Un controverso vescovo cattolico difende Vladimir Putin: “E’ l’unico che combatte contro le forze del male”


Richard Williamson, un vescovo controverso che è stato scomunicato due volte dalla Chiesa cattolica, ha affermato in un sermone a Varsavia che il presidente russo Vladimir Putin è stato l’unico capo di stato al mondo ad “affrontare le forze del male”.

Il vescovo Richard Williamson (a destra) Foto: Fabrice COFFRINI / AFP / Profimedia

“Tra i capi di stato c’è solo uno che affronta le forze del male. Non affidarti a Boris Johnson in Inghilterra, non affidarti a Macron in Francia, non affidarti a Draghi in Italia. Vladimir Putin, che potrebbe non essere un angelo o un santo, è tuttavia un uomo di grande intelligenza e coraggio. E a capo della Russia, ha i mezzi per affrontare l’unico governo mondiale”, ha detto Williamson.

Il Vescovo afferma poi che qualche giorno fa è rimasto molto colpito da un gruppo di “signore polacche” cattoliche che hanno capito tutte che “Vladimir Putin ha ragione”. “Sono rimasto molto sorpreso perché so che ci sono state spesso guerre tra Polonia e Russia, e forse ne tornerà una”, ha detto il vescovo.

“I russi stanno combattendo in Ucraina, ma non in modo tale da schiacciare o distruggere l’Ucraina. Vladimir Putin ha detto che l’obiettivo era denazificare e smilitarizzare [l’Ucraina] ma l’Europa spericolata sta seguendo gli Stati Uniti per cercare di schiacciare la Russia. La guerra rischia di peggiorare. Dobbiamo fare il possibile per prepararci”, conclude.

https://www.youtube.com/watch?v=D_P4Gs98Bhs


Chi è il vescovo Richard Williamson?
Il 45enne britannico è un alto esponente del clero cattolico tradizionalista che si oppone ai cambiamenti adottati dal Concilio Vaticano II, aperto da papa Giovanni XXIII nell’ottobre 1962 e chiuso durante il pontificato di papa Paolo VI nel dicembre 1965.

Insieme ad altri 3 sacerdoti membri della Fraternità San Pio, una confraternita internazionale del clero cattolico tradizionalista, Williamson è stato elevato al rango di vescovo nel 1988 dall’arcivescovo francese Marcel Lefebvre senza il permesso di Papa Giovanni Paolo II, che ha portato alla loro scomunica .

È stato sollevato nel 2009 dalla Chiesa cattolica, ma Williamson è stato nuovamente scomunicato nel 2015 dopo essere stato ordinato vescovo senza l’approvazione del papa.

L’esponente del clero britannico è stato incriminato e condannato in Germania per aver negato l’Olocausto dopo aver criticato, durante un seminario in Baviera, la narrazione ufficiale dell’olocausto minimizzando il numero tramandato delle vittime e mettendo in rilievo l’utilizzo strumentale fatto di questo evento ad opera dello stato di Israele.

Il caso di Williamson ha influenzato gravemente l’immagine del Vaticano dell’epoca, poiché questi fu accolto nuovamente nella Chiesa cattolica dal sovrano pontefice dopo una scomunica durata 22 anni solo pochi giorni dopo aver reso le dichiarazioni in questione.

Fonte: https://romania.postsen.com/world/13260/VIDEO-A-controversial-Catholic-bishop-defends-Vladimir-Putin-He-is-the-only-one-who-fights-against-the-forces-of-evil.html

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM