APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Un politico statunitense si chiede perchè gli Stati Uniti siano ossessionati dalla “Russofobia”

Pat Buchanan: è tempo di superare la russofobia

Il Giappone negozia con la Russia di Putin sulle isole Curili meridionali perse alla fine della seconda guerra mondiale. Bibi Netanyahu si è incontrato molte volte con Putin, anche se è un alleato di Assad, che Bibi vorrebbe vedere estromesso, e ha una base aerea e navale non lontano dal confine israeliano.

Noi americani abbiamo molto più “pesce da friggere” con la Russia rispetto a Bibi Netanyahu “.
A meno che non ci sia un’ultima ondata di consensi per il candidato del Partito Comunista Pavel Grudinin, che è secondo al 7%, Vladimir Putin sarà rieletto presidente della Russia per altri sei anni il 18 marzo.

Quindi noi statunitensi dobbiamo decidere se proseguire sulla seconda guerra fredda o impegnare la Russia in negoziati, come ogni presidente ha cercato di fare nella prima guerra fredda.
Per il nostro attuale conflitto, Vladimir Putin non è l’unico responsabile. Le sue azioni sono state spesso reazioni alle mosse unilaterali dell’America.
Dopo che l’Unione Sovietica è crollata, abbiamo portato tutti i membri del Patto di Varsavia e tre ex repubbliche dell’URSS nella nostra alleanza militare, la NATO, per logorare la Russia. Quanto questo è stato cordiale?
Putin ha risposto con il suo accumulo militare nel Baltico.

George W. Bush ha abrogato il trattato sui missili anti-balistici che Richard Nixon aveva negoziato, Putin ha risposto con l’accumulo dei missili offensivi che ha messo in mostra la settimana scorsa.
Gli Stati Uniti hanno contribuito a istigare il colpo di stato di piazza Maidan a Kiev, quello che ha fatto cadere il governo pro-russo eletto in Ucraina.

Per impedire la perdita della sua base navale di Sebastopoli sul Mar Nero, Putin ha contrastato la mossa USA annettendo la penisola di Crimea (dopo un referendum fra la popolazione).

Dopo che pacifiche (?) proteste in Siria erano state represse da Bashar Assad, abbiamo inviato armi ai ribelli siriani per rovesciare il regime di Damasco.
Vedendo la sua ultima base navale nel Mediterraneo, Tartus, messo in pericolo, Putin è venuto in aiuto di Assad e lo ha aiutato a vincere la guerra civile (più una guerra per procura che civile).
Gli anni di Boris Yeltsin (creatura degli USA) sono definitivamente finiti .

Conflitto USA-Russia ?

La Russia si sta comportando di nuovo come una grande potenza. E la Russia ci vede come una nazione che ha schiaffeggiato la sua mano, che era estesa in amicizia negli anni ’90, e poi l’ha umiliata piantando la NATO sulla sua veranda di casa.

Eppure, ciò che è chiaro è che Putin sperava e credeva che, con l’elezione di Trump, la Russia avrebbe potuto ripristinare relazioni rispettose se non amichevoli con gli Stati Uniti.

Chiaramente, Putin lo voleva, così come Trump.
Eppure, con l’isteria di Beltway per l’hacking delle email di DNC e John Podesta e la Russofobia che infuria in questa capitale, noi americani sembriamo essere paralizzati quando si tratta di interagire con la Russia.
Il sistema politico americano, ha detto Putin questa settimana, “si è mangiato da solo”. La sua descrizione è così efficace?

Qual è il problema con noi?

Tre anni dopo che Nikita Krusciov inviò i carri armati a Budapest per affogare la rivoluzione ungherese nel sangue, Eisenhower lo ospitò in una visita di 10 giorni negli Stati Uniti.

Due anni dopo che il muro di Berlino è salito, e otto mesi dopo che Krusciov aveva installato missili a Cuba, Kennedy si era rivolto al dittatore sovietico nel suo discorso universitario americano, e lo aveva ampiamente elogiato.
Lyndon Johnson ha incontrato il presidente russo Alexei Kosygin a Glassboro, nel New Jersey, poche settimane dopo aver quasi scontrato la minaccia di Mosca di intervenire nella guerra arabo-israeliana del 1967.
Sei mesi dopo che Leonid Breznev inviò eserciti di carri armati per schiacciare la Primavera di Praga nell’agosto del 1968, Nixon inaugurò una cerimonia di distensione.

In quegli anni, indipendentemente da chi fosse alla Casa Bianca o al Cremlino, l’establishment statunitense favorì l’impegno con Mosca. Era il sistema del diritto che era scettico o ostile.

Di nuovo, qual è il problema con questa generazione?

Putin con i suoi ufficiali

Vero, Vladimir Putin è un autocrate alla ricerca di un quarto mandato, come FDR.
Ma quale leader russo, ad eccezione di Eltsin, non è stato un autocrate? Oggi i russi godono di libertà di parola, assemblea, religione, viaggi, politica e stampa che le generazioni precedenti al 1989 non hanno mai conosciuto.
La Cina, non la Russia, ha lo Stato comunista monopolista più repressivo.

In effetti, quale di questi alleati degli Stati Uniti mostra una maggiore tolleranza rispetto alla Russia di Putin? Le Filippine di Rodrigo Duterte, l’Egitto del generale Abdel-Fattah el-Sissi, la Turchia del presidente Erdogan o l’Arabia Saudita del principe Mohammad bin Salman?

La Russia non è affatto vicina alla minaccia strategica o globale presentata dall’Unione Sovietica. Come Putin ha ammesso questa settimana, con la rottura dell’URSS, la sua nazione “ha perso il 23,8% del territorio nazionale, il 48,5% della sua popolazione, il 41% del suo prodotto interno lordo e il 44,6% della sua capacità militare”.

Come avrebbero reagito i sindacalisti della guerra civile se il Sud avesse conquistato l’indipendenza e poi, per assicurare la Confederazione contro una nuova invasione, Dixie fosse entrata in un’alleanza con la Gran Bretagna, avesse dato le basi della Royal Navy a New Orleans e Charleston ed avesse permesso ai battaglioni britannici di schierare truppe in Virginia?

Il Giappone negozia con la Russia di Putin sulle isole Curili meridionali perse alla fine della seconda guerra mondiale. Bibi Netanyahu si è incontrato molte volte con Putin, anche se è un alleato di Assad, che Bibi vorrebbe vedere estromesso, e ha una base aerea e navale non lontano dal confine israeliano.
Noi americani abbiamo molto più pesce da friggere con la Russia di Bibi.

Controllo strategico delle armi. De-escalation nel Baltico, in Ucraina e nel Mar Nero. Fine della guerra in Siria. Corea del nord. Spazio. Afghanistan. L’Artico. La guerra al terrore.

Eppure tutto ciò che sembriamo sentire dalla nostra élite è l’infinito lamentarsi che Putin non sia stato sanzionato abbastanza per aver dissacrato “la nostra democrazia”.

Farsene una ragione.

Fonte: Creators

Traduzione: Sergei Leonov

*

code

  1. max tuanton 7 mesi fa

    Ma allora non sta per finire ? Ancora Putin al governo ?Non voglio insinuare visto che a voi teste di spillo piace cosi tanto Putin dallo sguardo magnetico veramente uno sguardo intelligente sembra in catalessi ,ma dicevo che quando un Capo di governo rimane cosi a lungo come Putin a governare non si tratta piu di democrazia ma di Dittatura ,l’esempio e’ qui dai Khmer 30anni sempre lo stesso presidente ,che se vedete lo sguardo ha un non so che che richiama a putin ,bisogna trovare una soluzione per le scie chimiche vi stanno rovinando

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 7 mesi fa

      la tua democrazia giudeo americana mi sa che tra un po’ non avrà più i soldi per pagarti, ti toccherà vivere felice son i suprematisti bianchi giusto ad Harlem

