Un Pompeo Delirante “Esige” Che La Russia Restituisca La Crimea Al Governo dell’Ucraina, Giustamente Schierata con gli Stati Uniti


Gli Stati Uniti hanno ricordato, in occasione delle imminenti celebrazioni del quinto anniversario della riunificazione della Crimea con la Russia, che non ritengono che questo passo sia stato legale. Mercoledì, 27 febbraio, questo commento è stato riportato nella dichiarazione ufficiale del Segretario di Stato americano Mike Pompeo sul sito web del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

La dichiarazione sottolinea che la Russia, “occupando la penisola di Crimea, ha cercato di distruggere l’ordine internazionale e ha anche minato le libertà umane fondamentali”.

“Gli Stati Uniti ricordano la loro posizione invariata: la Crimea è Ucraina, e deve tornare sotto il controllo dell’Ucraina … Gli Stati Uniti condannano anche le azioni illegali della Russia in Crimea e l’aggressione in corso contro l’Ucraina”, dice il sito web dell’agenzia.

Washington ritiene che la parte russa abbia indebitamente detenuto e condannato persone che hanno condotto proteste pacifiche contro l’occupazione della Crimea. Pompeo ha chiesto la liberazione degli ucraini detenuti in Russia, in particolare i tatari di Crimea. Inoltre, il segretario di stato ha promesso che gli Stati Uniti manterranno l’effetto delle sanzioni contro la Russia fino a quando la Crimea non tornerà al controllo dell’Ucraina.

Le celebrazioni in occasione del quinto anniversario dell’adesione della Crimea alla Russia si terranno dal 16 al 18 marzo. Il 20 febbraio si è saputo che una delegazione siriana vi prenderà parte . Le informazioni sulla visita della delegazione della RAS (Repubblica araba siriana) nella penisola a marzo sono state confermate dal comitato internazionale del parlamento della repubblica.

Mike Pompeo

La Crimea si è riunita con la Federazione Russa nel 2014 dopo che il 96,77% degli abitanti della penisola ha votato in un referendum per l’adesione alla Russia. L’Ucraina rifiuta di riconoscere i risultati delle votazioni e considera la Crimea il suo territorio. D’altra parte le pressioni internazionali, le sanzioni dell’Occidente e le altre affermazioni fatte dagli esponenti dell’Amministrazione USA non hanno cambiato la situazione attuale. Come dichiarato più volte dal presidente Putin, la questione della Crimea “è chiusa definitivamente”.


Nota: Rispondendo al commento di Mike Pompeo, un commentatore russo ha notato che gli USA avrebbero dovuto applicare gli stessi principi che oggi proclamano per quanto riguarda lo stato del Texas e della California sottratti al Messico nel 1848 senza aver mai consultato la popolazione locale. Altri analisti hanno messo in evidenza che attualmente, le stesse potenze che reclamano alla Russia per la questione della Crimea, sono quelle che hanno ratificato e riconosciuto la secessione del Kosovo dalla Serbia avvenuta in forma unilaterale ed in violazione del diritto internazionale. Questo dimostra il doppio standard degli USA e dei loro alleati nelle questioni internazionali.

Traduzione e nota: Sergei Leonov

7 Commenti

  • redfifer
    28 Febbraio 2019

    Ma pisciati in (_Y_) e “pompa” pompe’

  • mauro
    28 Febbraio 2019

    pompeo non ha un cazzo da fare che inventare problemi ma che si metta a dieta che il grasso nel cervello non aiuta a ragionare !!

  • Woland
    28 Febbraio 2019

    Il dittatore dello stato libero di bananas aveva un concetto di legalità superiore a quello dei satrapi statunitensi.

  • atlas
    1 Marzo 2019

    ” indietro non si torna “, Vladimir Putin

    (mica un pompeo qualsiasi)

  • eusebio
    1 Marzo 2019

    Va bene, adesso chiederà alla Cina di dare l’indipendenza agli uighuri e di accettare una base miilitare USA nella Città proibita, non riescono a rovesciare Maduro nel loro cortile e fanno le rivoluzioni colorate in quelli degli altri.

  • Ubaldo Croce
    1 Marzo 2019

    Pompeo: un coglione criminale pompinaro pieno di grasso lurido e puzzolente. Esattamente come il cervello di merda che ha.

    • atlas
      2 Marzo 2019

      un gran porco insomma, cresciuto a salsicciotti e patatine congelate

Inserisci un Commento

*

code