Un mostro omotransgiuridico in Parlamento

di Marcello Veneziani –
Trovo surreale e anche offensivo, in un momento così grave per la vita degli italiani, che il Parlamento sia impegnato martedì a varare una legge per punire il reato di omotransfobia. Una parola che già nel suono è assurda, oltre che cacofonica. Giro alla larga dagli scalmanati e dai fanatici e provo a ragionare su questa legge firmata da Alessandro Zan che sintetizza ben cinque proposte in merito, tra cui spiccano quelle di Ivan Scalfarotto e dell’ineffabile Laura Boldrini.
La legge prevede “la punibilità per atti discriminatori sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere”; punisce “l’odio omotransfobico”, inclusa la misoginia. E come ciliegina sulla torta istituisce un’ennesima giornata nazionale dedicata a gay, trans, lesbiche.

Non riprenderò la posizione dei Vescovi italiani contro questa legge liberticida, non riporterò le opinioni contrarie dei sovranisti (Berlusconi anche in questo caso è un po’ qui un po’ là, in posizione trans) e non ripeterò la battaglia di Pro Vita e Famiglia e di quanti sono scesi in piazza l’altro giorno a Roma davanti al Parlamento in difesa della libertà e della famiglia. Questa norma si salda con le precedenti leggi Mancino, Fiano, Cirinnà & C. tra antirazzismo e antifascismo per rinchiudere la società in un perimetro di filo spinato.
In primis è un oltraggio al diritto oltre che alla Costituzione, perché fondamento della Legge è l’universalità della norma, ossia l’applicabilità della legge nei confronti di ogni cittadino; mentre questa legge, come alcune sue precedenti, stabilisce una tutela speciale per alcune minoranze o categorie.
In uno stato di diritto chiunque offenda chiunque, lo mortifichi, lo minacci e lo aggredisca, è passibile di condanna commisurata al reato compiuto. Non se esprime opinioni critiche, ma solo se diffama, calunnia, insulta. Ci possono essere aggravanti o attenuanti specifiche, stabilite dal giudice, ma è una mostruosità giuridica stabilire che la violenza o l’insulto a un gay, a un trans, a una donna, a un nero, a un islamico sia “più reato” dello stesso insulto o violenza a un bambino, a un vecchio, a un genitore, a un cristiano, a un italiano, a una persona qualunque. La forza della legge è nella sua universalità, non prevede categorie privilegiate o più tutelate rispetto ad altre.

Oppositori della campagna omofobica

Invece dovremo dedurre che un reato contro un gay (o un trans) vale doppio rispetto a un reato contro un etero (o un cittadino maschio senza connotati particolari). Anzi in alcuni casi diventa reato solo se riguarda un gay o un trans. Un principio aberrante che è l’anticamera della subordinazione del diritto all’ideologia, della giustizia al politically correct. L’ideologia ugualitaria demolisce l’uguaglianza e l’equità.


Stabilire la tutela speciale di quelle categorie è poi un attacco alla vita comune e alla realtà naturale e civile. Una società giusta, sana, a misura d’uomo, riconosce e tutela la realtà naturale, sociale e famigliare, pur lasciando a ciascuno la libertà di vivere la propria vita, avendo come limite solo il rispetto delle leggi. Ossia tutela la famiglia, cellula primaria della società, le nascite e i nascituri, le tradizioni civili e religiose, la natura umana, da salvaguardare come le piante, l’aria, l’acqua e gli animali. Poi sul piano individuale e privato ciascuno è libero di vivere come ritiene, senza interferenze di alcun tipo, seguendo le proprie inclinazioni sessuali, sociali, culturali. Qui siamo invece all’esatto capovolgimento.
Una legge liberticida di questo tipo prevarica sulla democrazia e sulla libertà perché alcune minoranze hanno priorità rispetto alla maggioranza della popolazione e agli usi e costumi di un popolo adottati da sempre. Gay e trans hanno tutele speciali, giornate speciali, si configurano perfino reati d’opinione speciali se si esprimono giudizi critici su di loro. Nessuna legge speciale tutela invece la famiglia, la procreazione, gli eterosessuali. Tutto questo pur essendo inconcepibile avrebbe una tenue ragion d’essere in un paese dove fossero discriminati omosessuali e affini; ma da noi, ogni giorno, si palesa la presenza pervasiva e intollerante di lobby gay al potere, al governo, in Rai, nell’informazione; intere reti tv condotte da militanti della gayezza. Quindi stiamo parlando di una legge a tutela e gloria di una minoranza al potere, non emarginata o perseguitata…


Questo ascesso di fanatismo Politically Correct avviene proprio mentre i trombettieri nostrani del P.C. si accodano ai 150 intellettuali liberal Usa che hanno criticato il P.C. Ma la legge sull’omotransfobia non è un caso esemplare di abuso del politically correct? I P.C. nostrani vogliono imporre e monopolizzare non solo gli usi e gli abusi del P.C. ma anche la critica al P.C. Col grottesco argomento di Michele Serra che tocca a loro vigilare, visto che intellettuali politicamente scorretti, ovvero di destra, non esistono… Dunque a loro tocca sia imporre il politically correct che denunciarlo… Tra poco il ministro Boccia penserà a dotarli di una divisa.
Intanto negli Stati Uniti, giorni fa, veniva riattivata dopo tanti anni la pena di morte federale nel silenzio assordante dei manifestanti genuflessi. Come mai nessuno ha protestato? Perché il condannato a morte era un suprematista bianco che aveva ucciso tre persone ben 24 anni fa: e benché sia passato tanto tempo e sia dunque bestiale applicare la pena capitale a così tanta distanza di tempo, un suprematista può essere ammazzato come un cane; la pena di morte va revocata solo per altri delinquenti, magari neri; mica per quelli come lui.


Visto che ci siamo, attenti a denunciare pure i casi di covid-19 tra i migranti se non volete essere accusati di razzismo in basi alle leggi cugine a quelle sull’omotransfobia. Voi dunque capite perché queste leggi intrecciate e il fanatismo che le avvolge, riportano rabbiosi consensi anche a Trump e ai peggiori sovranisti…

Fonte: Marcello Veneziani

26 Commenti

  • Eugenio Orso
    20 Luglio 2020

    Diffondere il pattume liberaloide-libertaloide-radicaloide-sinistroide e punire chi si oppone rientra perfettamente nei compiti assegnati, dall’élite global-finanz-giudaica, alla famigerata “sinistra del costume”, detta anche radical chic e salottiera.
    La sottocultura della “sinistra del costume” + piattole radicaloidi e libertaloidi penetra ormai in ogni recesso della società, perché l’uomo ritiene più comodo, oggi, non pensare e non opporsi.
    Preciso che ciò vale per i cosiddetti semicolti, nutriti con avanzi di cultura, dogmi liberal-liberisti e mostruosità come quelle che si citano nell’articolo.
    Gli altri, sono disintegrati culturalmente e bestializzati con alcol, droga, musica da richiamo di ubruachi e tossici (moderni rulli di tamburi tribali), gioco d’azzardo di massa e slot, pornografia, eccetera.
    State pur certi che certe “leggi” passeranno, prima o poi, perché ormai l’abominio democratico e mercatista domina incontrastato.

    Cari saluti

    • Woland
      20 Luglio 2020

      Confermo citando dall’articolo
      “Col grottesco argomento di Michele Serra che tocca a loro vigilare, visto che intellettuali politicamente scorretti, ovvero di destra, non esistono….”
      Non so se esistano intellettuali di destra, di sicuro non è intellettuale il losco giudeo michele serra, perché per essere intellettuali bisogna avere un intelletto.
      E chi come lui ne è privo non ha facoltà né diritto di esprimere giudizi sull’intelletto altrui, al massimo può invidiarlo.

      • Laura
        21 Luglio 2020

        Ormai conviene tenere la bocca chiusa e la testa abbassata per non vedere non sentire perché non se sbagli un aggettivo come è successo successo a me, queste personcina molto civili ti insultano finché non sei costretta ad ammettere lo sbaglio e chiedi
        scusa, ma naturalmente con grande sdegno di chi ha assistito e invece di sostenerti ti ricorda che queste persone hanno sofferto molto per il loro cambiamento fisico e sbagliarsi è un errore imperdonabile.
        A questo siamo arrivati.
        Ricordo un suo bellissimo articolo
        di Eugenio Orso che come tutti i suoi articoli andrebbero incorniciati.
        Attenti alle terga.

    • atlas
      22 Luglio 2020

      l’agenda democratica giudeo massone prevede il contrasto a tutte le Leggi ispirate dalla retta ragione religiosa caro Eugenio

      riguardati dall’ateismo o l’alternativa è prenderlo in culo

      • Sandro
        22 Luglio 2020

        Non essere così fazioso. Essere atei o, meglio, agnostici, non vuol dire contrastare alcuni insegnamenti che provengono da varie religioni, ma solo metterne in dubbio l’origine Divina. A me, ad es, non “toccatemi” l’uomo Gesù di Nazareth che non gli hanno fatto fare la fine di Falcone solo perché non avevano ancora inventato la polvere da sparo. Mettersi contro il Sistema non è mai igienico.

  • marina
    21 Luglio 2020

    trovo necessaria una legge cosi…purtroppo….e dico purtroppo,perchè ancora oggi le barriere sociali,i giudizi dei ben pensanti,le violenze subite,sia fisiche,sia psicologiche e le innumerevoli difficoltà a cui le persone transgender devono sottostare,comprese le “critiche” e le “opinioni” che in quanto tali,sono soggettive e diritto di chiunque,ma che a noi,trans,categoria bistrattata da sempre….fa male,molto e da sempre…é ora che le cose cambino,e se non ci arriva l’intelligenza di una persona comune,be…allora diventa necessaria la “legge”…fatevene una ragione…e semmai,cominciate ad accettare e a includere,chi considerate “diverso” e allora,vedrete che si….questa legge diventerà inutile…fino ad allora…purtroppo…..é necessaria..

    • Kaius
      22 Luglio 2020

      Marina,schifoso finocchio malato di mente che non sei altro,i trans non sono “persone”,sono dei mostri,dei frankestain schifosi,abomini,malati di mente parafiliaci,aberrazioni e mostruosità contro natura che non NON DEVONO ESISTERE e che meritano la MORTE INSIEME a tutti i deviati di mente COME LORO.
      Non sono “”diversi”” sinisterello parafiliaco che non sei altro,propagandore transgendista malato di mente che in un paese con un pizzico di civiltà saresti stato arso per le GRANDISISSIME SCHIFEZZE da deviato di mente parafiliaco che scrivi sensa un briciolo di vergogna.
      No,non sono diversi,sono dei mostri ,dei malati di mente parafiliaci,abomini contro natura,dei Frankenstein e un gravissimo crimine e aberrazione contro l umanità che non deve esistere e che merita la morte
      È queste non sono “opinioni” questi sono FATTI OGGETTIVI.
      Continua la tua propaganda transgenderista.
      Ti sfido.

      • Kaius
        22 Luglio 2020

        Inoltre la ragione,la natura e il buon senso stanno dalla nostra parte,voi siete solo schifosi mostri,abomini contro natura,veri e propri Frankenstein parafiliaci.
        Anche le bestie sanno che il maschio va con la femmina e infatti i parafiliaci come voi in natura non esistono,siete la vergogna del genere umano.
        Non capite neanche se siete maschi o femmina e diventare dei Frankenstein parafiliaci.

      • Andromeda
        22 Luglio 2020

        Ma un po’ di pulizia?
        Possibile che qui ci possano scrivere anche quei Frankenstein abominevoli e parafiliaci come dice giustamente l utente sopra?
        Possibile che debba arrivare anche qui la propaganda transgenderista senza che nessuno metta alla forca quegli esseri schifosi,pervertiti,malati e rivoltanti una volta e per sempre?

  • mondo falso
    21 Luglio 2020

    Hanno aggiunto anche come reato denigrare i pedofili….. così vuole chi comanda il mondo e governi del mondo per soldi obbediscono

  • Sandro
    21 Luglio 2020

    Qualcuno si è dimenticato o non sa che dal 1975 esiste un reato non espresso denominato “incompatibilità caratteriale”* punibile non con il carcere ma con il confinamento coatto dagli affetti dei figli e parenti e di frequente con la povertà economica fino all’indigenza totale, di cui nessun giurista a messo il veto.

    Si, perché forse non tutti sanno che le famiglie, per essere annientate come da programma stabilito a tavolino, (il risultato di ciò che sta avvenendo è a dimostrazione) bastava che una collaborazionista di una ciurma di sconsiderati (i “furbi” di turno), di norma una bipede senza gonadi penduli , bastava presentasse questa “colpa”a carico del marito, accuratamente scelto come il migliore dei conoscenti, quella cioè il non essere “gemello” o copia identica a se stessa, ma solo di sesso diverso.

    Ciò era ed è possibile esclusivamente dopo che l’accusatrice fosse stata ingravidata almeno un volta dall’incompatibile caratteriale (molto compatibile prima della gravidanza) – condizione senza la quale nulla poteva essere messo “in cantiere” – , per chiedere l’annullamento della potestà del figlio al malformato caratteriale, secondo canone insindacabile della collaborazionista e, dunque, dalla famiglia, per far si che il minore potesse crescere secondo dettami dei governanti di turno e non solo.

    Ciò che sta avvenendo ne è il risultato, in quanto, essendo la prole cresciuta in tal modo, priva cioè di apprendimento (imprinting) paterno – indispensabile per una formazione caratterialmente equilibrata e consapevole -, trova difficoltà ad ostacolare il disegno degenerato in atto. Comunque questa manica di dissennati andò oltre. Infatti nel timore che qualche giudice ligio al suo dovere non avesse voluto accettare lo sfascio della cellula primaria di una società solo per capriccio di una collaborazionista oltremodo inconsapevole, precisarono, in seguito, che non sarebbe stata necessaria una motivazione per liberarsi del proprio inseminatore – meglio se “montone” per il tipo d’uso – e appropriarsi dei suoi beni (dimora e stipendio) ma sufficiente l’intenzione unilaterale dichiarata*.

    *la formula fantasiosa non più necessaria di “incompatibilità di carattere”, per sfasciare una famiglia presentata in mancanza di altro, è una formulazione importata dai nostri “amici” d’oltre oceano, di almeno un ventennio avanti a noi in quanto ad involuzione sociale. In quella terra, infatti, i morti ammazzati giornalmente con sparatorie à gogo, ne sono il risultato. E se non ci pensano le pallottole vaganti ad ammazzare la gente ci pensa lo Stato garantendo lo spettacolo ai sostenitori.

    * ”In linea teorica una separazione senza motivo non è ammissibile. La separazione deve essere sempre fondata su una ragione di intollerabilità della convivenza. Tuttavia, questa ragione non viene accertata dal giudice che si limita, esclusivamente, a prendere atto della volontà del coniuge – al momento della presentazione del ricorso – di volersi separare. Ma il semplice “disinnamoramento”, anche se inspiegabile e piovuto dalla sera alla mattina, non è considerato una colpa*. Questo significa che, se in astratto non è possibile separarsi senza un motivo, in pratica lo è. Eccome!”

    *viene esclusa a priori la patologia psichiatrica della proponente il “cambio di rotta”, altrimenti non si potrebbe affidare il minore, come avviene di norma, alla richiedente la separazione.

  • Monk
    22 Luglio 2020

    Ma se scrivo che i finocchi fanno schifo, gli ortaggi, mi internano in un campo di Pol Pot?

    • atlas
      22 Luglio 2020

      beh caro monk, se dico al telefono che attendo dei cavalli in albergo mi vengono ad arrestare. Perchè i cavalli, gli animali, possono essere consegnati più ragionevolmente in un maneggio, cosa che quel maneggione in servizio ad Arcore da Berlusconi evidentemente non capiva

      piuttosto quel che capisco io è che tutto si fa per interesse. E se non fosse che poi sarei discriminato in Tunisia mi farei omosessuale anch’io per non andare controvento come ho fatto in tutta la mia vita e vivere più sereno ora che ho una certa età e meno forza per combattere

      mi farei itali ano e abbandonerei l’idea del Regno delle Due Sicilie liberato dai liberali. Scoprirei insomma quanto è bello prenderlo nel culo …

      • Sandro
        22 Luglio 2020

        Beh, se tanto mi da tanto, sarebbe meglio farsi nominare ciambell’ano. Vieni anche pagato! Sempre nel rispetto di quelli veri, che ci credono.

    • Sandro
      22 Luglio 2020

      Per non dare adito ad intenzioni provocatorie e uscirne indenne, in barba alla legge e fare bella figura, dimostrandoti acculturato, pur alludendo ai soggetti di cui trattasi, potresti dire:”a me i fenocùlum – dal latino – , quelle piante erbacee della famiglia delle ombrellifere, dai fiori gialli usate come rimedio per esalare flatulenze, fanno schifo.”

  • Kaius
    22 Luglio 2020

    L omofilia come tutte le altre parafilie va punita con la MORTE.
    Vanno messi a MORTE anche tutti quegli schifosi deviati di mente PRO OMOFILIA o qualsiasi altra parafilia.
    Non mi stancherò mai di scriverlo.
    Per il resto qui parliamo della NATURA,della ragione,del buon senso perfino le bestie sanno che il maschio va con la femmina.
    Spero che torni presto la pena di morte per tutte le parafilie e per chi le supporta.

    • atlas
      22 Luglio 2020

      concordo kaius. E grazie di avermi risparmiato di rispondere all’ateo in questione. E’ proprio vero che a volte le chiacchiere stanno a zero

      • Kaius
        22 Luglio 2020

        Alla fine l ateismo è una religione,una “credenza” che odia la religione.
        Piuttosto mi chiedo per quale motivo quel finocchio transgenderista di sopra abbia messo piede su questo sito.
        Beh ci faremo grosse risate.

  • ezio canfarellii
    23 Luglio 2020

    l’articolo meriterebbe anche una discussione, un approfondimento…. Poi ho letto i commenti: siete praticamente dei passi esaltati (Klaus il capetto, il ducetto) e a questo punto la legge diventa necessaria

    • Andromeda
      23 Luglio 2020

      Enzo Canfarelli sei solo un deviato di mente,un mostro pro omofilia che merita di essere perseguitato solo per le oscenità immonde che scrivi.
      Presto tutti i pochi parafiliaci come te saranno eliminati dalla faccia della terra,non meritate di esistere e soprattutto non dovete esistere.

  • ezio canfarellii
    23 Luglio 2020

    pazzi, pardon

  • Kaius
    23 Luglio 2020

    Ezio Cacchiarelli innanzitutto schifoso finocchio analfabeta si scrive “pazzo” non “passo”,il passo è quello che faccio io sulla tua faccia da finocchio sporca di sborra che ti ritrovi .
    2 Pazzo esaltato ci sarai tu e il mostro transgenderista che ha scritto sopra(basta leggervi per capirlo).
    Ma oltre che questo,sei anche uno schifosissimo deviato di mente pro omofilia,transgerista e forse anche pedofilo,,feccia che dovrebbe essere arsa col fuoco solo per le depravazioni disumane e contro natura pro pedo/trans/omofilia che I FROCI SCHIFOSI malati di mente come TE supportano.
    Si ci vorrebbe una legge,una legge per mettervi a morte tutti,ma sono sicuro che arriverà e a quel punto ne potremo parlare faccia a faccia frocetto.
    Anzi perché non vieni a Napoli a piazza Dante così ne parliamo per bene eh deviato di mente omofilo?Non ti avvicinare ai bambini però se no asfalto sul suolo le tue membra frocesche.
    Come ho sfidato il trans,sfido anche te schifosa feccia deviata di mente pro omofilia.
    Prova a mettere in discussione quello che ho scritto sopra,caccia gli argomenti,le prove,i fatti.
    Insomma verme vigliacco parafiliaco che non sei altro,almeno prova a ribattere non uscirsene con queste frasi fatte come un verme…..frocio!:,D
    Coraggio prova a ribattere deviato di mente pro omofilia che il capetto ducetto ti strappa le palle(che non hai)e te lo ficca nella trachea sfondata che ti ritrovi
    Feccia che pro omofilia, MALATI DI MENTE,MOSTRI SCHIFOSI E ABOMINEVOLI come te che vengono a sporcare siti come questi con la loro propaganda vergognosa trans/omofila meritano solo il rogo.
    Feccia che non capisce neanche che il maschio va con la femmina,feccia più schifosa delle bestie stupratrici al quale è chiaro questo concetto.
    Dedico questa a te e all altro omofilo sopra nell attesa che vi venga una malattia venerea mortale!
    https://m.youtube.com/watch?v=oBIiOEP3_nw

    • Kaius
      23 Luglio 2020

      Inoltre sempre per puntualizzare si ducetti, nel vostro caso anche frocetti, sono quelli che si travestono da Mussolini e vi spianano l ano a 360 gradi.
      Inoltre Cazzarelli fino a prova contraria la dittatura pedo/trans/omofila che spesso coinvolge anche il rapimento,lo stupro e la mutilazione di bambini (BAMBINI) innocente la portano avanti i deviati di mente parafiliaco come te.
      Questi sono i fatti

      https://ontologismi.wordpress.com/2019/02/08/lamore-vince-arrestati-due-grandi-finanziatori-del-mondo-lgbt-per-pedofilia-e-abusi-sessuali/
      DUE GRANDI FINANZIATORI LGBT ARRESTATI PER ABUSI SESSUALI SU UN MINORE.
      Mi raccomando ti sfido sempre a ribattere,che ho ancora tanto da postare e sarebbe noioso senza distruggere le diavolerie frocesche di qualche pervertitore/propagandore che va contro natura.

Inserisci un Commento

*

code