Un funzionario russo rivela: Stiamo lavorando per cambiare le regole del gioco in Siria, disegnare ciò che è permesso e ciò che è proibito e sviluppare un piano per ridurre l’aggressione di Israele

Damasco – Agenzie – Una fonte di alto livello vicina al ministero della Difesa russo ha confermato al quotidiano “Israel Hayom” che il suo Paese sta “recentemente lavorando per cambiare le regole del gioco in Siria, al fine di ridurre l’aggressione israeliana alle zone controllate dal governo di Damasco. .”


Secondo la fonte, “la decisione sull’operazione è stata presa, diverse settimane fa, alla vigilia della presa di incarico del primo ministro in Israele”, aggiungendo che “la decisione è ora in fase di attuazione senza specificarne formalmente dettagli e tempistiche”.
Secondo la fonte, “se non verrà presa una decisione contraria, è possibile che questa parte venga completata entro circa due mesi”, osservando che “la Russia stabilirà un quadro ufficiale volto a ridisegnare ciò che è consentito e ciò che è vietato in Siria .”
Ha aggiunto che “la Russia ha espresso più volte la sua insoddisfazione per le aggressioni israeliane alla Siria”, osservando che “fino all’ultimo periodo, i russi non avevano adottato misure che avrebbero potuto mettere a rischio le forze israeliane”.

Postazione di missili S-400 in Siria


La stessa fonte ha ritenuto che “con i cambiamenti alla Casa Bianca, e il cambio del primo ministro in Israele, potrebbe verificarsi un importante cambiamento di politica”, senza rivelarne i dettagli.


Il corrispondente di Al-Mayadeen ha riferito che, il 22 luglio, le difese aeree siriane hanno affrontato missili ostili nelle vicinanze dell’aeroporto militare di Dabaa, nella campagna sudoccidentale di Homs, in concomitanza con il volo di aerei israeliani sulla valle della Bekaa, nel Libano orientale.

Forze speciali russe in Siria


Nella notte del 20 luglio, l’agenzia di stampa siriana “SANA” ha riferito che le difese aeree siriane hanno affrontato un’aggressione israeliana nello spazio aereo della città di Al-Safira nella campagna sudorientale di Aleppo.
Lo scorso maggio, l’agenzia di stampa ufficiale siriana, SANA, ha riferito che le difese aeree dell’esercito siriano avevano respinto un’aggressione israeliana dalla direzione sud-ovest di Latakia in alcuni punti della regione costiera e avevano abbattuto alcuni dei missili dell’aggressione.

Nota: Sembra che il presidente Putin abbia deciso di mettere fine alle aggressioni di Israele alla Siria e di autorizzare le forze russe e siriane ad individuare ed abbattere gli aerei israeliani in fase aggressiva su cieli della Siria. Il segnale sarebbe molto importante per Israele e per i suoi alleati.

Fonte: Raalyoum

Traduzione e nota: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus