Un leader africano denuncia il neocolonialismo dell’Occidente e la nuova tratta degli schiavi

di Muhanmed Konaré

Ci sarà prima o poi qualcuno che ha il coraggio di aprire un dibattito sulle cause de L’IMMIGRAZIONE di massa che in realtà è una deportazione di massa..una nuova tratta degli schiavi fatta dal capitalismo criminale..
Certamente non quelli che ne traggono profitto e ne sono complici.

Perché voi siete tutti complici e sottomessi (politici, gionalisti, i cosiddetti intellettuali)..dei crimini contro l’umanità perpetrati in Africa e nel mondo da questa oligarchia criminale che non è altro che il potere feudale occidentale che elaborò la tratta degli africani, i lavori forzati, la colonizzazione e il neocolonialismo..
Il problema dell’Africa è esplosivo c’è un miliardo di persone in Africa e in particolare in quella sub Sahariana e questo creerà la partenza forzata di altri giovani africani anche quelli che non volevano partire saranno costretti a farlo.

Gioovani africani oggetto della nuova tratta degli schiavi


Quelli che vedete qui sono lo 0,0001% della gioventù africana, ci sono circa un miliardo di persone in Africa e i 3/4 sono giovani.
Noi ci battiamo per far liberare l’Africa dal brigantaggio internazionale legalizzato dalle istituzioni messo in piedi dall’elite dominante per attaccare altri popoli….per destabilizzare l’Africa e sfruttarne le risorse.
O si cambia paradigma o finirà male, tutti i giorni ci sono movimenti insurrezionali, ……..i giovani africani oggi sono tutti consapevoli di quello che sta accadendo nel mondo. Tutti i giorni ci sono ragazzi africani che tirano le pietre contro i miltari francesi….
Ci sono mercenari in Africa che attaccano da tutte le parti ….che massacrano popolazione civile con la conplicità dei governi europei.
Sarete dannati voi e la vostra discendenza per l’eternità..
ASSASSiNI
!

https://www.youtube.com/watch?v=_Js9IIYv8pA
Tratto da interviste di Muhanmed Konaré, leader e portavoce di un Movimento Panafricanista che si batte per l’affrancamento dell’Africa dal neocolonialismo francese e statunitense.

6 Commenti

  • Max Dewa
    30 Settembre 2019

    Se avesse I coglioni veramente questo prode dell’ugola e se ci tenesse veramente a svuotare I’ll Sacco che I’ll budello si svuoti una buona Volta sto cioccolatino invece di dare LA colpa ai Francesi dovrebbe dire chi sono i veri padroni della Francia I veri padroni di Macron quelli che l’hanno messo all potere e cioe’ gli Ebrei Rothschild e l’ Ebreo Attali vero padrone di Macron LA Francia come l”italia e’ una colonia ebrea in piu LA Francia ha LA piu potente massoneria mondiale I’ll grande oriente Massonico che decide tutto in base agli Ordini Ebrei e’ da Secoli che LA chiesa ,Celine, Henry Ford ecc lo dicono, I francesi che come popolo hanno gia’ i loro problemi con Macron quel poveretto Che con Fazio insieme sembravano 2 finocchietti perbene educati innocui da 2 invertiti del Genere cosa ci si puo aspettare mai ! a loro I negretti fan comodo

  • atlas
    30 Settembre 2019

    io so che noi Duo Siciliani, COSTRETTI dall’invasione piemontese occupante, stragista e rapinatrice non abbiamo mai avuto nè consultori nè mediatori culturali nè sussidi da nessuno, ma solo odio

    e le cause erano le stesse: massoneria inglese, un re che parlava francese e Rothchild

    https://www.youtube.com/watch?v=pHck_sCKuQw

  • Idea3online
    1 Ottobre 2019

    ….e le persone sono le stesse, infatti Apocalisse 1:7 dice:
    Ogni occhio lo vedrà; lo vedranno anche quelli che lo trafissero.

    Riflessione:
    Chi trafisse Gesù? Se Apocalisse dice che lo vedranno dopo più di 2000 anni gli stessi che lo trafissero più di 2000 anno fa……è chiaro a chi si riferisce Apocalisse 1:7…….il Tempo è trascorso ma non è cambiato niente, solo gli indumenti, la moda, ma tutto è rimasto inalterato, tutto segue un ritmo sequenziale, in 2000 anni niente è cambiato, solo in apparenza ma la sostanza è sempre quella, la lotta tra il Bene ed il Male, la lotta tra i figli della Luce ed i figli delle Tenebre.

  • Silvia
    1 Ottobre 2019

    Certamente ci sono quelli che ne approfittano, ma non e’ una tratta degli schiavi. Gli africani vengono volontariamente, avendo saputo che siamo obbligati ad accoglierli

  • Max Dewa
    1 Ottobre 2019

    E poi magari credete pure alla favola che sti africani pagano 1000 – 2000 euro agli scafisti ,per venire in Italia , cazzo tra un po non CE li hanno gli Italian I 1000 euro di risparmi figuriamoci sti afrikani con le pezze al Culo , la verita’ e ‘ che IL viaggio e’ finanziato dalle ONG di Soros L’ebreo ,lui e’ solo I’ll Tramite LA testa di Turco che si Becca gli accidenti Un po come lo era Stalin in Russia I’ll capro espiatorio ma dietro ci sta LA gidaglieria che lavora incessantemente la giudaglieria delle banche dei media ( Saviano L’ebreo) e delle Borse E’ LA schiatta Ebraica che pompa denaro a profusione, i cellulari I vestiti tutto pagato dagli ebrei hanno portato I Negri in america figuriamoci se non li portano da noi LA Sicilia dista uno sputo dall’afrika , ma a me sta bene cosi basta che lo si dica apertamenteChe gli Italiani devono sloggiare Ohhhhh !

    • atlas
      1 Ottobre 2019

      proprio Venerdì mattina passeggiando per Tunisi centro con un’amica ho notato l’insegna di un’ufficio che fornisce pratiche gratuite a tunisini che vogliono venire quì

      no, non è finanziato da Soros, è proprio del regime di Roma (!)

      decisi di salire con la mia amica tunisina e vedere di che si trattava. La scusa era che volevo dare un invito per un visto turistico di qualche giorno per lei (figuriamoci, brava donna, ma palla al piede lì, pensare di portarla anche quì ? Difficile). Ad accoglierci una bella ragazza con velo, segretaria, che spacciava qualcosa della lingua toscana (io invece, a ricordarle la sua origine e poca confidenza continuavo a parlare tunisino …). Poi, dal caffè sotto arrivò lui, Shuàib (se lo si conosce si prega di evitarlo), il responsabile. Ci dice di avere la cittadinanza di questo disgraziato paesello e di andare e venire da lì a quì tranquillamente e frequentemente. Sullo sfondo dell’ufficio, molto scarno, oltre alla cartina della penisola (sempre più disgraziata), lo striscione con scritto CISL-FROSINONE. Aggiunge che loro trattano direttamente le pratiche con l’ambasciata, sono un ‘patronato’ (quindi con le tasse dei lavoratori di quì sostengono gratis i tunisini che da lì vogliono venire quì, soprattutto tramite il ‘ricongiungimento famigliare’)

      una parola di quà e una di là mi disse, da giovane, ma non giovanissimo qual’era, che il ‘socialismo’ ormai non esiste più e che il capitalismo è sempre migliore. Gli feci notare che il partito del padre della liberazione tunisina (il suo paese) dai francesi, Habib Bourghiba, era il Partito Socialista Costituzionale e che Ben Ali con il Raggruppamento Costituzionale praticamente ne seguì quella politica

      finito il discorso

      ha cominciato che era musulmano, non salafista (ma ho capito che era della fratellanza di al nahda), che suo padre fu espulso dalla Tunisia con Ben Ali, che alla madre la polizia politica strappò il velo, ma non mi lasciò il tempo di dirgli che dopo 7 anni di polizia a me la democrazia mi aveva messo in carceri speciali per altri 7

      quindi (?)

      questi sono i democratici d’importazione, di cui abbiamo le associazioni piene quì, non soltanto dei nostri

      e in pratica ? In pratica questa è la democrazia: puoi parlare acriticamente SOLO all’interno dell’alveo democratico, ma NON puoi sostenere un’idea alternativa alla democrazia.

      Cioè: la democrazia è un cazzo in culo (è palese): puoi dire di non rigirarlo dentro forte, ma NON puoi dire di toglierlo da lì

      se no finisci ad Abu Ghraib

Rispondi a atlas cancella risposta

*

code