"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Un deciso avvertimento di Putin alla NATO: “L’Ucraina È la nostra LINEA ROSSA”

Il presidente russo Vladimir Putin ha avvertito i paesi occidentali di non attraversare la “linea rossa” nei rapporti con Mosca.

“Bene, ci sono certi limiti, devono capire che la” linea rossa “non deve essere superata.  Che rispettino anche i nostri interessi “, ha dichiarato il presidente sabato, durante il Forum economico internazionale di San Pietroburgo nel 2018.

Secondo Putin, l’allargamento della NATO potrebbe rappresentare una minaccia per la Russia. Il presidente russo ha dichiarato che questa situazione è sorta in Ucraina dopo il colpo di stato.

Oltre al fatto che la NATO si è avvicinata ai nostri confini, sospettiamo anche che domani l’Ucraina vorranno includerla [nell’Alleanza] e posizioneranno radar e sistemi di difesa antimissile”, ha affermato il leader russo. Putin ha chiarito che tale inclusione nell’alleanza è impraticabile, e qui sta la “linea rossa”.

Il presidente russo ha anche ricordato il ruolo di alcuni paesi occidentali nel colpo di stato in Ucraina. Ha chiesto perché i paesi occidentali hanno contribuito al cambio di regime con l’uso della forza, quando l’Ucraina aveva già politici “filo-occidentali” come Yulia Timoshenko o Viktor Yushchenko.

Putin in Crimea

Il 22 febbraio si è verificato un colpo di stato in Ucraina. Successivamente, Kiev ha annunciato l’intenzione di aderire alla NATO e all’UE. Tuttavia, entrambe le organizzazioni dubitano fortemente della capacità dell’Ucraina di essere uno stato membro. Semplicemente spingono una politica in senso negativo, per mantenere l’Ucraina in contrasto con la Russia, anche se non esiste un luogo realistico per l’Ucraina nell’UE. La Russia non tollererà l’Ucraina come stato membro della NATO, e l’Ucraina sarà il garante del proprio isolamento economico dalla Russia se dovesse testare troppo questa proposta.

La Russia ha dimostrato di saper agire quando è minacciata dagli stati aggressori, come l’intervento del 2008 in Ossezia del Sud quando la Georgia, sostenuta dalla NATO, decise di attaccare i cittadini russi nella regione dell’Ossezia meridionale. Ha anche dimostrato di agire per difendere la maggioranza russa in Crimea quando il regime ucraino ha deciso di adottare misure aggressive contro la comunità.

Inoltre, la Russia ha svolto un ruolo chiave nel sconfiggere i gruppi terroristici appoggiati dagli Stati Uniti in Siria che hanno direttamente minacciato di attaccare anche la Russia, specialmente quando migliaia di russi ed ex cittadini sovietici (di religione islamica) si sono radunati in Siria per condurre una jihad. La Russia è intervenuta in Siria nel settembre 2015. Da allora le forze terroristiche sono in declino e controllano pochissime aree della Siria ora.

Fonte: Fort Russ

*

code

  1. Fabio franceschini 3 mesi fa

    Speriamo sia vero

    Rispondi Mi piace Non mi piace