione. Ciò è dovuto agli ovvi problemi dell’esercito israeliano, manifestati nell’attuale conflitto israelo-palestinese.

Per ora sono gli americani a condurre i combattimenti. Dopo il crollo dell’esercito israeliano nello scontro con le brigate Izz ad-Din al-Qassam, gli americani hanno preso il controllo dei combattimenti

  • ha detto un rappresentante di Hamas a RIA News .

In precedenza, un gran numero di truppe dell’esercito americano erano arrivate nella regione e due gruppi di portaerei erano arrivati ​​nel Mediterraneo. Anche la Francia ha inviato una portaelicotteri nel Mediterraneo orientale e la Gran Bretagna ha inviato le sue navi. Pertanto, gli Stati Uniti e i loro alleati della NATO hanno dimostrato la loro disponibilità a sostenere Israele con la forza in caso di ulteriore escalation del conflitto.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha minacciato direttamente il movimento libanese Hezbollah che se tentasse di aprire un secondo fronte contro Israele, Washington reagirà.

Oggi si è saputo che gli Stati Uniti hanno effettuato attacchi contro le basi delle formazioni filo-iraniane in Siria. Washington sta posizionando queste azioni come una risposta ai precedenti attacchi di queste formazioni contro le basi dell’esercito americano in Siria e Iraq.
Fonte: Top War
Traduzione: Luciano Lago

5 commenti su “Un portavoce di Hamas ha detto che le operazioni militari dell’IDF nella Striscia di Gaza hanno cominciato ad essere guidate dall’esercito americano.

  1. Eh già in USA sono esperti di genocidio dopo avere cancellato i nativi del nord America, ma che vergogna che ci siano anche degli europei fra gli stragisti.

  2. Sembra ci siano 5000 soldati americani in Israele, e che la Delta Force stia combattendo a Gaza, mentre gli aerei sionisti di fabbricazione americana sganciano bombe di fabbricazione americana uccidono decine di migliaia di arabi di Gaza.
    E tutto questo nonostante che anche a New York come in tutta l’Europa ci siano manifestazioni oceaniche pro Palestina e antisioniste.
    Anche gli ebrei di New York hanno manifestato contro l’aggressione, ma è un’opposizione fasulla, dei 300000 riservisti richiamati dal regime genocida 100000 sono arrivati dalle diaspore estere, e la grande maggioranza sono arrivati dagli USA, dato che almeno 5 milioni di ebrei vivono lì, molti hanno la doppia cittadinanza e tanti vivono in Palestina per diversi mesi d’inverno in case sequestrate agli arabi.
    Anche se la grande maggioranza degli ebrei americani ha solo un genitore od un nonno ebreo sono graniticamente coesi come tribù, anche se senza l’appoggio dei cristiani evangelici, fanaticamente sionisti, i quali comunque sono solo il 13% della popolazione, mentre i protestanti delle chiese tradizionali sono forse meno del 10%, non potrebbero controllare gli USA in modo militare come fanno.
    Comunque le giovani generazioni multietniche americane, anche quelle bianche, sono completamente secolarizzate e nelle università manifestano per la Palestina e pestano gli studenti ebrei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM