Un funzionario libico accusa la Turchia di trasferire terroristi stranieri in Libia


BEIRUT, LIBANO (17:15) – Un funzionario libico ha dichiarato sabato all’agenzia russa Sputnik New che la Turchia sta trasferendo terroristi stranieri in Libia per combattere l’esercito nazionale libico con sede a Bengasi (LNA).

Parlando con Sputnik di Tobruk, il parlamentare libico, Ali Al-Sa’eedi Al-Qaidi, ha detto che la Turchia ha inviato terroristi in Libia per un bel po ‘di tempo, sottolineando il fatto che questi miliziani attaccano solo l’esercito nazionale libico.

“Il trasferimento di terroristi non è nuovo. Questa è una lunga storia. Molti terroristi vengono dalla Turchia attraverso Tripoli e Misurata per combattere l’esercito nazionale libico a Tripoli e ostacolano la sua avanzata nel centro della capitale libica di Tripoli “, ha detto Al-Qaidi a Sputnik.

Il membro libico della Camera dei Rappresentanti ha affermato che “questi gruppi sono ora in lotta con l’esercito nazionale libico sotto la protezione dello stato civile”, sottolineando che “sabato un terrorista tunisino è stato arrestato al Wadi Al-Rabea, a sud della capitale Tripoli. “

Per quanto riguarda la Russia, Al-Qaidi ha ritenuto che “la posizione russa sulla crisi è chiara e conferma la lotta al terrorismo in Libia”.

In risposta a una domanda dello Sputnik sulla possibilità di un cessate il fuoco a Tripoli e il ritorno ai colloqui di pace tra i partiti libici, Al-Qaidi ha detto: “il problema si trova al tavolo dei negoziati; questo è politico e l’esercito è pienamente consapevole che non c’è dialogo tra la presenza di gruppi terroristici armati “.

Le tensioni tra Turchia e Libia sono recentemente aumentate dopo che le forze dell’esercito nazionale libico guidate dal feldmaresciallo Khalifa Haftar hanno minacciato di colpire navi e aerei turchi in Libia.
La situazione in Libia si è notevolmente aggravata dopo gli ultimi episodi fra cui il bombardmento di un centro per migranti nella periferia orientale di Tripoli che ha causato almento 44 morti e decine di feriti. Ciascuna parte incolpa l’altra e l’episodio è stato indicato dall’ONU come un crimine di guerra.

Miliziani in Libia


Nota: Bisogna ricordare che la guerra civile in Libia e il caos generato da questo conflitto durano dal 2011, quando avvenne l’aggressione delle forze della NATO contro questo paese, voluta dall’allora presidente USA Obama, dal suo Segretario di Stato Hillary Clinton, con la partecipazione del governo francese di Nicolas Sarkozy e di quello britannico di David Cameron. Il governo italiano dell’epoca, guidato da Silvio Berlusconi, nonostante avesso sottoscritto un patto di eterna amicizia con il governo libico, aderì all’iniziativa militare partecipando all’aggressione e mettendo a disposizione le basi militari sul territorio italiano, grazie anche all’insistenza dell’allora presidente Giorgio Napolitano, che operò per determinare la partecipazione italiana all’aggressione contro la Libia. L’operazione della NATO, effettuata con bombardamenti ed utilizzo di truppe mercenarie, causò parecchie migliaia di vittime fra la popolazione civile e determinò la distruzione di infrastrutture civili e di conseguenza il caos e la guerra tra bande che dura ancora oggi.
Nessuno ha mai chiesto scusa per questi crimini di guerra di cui si è macchata la NATO ed i paesi che ne fanno parte.

Fonte: Al Masdar News

Traduzione e nota: Luciano Lago

18 Commenti

    • Nicola
      6 Luglio 2019

      Siamo di fronte ad un nuovo “caso Kursk”….

    • Nicola
      6 Luglio 2019

      Estratto dall’articolo: Almeno 14 ufficiali navali russi e marinai sono morti in un incendio su un sommergibile sottomarino russo AS-12 top-secret lunedì 1 luglio. Alcuni avevano ricevuto il più alto onore militare di “Eroe della Federazione Russa”. Ma quando Mercoledì, il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov è stato chiesto dettagli sul disastro, ha rifiutato, dicendo che le informazioni sulla nave non sarebbero state rilasciate perché “è classificata” come un segreto di stato per proteggere la sicurezza nazionale del paese.

      • atlas
        8 Luglio 2019

        ma non leggi che nessuno ti caga ? Anzi, si pisciano a vedere dalle parole come godi contro la Russia

        • Nicola
          8 Luglio 2019

          La parola “ATLAS” è l’abbreviazione di “ATLANTICO” = NATO…

          • Nicola
            8 Luglio 2019

            I troll della NATO sono così imbecilli che vengono smascherati dal loro nickname; cito due casi famosi visti su Sputnik: 1) Captain Xander, era così orgoglioso del suo grado che lo ha riportato nel nickname; Carlo Amurri, nome comune… ma l’immagine del nickname ritraeva un signore distinto in giacca e cravatta col capello sul volto… il classico 007 per intenderci.
            Per quanto mi riguarda… io ho solo riportato delle notizie che ho ritenute importanti e non ancora trattate dalla Redazione la quale di solito non si lascia scappare questo tipo di notizie… per cui ho voluto richiamare la sua attenzione affinché potesse approfondire l’argomento!
            E poi arriva il troll ATLAS, nickname con chiaro riferimento al “Patto del Nord Atlantico”, ed attacca uno storico commentatore di questo canale: la provocazione appartiene allo spirito malvagio degli USA-NATO… e tale condotta conferma l’origine del tuo nickname!

      • atlas
        8 Luglio 2019

        in Siberia è il posto giusto per te. Ci arriverai

        • Nicola
          8 Luglio 2019

          I troll della NATO sono così imbecilli che vengono smascherati dal loro nickname; cito due casi famosi visti su Sputnik: 1) Captain Xander, era così orgoglioso del suo grado che lo ha riportato nel nickname; Carlo Amurri, nome comune… ma l’immagine del nickname ritraeva un signore distinto in giacca e cravatta col capello sul volto… il classico 007 per intenderci.
          Per quanto mi riguarda… io ho solo riportato delle notizie che ho ritenute importanti e non ancora trattate della Redazione la quale di solito non si lascia scappare questo tipo di notizie… per cui ho voluto richiamare la sua attenzione affinché potesse approfondire l’argomento!
          E poi arriva il troll ATLAS, nickname con chiaro riferimento al “Patto del Nord Atlantico”, ed attacca uno storico commentatore di questo canale: la provocazione appartiene allo spirito malvagio degli USA-NATO… e tale condotta conferma l’origine del tuo nickname!

          • atlas
            9 Luglio 2019

            veramente atlas sta a indicare delle montagne nel Marocco, ma tu le confondi con gli ufo robot giudeo ameri cani con i quali ti sei nutrito sin da bambino. Complimenti per la tua cultura e continua a giocare, ripeto, non solo non ti piscia nessuno, ma nemmeno ti caga

  • ERNESTO PESCE
    6 Luglio 2019

    “centri oer migranti”. FRASE CORRETA E’ CENTRI DI DEDENSIONE

  • ERNESTO PESCE
    6 Luglio 2019

    “centri di migranti”. FRASE CORRETTA E’ CENTRI DI DEDENZ3rIONE

  • Werner
    6 Luglio 2019

    Il Governo di Tripoli, riconosciuto da tutti i paesi NATO, temo stia prendendo per i fondelli l’Italia sui migranti. Se così non fosse non avremmo avuto sbarchi e le partenze sarebbero state bloccate.

    • atlas
      8 Luglio 2019

      guarda che è proprio la nato la fonte di tutte queste disgrazie. Le Nazioni di Visegrad saranno anche di razze non proprio eccellenti, ma si difendono bene. Qui siamo solo dei gran B A S T A R D I. E dai bastardi non viene nulla di buono

  • Max Dewa
    9 Luglio 2019

    Devo ammettere che lei atlas tra il Nick name che si e’ scelto e le tematiche che tratta e da dove le sviluppa cioe’ in Sicilia in suolo patrio senza paura e reticenze e nemmeno USA un minimo di prudenza , mah! o che e’ all’estero come I’ll sottoscritto sicuro che Zog e I loro lecchini Della postale possano andare a farsi fottere oppure e’ sicuro di aver qualcge Angelo , ma lei e’ in gabbia ‘in Italy non vede che hanno reintrodotto LA sciavitu’ per ora gli Italian I soon ancora schiavi privilegiati ma non per molto

    • atlas
      10 Luglio 2019

      ora sono nelle Sicilie. Quando ero in Tunisia a Maggio ho scritto 3 o 4 commenti, ma la redazione me ne cancellò 2. Dicono che nessuno è stato mai un buon profeta in patria

      per il resto che possono farmi, eliminarmi ? Viene fuori una ragazza che dice che 10 anni fa le ho dato un bacio sulla guancia troppo appassionato ? Mi allentano i bulloni delle ruote dell’auto ? Mettermi di nuovo in galera ? Mi stringono la mano con sostanze che mi fanno venire l’ictus, l’infarto o l’alzhaimer ? Non sono così importante egregio, in realtà quello che faccio più volentieri è passeggiare al mare, abbronzarmi in spiaggia tra l’olezzo dei democratici e pensare alle mie donne e poi sentire tanta musica, dalle colonne sonore dei polizieschi anni ’70 all’heavy metal più vibrante e devastante

      poi ogni tanto vengo qui a scrivere, quando me lo consentono: è proprio di ieri che mi hanno disabilitato un acconto su fb (lo tenevo di riserva) e mi hanno ‘punito’ sull’altro. Sono andati a trovare cosa scrivevo sui giudei fino a 5 anni fa e hanno rimosso tutto, anche solo il talmud che si trova in libreria. Infami ce n’è tanti, ma in realtà sono loro, gli ‘eletti’ a gestire tutto, è anche normale. Sono io che non lo sono, per queste società, ma non me ne frega nulla. Io aspetto. Poi c’è sempre la via di Damasco.

  • SEPP
    11 Luglio 2019

    Atlas,
    lei non ha letto “IL campo dei Santi” di Jean Raspail, lo scrittore ha preso in considerazione l’europa per l’immigrazione incontrollata, pero’ nel libro ha sbagliato solo il papa dell’epoca, cioe’ doveva essere benedetto xvi ed invece lo hanno sostituito con l’argentino che sta attuando tutto quello che e’ stato scritto nel libro. Nel libro vi e’ anche trattato l’immigrazione selvaggiA nella russia, e li descriveva tutti in fila gli asiatici pronti alla partenza sulla linea del confine. Ricordi che le alleanze trovano il tempo di essere firmate e velocemente dimenticate.
    https://lam44.altervista.org/campo-dei-santi-jean-raspail/

    • atlas
      11 Luglio 2019

      ammetto di essere limitato: sul comodino sempre vicino a dove poggio il cranio per riposare ho Il Corano e il Mein Kampf

      altri libri santi m’interessano meno, di più le belle femmine, fanno fare un sangue acido diverso

Inserisci un Commento

*

code