"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

“UN GIORNO DI ORDINARIA FOLLIA”

di  A. TERRENZIO

Come ormai tutti sappiamo, la citta’ di Macerata, in questi giorni, e’ stata travolta da due tragici eventi che l’hanno portata all’attenzione della cronaca nazionale.
Un giovane con probabili problemi psichici ha fatto fuoco nella giornata di sabato scorso su migranti africani ferendone una decina.
Il gesto e’ arrivato dopo l’omicidio raccapricciante di una giovane diciottenne da parte di un nigeriano che dopo probabili abusi sessuali l’avrebbe fatta a pezzi. I resti del corpo straziato della ragazza, sarebbero stati riposti in due valigie e ritrovati dalla polizia, alle porte della citta’.

Ad aggravare i dettagli del delitto anche l’intenzione da parte del nigeriano di sciogliere il corpo della giovane nell’acido, per fare perdere le sue tracce. Le indagini intanto sono in corso e pare che l’immigrato irregolare non fosse solo nell’appartamento dove si e’ consumato il brutale delitto. La “risorsa” nega il delitto.
L’italiano che ha sparato ha, invece, spiegato agli inquirenti di aver voluto fare giustizia della giovane uccisa, colpendo i migranti del giro dell’omicida. Il primo e’ accusato di tentata strage con aggravanti razziali. Il giovane marchigiano pare fosse un “estremista di destra” e nel 2015 è stato anche canditato nel suo comune di provenienza nel partito di Matteo Salvini.
Come prevedibile, la canea giornalistica si è lanciata sul criminale italiano ignorando l’immigrato. La tentazione di strumentalizzare l’episodio da parte della sinistra è troppo ghiotta, del resto siamo in clima d’elezioni
Roberto Saviano ha definito Salvini il “mandante morale’” della mancata strage.

Luca Traini come scrive Luigi Iannone sul Giornale.it e’ quindi il “Fascista perfetto”, l’estremista che spara su poveri migranti e che col tricolore sulle spalle, rivendica il suo atto da “giustiziere”.
Solo dei bugiardi o degli idioti possono attribuire il gesto di una personalita’ sociopatica e “borderline” ad un intero partito politico come la la Lega o Casa Pound. Per lo stesso motivo saremmo portati a sostenere che se un elettore del PD uccide a martellate la moglie automaticamente Renzi e’ il mandante morale di un femmincidio. Una logica tanto perversa quanto delirante.
La volonta’ di analizzare, di osservare i sintomi di un malessere individuale e sociale, sono riposti in soffitta. Per loro c’e’ sempre un fascista che rappresenta il pericolo per eccellenza, la testimonianza viva e palpabile del “male assoluto”.

Nigeriano sospettato omicidio Pamela

Nessuna remora e nessuna domanda, da parte degli esponenti della sinistra mondialista, sui guasti del multicultarismo che genera mostri. Quasi il 65% degli italiani si dice contrario all’invasione e alla regolarizzazione di milioni di migranti ma per lorsignori questa non è una notizia.
La disperazione sociale, l’isolamento individuale, l’impossibilita’ di integrazione tra popolazioni molto distanti non e’ minimanente contemplata dai cantori della societa’ “senza muri”.

Si e’ partiti con la proposta della legge Fiano per arrivare ai comunicati della Boldrini a non votare Casa Pound o la Lega, fino all’appello del PdR Mattarella che ci dice che il Fascismo “non fece nulla di buono”.
Messaggi che hanno continuato a diffondere sentimenti divisivi nella nazione, cavalcanti un antifascismo che e’ davvero “l’ultima arma dei farabutti”, come sostengono Veneziani e La Grassa.

Questa classe politica, supportata dall’apparato mediatico e televisivo, continua a diffondere odio e divisione all’interno del Paese. Costringe gli italiani a subire orde di disperati che invadono la Penisola, e chi si ribella e prova a metterne in discussione l’assunto, viene subito tacciato di essere un intollerante e un potenziale elettore leghista, quindi un fascista.

Una campagna mediatica martellante che negli ulitmi tempi ha raggiunto livelli sempre piu’ isterici, fino ad arrivare al fattaccio di sabato scorso.
E se a pensar male spesso ci si indovina, dovremmo come minimo chiederci come mai questi “folli” fanno apparizione, quasi sempre, in periodi “programmati” .

Non diciamo altro, intelligenti pauca. Certo è che ad un mese delle elezioni lo spettro sempiterno dell’Ur Fascismo che si manifesta in un atto d’intolleranza serve ad alcuni e danneggia altri. Tuttavia, come ricorda Marcello Foa tale strategia potrebbe anche essere controproducente per le forze progressiste. Lo stato di esasperazione della maggioranza degli italiani resta, con o senza eventi tragici da strumentalizzare. I disagi della vita reale per questo modello di integrazione fallimentare sono piu’ forti di qualsiasi lezione di Roberto Saviano.

Antonio Terrenzio

*

code

  1. max tuanton 3 mesi fa

    Sul nigeriano che spezzetta un corpo di una giovane Christiana a voi cosa vi fa venire in mente ? Ariel Toaff ebreo (figlio del rabbino capo di Roma )ha scritto un libro che si puo trovare sul Web titolato” pasque di sangue” e parla di numerosi sacrifici di sangue di vittime Christiane FATTE nei secoli dalle comunita ‘ebraiche in occasione Della Pasqua ebraica ,ricordo anche che Israele e’al N1 al mondo ‘per traffico d’organi illegale .Su ” aaargh Italia” si puo trovare il libro di Toaff in PDF gratis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio 3 mesi fa

    Per rispondere a max tuanton: si, sono omicidi rituali, li fanno da sempre e chiedetevi pure dove vanno a finire tutti i bambini che spariscono ogni anno.. la pizzeria comet ping pong in america dovrebbe aver aperto gli occhi a qualcuno… sull’ articolo: giusto un deficiente come quel giudeo circonciso di saviano può dare del fascista a salvini il quale ha una lunga militanza comunista e la lega si sente di sinistra, non fascista.. ( tanto per far capire chi state votando, pure quel fesso di blondet che seguivo.. ).. e chiunque affermi che casapound è fasvista può fare il paio con saviano.. non sono fascisti, sono semmai fascisti da salotto.. a loro vanno bene tutte le politiche mondialiste come le nozze tra froci e via discorrendo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 3 mesi fa

      il tuo commento ‘mi piace’ anche se l’apposito indicatore di ‘mi piace’ a me non funziona. Anch’io ho smesso di seguire Blondet. Dopo anni (e lo conosco di persona, avevo anche il suo nr. di tel. privato). Ora censura i commenti; anche di altri suoi amici affezionati lettori. Con palese ingiustizia, cioè senza una motivazione valida. Ah, potresti scrivere allo sciroccato thailandese di Bergamo molto bassa che ‘Innocent’ è pure lui cristiano ? Mi sono troppo rotto i coglioni a rispondergli !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. The roman 3 mesi fa

    La vera follia e’ il fatto che questa risorsa non e’ nemmeno accusata di omicidio, ma solo di occultamento e vilipendio di cadavere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. giannetto 3 mesi fa

    I cattopédé, transformers degli antichi cattocomunisti, non sanno più come aggrapparsi sui vetri per inventare un fascismo inesistente. Come e quando mai la Lega ha valorizzato il Ventennio? Quali partiti giustificherebbero l’inclinazione perennemente fascista degli italici? Casa Pound? … Fatemi il piacere! non arriverà al tre % dei voti? Insomma, quali sono i referenti politici di queste valanghe di cripto-fascisti nostrani?… Ma sì, io lo so… stanno nel PéDé, che è dato attorno al 20 – 30 % dei voti dei pecoroni italici. I PéDé hanno nel corso del tempo inquinato tutto, grazie alla strategia gramsciana dell’ “occupazione progressiva delle casematte” – E neppure s’accorgono, ovviamente, di esser la causa della deriva confuso-onirica di troppe persone le quali, non sapendo trovare una vera alternativa alla peste bubbonica piddiota, più che la marcia su Roma mettono in azione Charles Bronson, diventato giustiziere del mezzogiorno di fuoco. Ed è veramente comico osservare l’animus del pecorone italico, che tifa in segreto per l’holliwuuuudiano Bronson (eroe della self made justice), ma fuor di fiction aborre il suo replicante nazionale, perché è un “fascista”. Che per di più è uno psicolabile, con diagnosi accertata, dicono, di “bipolare” (che in psicanalisi, mi sa, è una diagnosi-placebo)… Dunque come malato di mente dovrebbe avere le carte in regola per evitare il carcere ed essere avviato in una casa di recupero, o a qualche centro di risocializzazione che era stato prescritto perfino per il Berlusca. Ma figurati se la va a finire così. Per malati di mente come lui resusciteranno la Salpetrière!
    – Scusate se faccio lo spelling di PD alla francese, che suona PéDé, così colgo due piccioni con una fava: alludere a loro con la sigla e con la metafora che essa contiene, abbreviata: “peder…” – Mi risulta infatti che pure loro siano promotori della teoria gender, che in mia opinione è l’archetipo platonico del gay-lesbismo unificati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 3 mesi fa

      Saviano con a mondezza di gomorra si e’ arricchito ed e’ il mandante morale delle baby gang di mezza Italia,dovrebbe avere il pudore di tacere, ma i suoi padroni lo sguinzagliano e lui deve obbedire.E’ singolare il fatto che il negro non sia accusato di omicidio,in presenza di un omicidio,mentre il bianco e’ accusato di strage in assenza di una strage.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giannetto 3 mesi fa

        Del “plumitivo” Saviano è bello tacere.
        – Tu pensa che tra gli italici c’è gente “intellettuale” che valorizza la serie Gomorra come una specie di “alcaponata” nostrana. (il camorrista della “Sanità” insomma ha montato la gamma fino a pareggiare il mitico gangster di Chicago, rivisitato con fascino hollywuuudiano).
        – Non so i dettagli giuridici, ma certo il Traini è accusato almeno di “tentata strage”
        – Chi poi ha fatto fuori la ragazza? Non si sa. E perché? E come? Vedremo quando gli inquirenti ci informeranno dei loro teoremi.
        – Frattanto Innocent Lecter sembra scomparso dalla circolazione mediatica. Si sa che ha fabbricato perfino un figlio (figlia?) attraverso gestazione di una italica… Ho tristissimi presentimenti.
        … Lorsignori delle élites vanno avanti con il loro programma, scoglionando la gente e fottendosene di tutto e di tutti. Un vero schifo.
        – Nel loro programma naturalmente la “narrativa” ha un posto capitale. Viviamo infatti nell’epoca di Internet e delle tele news, strumenti perfetti per idiotificare la gente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. animaligebbia 3 mesi fa

          Ormai ne hanno le palle piene delle loro stronzate e il gioco e’ abbastanza scoperto.Mi auguro che alle prossime elezioni non facciano lo stesso errore dei francesi che , pur di non votare la “fascista” Le Pen si trovarono quel dito in culo che e’ macron

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. giannetto 3 mesi fa

            @Animaligebbia. -Ma che ripetano lo stesso errore non è improbabile. Leggo che la percentuale degli italiani che giudica “dannosa” (come e fino a che punto poi?… bisognerebbe approfondire qualche dettaglio) l’immigrazione incontrollata è del 60%…. SOLTANTO!!! – mi è venuto da esclamare. – Spesso noi viviamo nel mondo chiuso dei nostri compagni d’opinione, ignorando quelli che non lo sono, come se non ci fossero. Dunque anche noi cadiamo fatalmente nell’imperdonabile ingenuità del “wishful thinking”.
            – Il 60% di cui sopra è una maggioranza statistica, ma non basta affatto, secondo me, per garantire un’inversione, voluta “dal basso”, delle politiche accoglientiste. – Se poi penso che i PéDé si mangiano ancora da soli un quarto dell’elettorato italiano che va a votare, e un ottavo contando insieme votanti e non votanti, non mi pare un panorama ottimistico.
            – Nell’ordine dei fattori decisivi che fanno traboccare come ultima goccia il vaso della nostra rovina nazionale avevo messo per primo “l’immigrazione”, al secondo posto “l’euro”, al terzo l’impasse politica autoctona che obbliga i partiti a cercare l’inciucio per arraffare ciascuno scampoli di potere… secondo la logica una cosa a me una cosa a te.. Spero che questa terza via funzioni, non perché desideri veder l’Italia precipitar nella rovina, ma proprio per il contrario, perché le situazioni di emergenza, come l’ingovernabilità latente e cronica PROMOSSA da questi politicanti, TUTTI UGUALI (buoni solo a far disastri per noi mentre loro si fanno la bella vita alle nostre spalle), obbligano finalmente la gente a trovar soluzioni per sopravvivere e dunque uscire da cui de sac intollerabili.

            Mi piace Non mi piace
          2. citodacal 3 mesi fa

            @Giannetto
            Proporrei l’euro – ed evidentemente questa UE – come causa primaria attuale, poiché un minimo di tendenza all’immigrazione, doverosamente controllabile, fa parte d’un certo fisiologico spostamento sociale: ma quella macroscopica e aberrante indotta dall’euro (e da tutto quel che vi sta dietro), come ci ha indirettamente ricordato di recente (bontà sua…) Madame Bonino “Pumpbike” è volutamente progettata non soltanto per disgregare l’identità culturale delle comunità nazionali, ma anche per fornire la manodopera sotto forma d’esercito industriale di riserva ed operare la compressione salariale (una manovra di vero e proprio colonialismo, mascherato con tutte le ipocrisie buoniste mondialiste – ci sarebbe da chiedersi se tutto quel 60% sia consapevole di ciò, oppure esprima sull’immigrazione un giudizio ch’è negativo solo a pelle).
            Che l’ipocrisia incapace delle classi dirigenti s’inserisca a nozze in questo quadro è conseguente: non dovendo fattivamente rendere conto all’elettorato – se non nei termini di sparate di programma preventivo – si dedica al “mercato delle vacche” ad uso e consumo suo interno.

            Mi piace Non mi piace
          3. citodacal 3 mesi fa

            p.s.: Era “Bikepump”… (me sto a rincojonì).

            Mi piace Non mi piace
      2. atlas 3 mesi fa

        E’ singolare il fatto che il negro non sia accusato di omicidio,in presenza di un omicidio,mentre il bianco e’ accusato di strage in assenza di una strage

        ormai l’ho postata su FB, per i diritti d’Autore è tardiii

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. animaligebbia 3 mesi fa

          Fa niente,Atlas,e’ un piacere essere citato,ma la prossima volta di corsa all’ufficio brevetti (o come cavolo si chiama )

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. XD 3 mesi fa

        Perfettamente ragione!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. giannetto 3 mesi fa

    @ citodacal – in relazione al tuo intervento “Proporrei l’euro…” – Concordo su tutto ma sfumerei sulla massa d’importazione in quanto “esercito industriale di riserva”. Perché:
    1. è già adesso eccessiva per questa funzione. Dunque non si vede la necessità di migliaia di nuove importazioni al mese, quando gli altri paesi, invece, han chiuso le frontiere.
    2. abbiamo un tasso medio di disoccupazione autoctona che oscilla tra il 10 e il 20%. Se già solo si desse lavoro ai nostri disoccupati, l’accoglientismo presenterebbe un visibile surplus. Ma lavoro non c’è, si dice. Dunque? … Dunque le “risorse” sono le riserve di altra disoccupazione, per il momento. Sono disoccupazione aggiunta.
    3. Mi si può obiettare che invece le risorse sono concorrenziali alla nostra mano d’opera perché costano di meno, e contribuiscono ad accrescere la “nostra” disoccupazione. Può esser vero, ma solo in parte. Le vere ragioni, ovunque, di alti tassi di disoccupazione, sono altre. (insomma l’economia è stagnante per sovrappoduzione capitalistica, per concorrenza intercapitalistica e perché insomma non si vende).
    4. Risponderei ancora che non so come è realmente quantificabile un tale scambio di manodopera tra l’autoctono e la risorsa…. non ho sotto mano le statistiche, generali e settoriali, e non sono un economista-sociologo che saprebbe interpretarle. In ogni caso:
    a. occorre tenere in conto il relativo divario delle competenze lavorative, che è immenso.
    b. occorre tenere in conto che la mano d’opera generica è sempre meno appetibile, per concorrenza delle macchine (la Svezia ha un sacco d’immigrati di cui, lavorativamente, non sa che farsene).
    c. basta guardarsi in giro per strada: vedete le risorse bighellonare a centinaia, accattonare, darsi a traffichetti ecc. ecc.. Ci sarà, naturalmente, anche chi lavora, ma i mantenuti mi sa che son ben di più.. Che lavoro faceva, ad es., Innocent Lecter? … Ah! il pusher!
    5. Superata eventualmente l’impasse del tasso di disoccupazione autoctono, il discorso “esercito di riserva” potrebbe ipoteticamente venir buono per un x, ma non prossimo, futuro…
    a. questo infatti suppone una ripresa e crescita economica globale cui partecipi anche il nostro paese. Ce la vedi imminente? Io no. Ce la vedi probabile, oltre che auspicabile? Io no. Nel qual caso le nostre “risorse” saranno mano d’opera schiavile tipo i bambini indonesiani. E noi invece? Beh! Noi saremo estinti, anche per suicidio.
    – Tutto questo per dirti che la prospettiva “esercito di riserva” supporrebbe calcoli fatti adesso, ma ancora a lungo termine per la realizzazione. Nell’immediato si tratta i un “esercito di distruzione”, ragion per cui sospetto che i calcoli a breve termine siano diversi e sovrapposti a quelli del profitto capitalista. Qualcosa di ancor più losco bolle in pentola.

    – …Ah…. era Bikepump.
    Ciao.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. citodacal 3 mesi fa

      Sì, concordo; e indubbiamente le tue osservazioni sono state più dettagliate delle mie, ove col termine di “esercito industriale di riserva” intendevo, più o meno inconsciamente e sbrigativamente, una massa parcheggiata per vari motivi o disponibilità, e non ultima la pressione sociale (sull’aspetto prettamente economico-industriale non sono da escludere possibili errori di valutazione numerica da parte dei “progettisti” – vedi la marcia indietro della Merkel –, che tanto paghiamo noialtri in termini sociali…).
      Ho sottolineato l’euro e le politiche europee come elemento primario per stigmatizzare che, al di là del grado epidermico per cui si percepisce come minacciosa, o sgradita, un’immigrazione fuori controllo (ciò motivato da tutta una serie di fattori che spaziano dalla diversità culturale, al fondato timore della componente criminale – vedi Macerata –, fino all’antipatia personale) la stessa non è casuale, né frutto di svarioni o errori politici discutibili, bensì è scientemente voluta (dunque non è un semplice problema d’immigrazione): tu ipotizzi giustamente che qualcosa di più losco bolla in pentola.
      (ho corretto tardivamente “Bikepump” nella nota dopo; tengo ancora al rispetto del copyright…)
      Buona serata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Brancaleone 3 mesi fa

    Chi è disposto a mettere le palle su un ceppo che i contrari all’immigrazione sono solo il il 60%? Quello che si percepisce e’ che la gente e’ letteralmente esasperata e cotta a puntino per una dittatura che non sarà come il tanto vituperato fascismo ma più simile allo stalinismo e sara’ il popolo ad invocarla. Prima ti creano il problema e poi te lo risolvono con il consenso a furor di popolo. Le provocazioni e le narrazioni palesemente false, hanno lo scopo di esasperare ed inferocire anche i meno dotati intellettivamente, non pensiamo che la gente e’ scema. il continuo martellamento sta producendo isuoi effetti. Queste sono prove tecniche di dittatura ( come l’ultimo film uscito su Mussolini). E’ una caricatura del duce, dicono, intanto ha dei contenuti spaventosamente veri, lo spettatore viene allo scoperto senza pensare a chi e perché lo ha voluto, forse per misurare la temperatura ovviamente sempre nel culo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 3 mesi fa

      a parte che tutti i sistemi sono ‘dittatura’, perché ‘dettano’ legge. Poi ci sono leggi giuste e leggi non giuste, quindi si avrà una dittatura giusta o una dittatura ingiusta. Concordo con te, quella della ue/nato/massoneria che verrà sarà una dittatura ingiusta che tutto sarà tranne che ricordare il fascismo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. giannetto 3 mesi fa

      @ Brancaleone. – Non metterò le palle sul ceppo per questo. Ho preso la percentuale dal blog di Marcello Foa, che di solito è giornalista ben informato. – In ogni modo stiamo constatando l’incredibile fuoco di sbarramento del mainstream, che superdemonizza il Traini (materializzazione diurna mancata del giustiziere della notte) senza neppure trovargli l’attenuante circostanziale (lo shock per lo squartamento della ragazza) e si dimentica di Innocent O’sega, materializzazione ben più riuscita di Hannibal Lecter..
      – Nel medesimo blog Foa riferisce d’aver dovuto polemizzare duramente, a una puntata di Omnibus, con tali Piercamillo Falasca e Fulvio Abbate, due peones dell’intellighentija “elitista”, che suonavano la grancassa sul criptofascismo degli italiani. Un criptofascismo senza fascismo, ma non importa! Un criptofascismo senza altri referenti politici all’infuori del PD (vedi il caso Alain de Benoist).In ogni modo c’è da temere, che in barba alle percentuali, le quali esprimono opinioni che poi potrebbero rivelarsi tutt’altro che “operative”, gli italici, che all’80% hanno, in materia politica, cervelli di sughero, potrebbero facilmente farsi trasportare dalla corrente di una fake-narrativa dominante (…ricorda che i “padroni del discorso” sono quelli che usano peones di cui sopra come soldatini).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. animaligebbia 3 mesi fa

        Et voila’,il gioco e’ fatto, del negro non si parla piu’,neanche di Pamela e neanche una gallina (o un galletto) mediatica ha blaterato di “femminicidio”,evidentemente sono tutti ciechi.Intanto SuperMario Balotelli rientra in nazionale,ci vuole un nero che ci fa sognare,perche’ gli spacciatori e i questuanti,che sono dei poveracci,ci hanno rotto le palle.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Alessandro 3 mesi fa

    Concordo perfettamente con questa acuta deduzione di Giannetto:
    Tutto questo per dirti che la prospettiva “esercito di riserva” supporrebbe calcoli fatti adesso,
    ma ancora a lungo termine per la realizzazione. Nell’immediato si tratta i un “esercito di distruzione”,
    ragion per cui sospetto che i calcoli a breve termine siano diversi e sovrapposti a quelli del profitto capitalista.
    Qualcosa di ancor più losco bolle in pentola.

    – .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. HERZOG 3 mesi fa

    Non VOGLIO sconvolgere le teneri menti di nessuno qui non e’questione se uno ha ragione o meno e questione di Nomi ,il mio cruccio e’ che una Congrega di Traditori vi ha tenuto segreto tutto a VOI uno dei popoli piu Geniali Della Terra !! Foa che cos’e’ ? Veneziani che cos’e’ ? Saviano che’cos’e’ ? Questi sono I soloni dell’informazione e sono tutti circoncisi ,Capite chi fa le opinioni ,chi vi mette in testa quello che dovete pensare ?e voi rimanete come al SOLITO A CHIAPPE ALL’ALL’ARIA A LITIGARE TRA DI VOI PER DEI PEZZI DI VENTO !E ‘ strazianteTranne qualcuno mi viene in mente solo the roman e un po claudio Non Capite Niente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 3 mesi fa

      tu cosa fai…oltre a metterti le chiappe a pecora con i ledimen naturalmente

      Rispondi Mi piace Non mi piace