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Renè 7 mesi fa

    Gl’ammerikani dovrebbero essere colpiti dall’Arma a Punti di Vista de “La Guida Galattica per Autostoppisti”, altrimenti, non c’è speranza che capiscano i Mondi oltreoceano, i panzoni ammerikani sono talmenti saturi di propaganda, che pure la loro intellighenzia nuota in quell’angusta piscina, ignorando o, peggio, avendo un’idea errata del resto del Pianeta.
    L’articolo cita il “Controllo strategico delle armi”, ma sono gli USA che hanno circondato la Russia di sistemi (inefficaci) antimissile, poi, la “De-escalation nel Baltico, in Ucraina e nel Mar Nero” che sarebbe facile da fare, visto che l’escalation è stata soltanto colpa della NATO. Bizzarra la tesi per cui si debba trattare con la Russia la Fine della guerra in Siria, che è stata iniziata dagli US-Israel (+scimmie saudite/erdoganiane) e circa la Corea del nord non c’è molto da dire: se Kim fosse stato a capo di un popolo di scimmie in camicia da notte e ciabatte, avrebbe già fatto la fine di Saddam e Geddafi, invece s’è costruito la Bomba e continua a dormire sonni tranquilli…
    Infine “la guerra al terrore” è l’allusione maxima al climax lisergico del trip sionista… l’11 Settembre il crollo dell’edificio 7 il buco nel terreno a mò di cartone animato del volo United… e tutto il corollario di idiozie a cui gl’ammerikani credono, come credono ai teleimbonitori, ai tele predicatori, ai teleoltre… il fatto è che Putin leggendo cose del genere si domanda come possa dialogare con dei cretini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 7 mesi fa

      con Putin e la Russia, non c’è una terza via. Terza via vuol dire essere truffati da chi la propone perché implicitamente vuol dire nato
      salutiamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. HERZOG 7 mesi fa

    Questo si chiama allevamento di lusso alta Selezione ,eugenetica al contrario ora non sta bene ripeterlo ma visto che non vi entra nella Zucca come a Rene guardate su wikipedia e troverete che la vera oligarchia di 7 uomini che controlla la Russia e’tutta formata da Giudei e che il Putin chiese a piu riprese agli ebrei francesi di spostarsi in Russia xche’/li possono star sereni fare I loro sporchi affari in pace dal momento che I nazionalisti sono tenuti in silenzio dal cripto -ebreo Putin,con internet I giudei invece di migliorare LA specie sono riusciti a rincoglionirvi di Piu bevete tutto e’finito il comunismo e tutti a cerederci provate a vedere che liberta political c’e’in Russia o Cina fino al 1990 e oltre in Russia ci stavano I gulag in Russia ,nella Bella China odierna ci stanno i laogai dove milioni e milioni di cinesi lavorano gratis lo chiamano” rieducazione Attraverso il lavoro ” gratis lavoro forzato peggio degli schiavi ,tutte ste palle Della grande China e Russia che vi raccontano I media tutti Giudei ,si e’vero sono 2 grandi popoli schiavizzati serbatoi umani di manodopera militare ( LA russia) e economica( LA China)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 7 mesi fa

      e un bel laogai è proprio quello che ci vorrebbe per te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Riki 7 mesi fa

    Ti vorrei segnalare Judy Wood 9/11 su come l’elite ha polverizzato le torri e gli altri 5 se non sbaglio edifici del world trade center – anche il movimento per la verità sull’undici settembre è u falso (le cariche ..la thermite) ..un depistaggio – 47 colonne di acciaio strutturale gigantesche, saldate tra loro (the core) che vengono giù in compressione (roba da dementi) – solo un’arma DEW può polverizzare la materia in quel modo. I banksters hanno l”energia che nicola tesla voleva donare all’umanità, e loro la utilizzano per distruggere. Guarda ritorno al futuro di robert zemeckis su you tube: “back to the future 9/11” guarda il monolite nero (di stanley kubrick “2001” odissea nello spazio )- che è l’albergo milenium hilton hotel – l’elite di deparavati che governa la mente della GGGENTE!!! APPERICCCENA!!!!!! TECH ZOMBIE FONE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Riki 7 mesi fa

      le bombe atomic sono un deterrente, servono per far guadagnare i banksters! Spendono miliardi di euro in armi – la paura!!! I banksters sorseggiano champagne krug da 1000 euro la bottiglia e ridono… e la GGGGGGEEENTEEEE!!!!! legge i TTTTTGGGGGGGGG in tempo reale sul TECH ZOMBIE FONE e anche il meteo PORNO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Eugenio Orso 7 mesi fa

    Più che il tempo di superare la “russofobia”, sarebbe finalmente tempo di superare gli Stati Uniti!

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace