Un mondo di bugie

Parola d’ordine a marzo 2022: disinformazione.

Definizioni del termine:

La disinformazione è la manipolazione dell’opinione pubblica, a fini politici, con informazioni trattate con mezzi subdoli”. Vladimir Volkoff

Quali sono le maggiori fonti di disinformazione nel mondo?

Gli Stati
Le multinazionali
I media sotto il controllo di gruppi di interesse, lobby di influenza e politici.

“Puoi ingannare tutte le persone qualche volta, o alcune persone tutto il tempo, ma non puoi ingannare tutti tutto il tempo. (citazione attribuita ad Abraham Lincoln)

“Più una bugia è vicina alla verità, più efficace è; e la verità stessa, quando può essere usata, è la migliore delle bugie” (Isaac Asimov)

È bastato che un Capo di Stato denunciasse l’impero della menzogna perché l’intera macchina diventasse isterica e prendesse di mira tutto ciò che non emana dai suoi tentacoli.

Decenni molto prima del 2022, persone sveglie o dotate di straordinario pensiero critico e forte intuizione avevano nutrito seri dubbi sulla versione ufficiale e ridicola del vile assassinio del presidente John Fitzgerald Kennedy, il programma Apollo (1961 -1972), il famoso “ star wars” o Strategic Defense Initiative (SDI), la frode elettorale che ha portato al potere padre e figlio Bush, gli attentati sotto falsa bandiera dell’11 settembre 2001, il lieve e della guerra in Afghanistan (2001-2021), il scandalosa estromissione di José Maurício de Figueiredo Bustani, primo direttore generale dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, la fiala piena di urina umana presentata come arma di distruzione di massa (WMD) da Colin Powell al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, e che servì da pretesto per l’invasione dell’Iraq, gli attacchi sotto falsa bandiera attribuiti al terrorismo islamista, poi le vere o finte organizzazioni terroristiche come Al-Qaeda/Daesh affiliate ai servizi speciali di intelligence, la fiction di Bin laden, le storie false della cosiddetta Primavera Araba (designazione controllata), l’isteria antilibica poi antisiriana, l’isteria anti-iraniana e la propaganda anti-coreana, la propaganda anti-cinese su quattro fronti, la russofobia residua della Guerra Fredda 1.0, la grande farsa del COVID-19 e la manipolazione planetaria attorno a questo tema creato da zero e a cui tutti i paesi sono stati costretti a partecipare volontariamente o con la forza.

Il sistema di disinformazione globale non tollera alcuna narrativa che sia indipendente o contraria alla versione che propaga, perché sopravvive solo grazie alla menzogna dentro la sua narrazione e all’illusione creata da questa.
Il sistema sopravvive finché miliardi di persone ci credono e aderiscono alla narrazione della realtà imposta, camuffando una realtà sordida dove la schiavitù è peggiore di tutte le forme di schiavitù che l’umanità ha conosciuto fin dai primi gruppi umani più o meno organizzati .

L’arroganza delle élite che si nascondono dietro una parvenza di impero non ha limiti se non quello, infinito, della loro avidità. Non hanno alcuna forma di morale e odiano qualsiasi forma di etica. Vivono di scissione, divisione, conflitto e guerra e non possono concepire un mondo diverso da quello in cui devastano.

Manipolazione e controllo

Come individui, è nostro dovere morale verso l’umanità denunciare il male in quanto tale, indipendentemente da qualsiasi affiliazione o background nazionale, etnico, religioso, ideologico o di altro tipo. Il male ha creduto di trionfare più volte nel corso della storia, ma non potrebbe mai durare. La verità trionferà sicuramente un giorno.

Lo sciacallo sogghigna, anche morto.

Fonte: Strategika 51

Traduzione: Gerard Trousson

3 Commenti
  • flores
    Inserito alle 19:38h, 12 Marzo Rispondi

    La non-verità è ontologicamente il non-essere, ossia il nulla. Ma il nulla è, in quanto è il negativo dell’essere. Nulla ed essere sono strettamente legati. Quando però l’essere si oppone, il nulla ritorna nulla. In altre parole: la menzogna ha sempre le gambe corte che prima o dopo si spezzano. Purtroppo per necessità la storia possiede ritmi lenti, ma credo che ormai siamo alla resa dei conti: la menzogna non può prevalere, poichè essa è il non-essere.

  • Manente
    Inserito alle 00:09h, 13 Marzo Rispondi

    “È bastato che un Capo di Stato denunciasse l’impero della menzogna perché l’intera macchina diventasse isterica e prendesse di mira tutto ciò che non emana dai suoi tentacoli.” Questo capo di stato si chiama Putin e le conseguenze della denuncia dei crimini perpetrati dalla cabala anglo-sionista potrebbero essere catastrofiche per l’impero della menzogna e salvifiche per tutti, anche per i popoli occidentali oppressi dagli scherani della finanza di usura. Da qui il panico l’isteria anti-russa di quanti in occidente temono di essere travolti dalle loro stesse trame. Confidiamo in Dio Onnipotente che la spada di San Michele Arcangelo possa fare Giustizia anche nella nostra sventurata Italia !

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 10:58h, 13 Marzo Rispondi

    Reuters… colosso agenzie internazionali informazione… “nutre oltre 140 testate giornalistiche più influenti al mondo”… la Bocca della Verità!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Inserisci un Commento