Un milione di ucraini all’estero potranno ricevere il passaporto russo

Dopo il decreto del regime ucraino con cui si nega ai consolati ucraini di rilasciare i documenti agli espatriati ucraini in età di leva (fino ai 60 anni), la mossa di Putin spiazza le autorità ucraine.
Il presidente russo Vladimir Putin potrebbe offrire agli uomini ucraini all’estero, ai quali Kiev ha rifiutato di rilasciare i documenti, di ottenere un passaporto russo, ha detto l’ex consigliere dell’ufficio di Zelenskyj Alexey Arestovich*.

“Putin farà sapere: se l’Ucraina non ti dà il passaporto, allora saremo noi a fornirti il passaporto russo, in presenza di requisiti.

Dei 10 milioni di ucraini espatriati all’estero, un milione di questi potrebbe facilmente richiedere un passaporto russo. E Putin ottiene un super asso nella manica.

Ad esempio, cosa potresti raccontare delle atrocità nei territori [della nuova Russia], se le persone venissero volontariamente per ricevere passaporti russi? Ciò creerà un precedente dal quale non sapremo come uscire”, ha sottolineato Arestovich.

Il destino a cui gli ucraini all’estero vogliono sfuggire

Nota: Questo provvedimento eviterà a molti cittadini ucraini la deportazione forzata verso il fronte per essere utilizzati come carne da cannone dalla giunta di Kiev che ha disperatamente bisogno di nuovo personale.
Il governo polacco si è già dichiarato disponibile a collaborare per il rimpatrio obbligatorio dei cittadini ucraini rifugiati nel proprio paese. Con un passaporto russo in tasca queste persone non potranno più essere obbligate a rientrare.

Fonte: rusvesna.su/news

Traduzione e nota: Sergei Leonov

16 commenti su “Un milione di ucraini all’estero potranno ricevere il passaporto russo

  1. Bel colpo! Così si toglie l’acqua al pesce e, più che l’acqua, si riduce ancora il numero della “carne da cannone” ukronazi, perché è chiaro che quelli che sono fuori dall’ukraina non vogliono morire.

    Cari saluti

  2. Dimostrazione che la Federazione Russa è generosa (troppo buoni!), ma anche che non ha assolutamente bisogno di nuove “reclute”, a differenza di qualcun altro …

    Cari saluti

  3. Scacco Matto! La Russia dovrebbe offrire la cittadinanza a tutti i 10.000.000 di ucraini in Europa scappati dalla guerra.

  4. Mossa vincente di zio Vlad, che ha un contenuto politico e umanitario e mette in crisi non solo il pagliaccio sanguinario Zelenskyller, ma anche i fantocci europei accodati e asserviti agli U.S.A. Fra cui si distinguono i polacchi: straccioni, aguzzini, mercenari, interessati solo a compensazioni finanziarie, a spese UE: e territoriali, in conto da regolare con i farlocchi ucraini. Se la vedranno fra di loro: botte da orbi, a mani vuote e Paesi devastati letteralmente o economicamente.

  5. Possiamo chiedere anche noi il passaporto Russo? Noi che non ci sentiamo parte di questa Italia e Europa fascista che sta viaggiando verso il nazismo!

  6. Complimenti ai diplomatici russi, bella contromossa! Porterà tanti a pensarci! E soprattutto meno carne da cannone al fronte a perire inutilmente.

  7. Se la notizia che 10 milioni di uomini Ucraini costretti a rientrare con la forza in Ucraina per morire per colpa del dittatore Zelescky e ache per colpa degli USA e di Biden possano rifurgiarsi in Russia sarebbe una ottima Notizia !

  8. Grande Lo Tsar Putin … Ucraini eravate Russia … La Madre Russia vi Accoglie Difende e vi dà Vita e Lavoro … l’ Occidente vi Ruba la Vostra Terra le Vostre Donne i Vostri Figli la Vostra Vita ( la fine che ha fatto l’ Italia con Prodi e Draghi che ci hanno svenduti ai Rockfy Rotschy … ormai l’ Italia è dei Nasuti di London Kazary )

  9. Mentre Anthony “chihuahua” Blinken in Cina faceva la figura di quello che non contava niente, i ministri della difesa russo e cinese Shoigu e Dong Fun si incontravano ad Astana in Kazakhstan, al margine dell’incontro degli omologhi della SCO, e mettevano a punto la profonda cooperazione militare tra le due potenze e probabilmente pure quella con l’Iran, come pure questo fa con la Corea del Nord.
    Putin tra pochi giorni andrà in Cina, quindi si può dire che il viaggio dell’ebreo Blinken in Cina e quello dell’agente dei Rothshild Cameron in Asia centrale erano solo fumo negli occhi per non far vedere che gli ebrei ormai a livello globale non contano niente, sono odiati e disprezzati da tutti, anche dai giovani occidentali che manifestano contro il genocidio di Gaza spesso assieme ai loro professori universitari e per questo vengono spesso pestati ed arrestati dai poliziotti agli ordini dei politici asserviti all’entità sionista, politici che se sono di sinistra sono perlopiù ebrei soprattutto negli USA ma non solo, se sono “moderati” nel senso di atlantisti e liberisti sono comunque collegati con il loro partito al Likud del vecchio premier pazzo e genocida di Tel Aviv.
    Tra l’altro le tecniche di arresto delle polizie occidentali sono le stesse usate dai militari sionisti sui palestinesi, i quali poi vengono torturati ed eliminati, segno che le polizie dei paesi asserviti a Sion vengono addestrate da ufficiali sionisti.
    Quando si afferma che non tutti gli ebrei sono sionisti mente per semplici ragioni matematiche, in Europa è rimasto un milione scarso di ebrei sempre più anziani e mescolati, negli USA sono 3 o 4 milioni, in gran parte con doppia cittadinanza sionista e spesso sono gli stessi che vivono in Palestina con doppia residenza.
    Il resto degli ebrei americani sono molto ma molto diluiti, quindi gli ebrei con entrambi i genitori tali sono perlopiù quelli che occupano la Palestina e tramite i loro parenti diluiti controllano l’occidente allargato, includendo paesi come Australia, Argentina e perfino Giappone.
    C’era una robusta colonia ebrea fino al 1949 pure a Shangai in Cina, forse è per quello che Blinken è andato lì, per cercare di individuare eventuali golpisti anti Xi jin-ping, ma i comunisti li avevano fatti scappare.
    Invece la propaganda sionista che dice che la Russia sta perdendo la guerra e la Cina è fallita nell’occidente ristretto prova che i sionisti ne hanno il completo controllo, almeno fino a che esisterà l’entità sionista.

    1. Finalmente si dice che il cosiddetto occidente, o impero del male assoluto, è governato “de facto” dagli ebrei, tal che un esiguo gruppuscolo di sabotatori, complottatori settari, ladri, usurai, assassini e malviventi ha un potere molto vicino a quello assoluto su un miliardo o quasi di goyim.

      Cari saluti

  10. La maestria del popolo russo, e di Putin, nel gioco degli scacchi, trasferita a livello geopolitico ! Grande ! Un altro boccone indigesto per gli ucro-nato e tanti altri ne seguiranno !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM