Un cacciabombardiere Sukhoi Su-30SM delle forze aerospaziali russe ha intercettato un F-18 americano nei cieli della Siria.

Come riportato sabato dal portale dell’aviazione russa Avia.Pro , l’aereo da caccia russo ha costretto il caccia intruso statunitense a lasciare lo spazio aereo controllato dall’esercito siriano.

Il rapporto aggiunge che il caccia russo è riuscito ad operare senza ostacoli anche nell’area della base militare statunitense di Al-Tanf, nella Siria occidentale.
Gli esperti che hanno osservato le immagini della dimostrazione di forza russa hanno attirato l’attenzione sul fatto che la distanza tra i caccia delle forze aerospaziali russe e l’aeronautica statunitense era minima, prima della quale il caccia F-18 è stato costretto a lasciare l’area.
Il ministero della Difesa russo non ha ancora commentato l’accaduto, ma negli ultimi mesi le tensioni tra Russia e Stati Uniti in Siria sono aumentate in modo significativo.

Base aerea russa di Hmaymim

A fine settembre 2015, la Russia, su richiesta del governo siriano, ha avviato una campagna contro i terroristi nel Paese arabo, dando supporto aereo e logistico alle forze dell’esercito siriano per fermare l’avanzata di bande ultraviolente.
Il contributo russo alla lotta al terrorismo in Siria ha prodotto risultati molto positivi, poiché dopo dieci anni di conflitto l’ esercito siriano controlla già oltre il 90% del territorio ed è sul punto di ottenere la vittoria finale.
Questo mentre gli Stati Uniti, con il pretesto di combattere il terrorismo, hanno dispiegato centinaia delle loro forze sul suolo siriano e inviato armi e altri aiuti militari a terroristi e milizie curde a sostegno dei loro tentativi separatisti nel nord del Paese.
Il governo siriano, guidato dal presidente Bashar al-Assad, ha ripetutamente denunciato la presenza militare illegale degli Stati Uniti nel suo territorio e ha assicurato che il suo esercito porrà presto fine all’occupazione statunitense.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

14 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 22:28h, 24 Luglio Rispondi

    chi è in Siria per provocare terrore sono gli stessi guerriglieri democratici che sono oggi a turbare la serenità e la civile e pacifica convivenza all’Avana. Sono gli stessi democratici che ieri erano a Hong Kong e a Caracas. Democratici che l’altro ieri erano ad Algeri per tutti gli anni ’90, poi a Tunisi, a Tripoli, a Kiev, al Cairo, Belgrado, La Paz, Tirana. Sono gli stessi che infettano la terra coi virus. Finchè questa ideologia di democrazia massone e giudea che porta il terrore nel mondo non sarà sconfitta i popoli non avranno mai pace. Socialismo e morte (per i democratici)

    • Giorgio
      Inserito alle 09:31h, 25 Luglio Rispondi

      Perfetta ricostruzione Atlas …….
      di una delle vicende che citi, una, quella algerina degli anni 90, non viene mai ricordata abbastanza, nemmeno nei siti di controinformazione ……
      mentre mi risulta che per numero di vittime forse non ha uguali ………
      Merita un approfondimento ….. cercherò di saperne qualcosa di più …..
      Saluti

      • atlas
        Inserito alle 11:03h, 25 Luglio Rispondi

        c’è poco da approfondire, Mohammed Boudiaf rimase vittima di un’attentato ad opera di un salafita in parlamento ad Algeri. La fratellanza salafita di Abbas El Madani e Ali Belhajj, sostenuti dagli usa in funzione antifrancese, vinsero col nome di FIS delle elezioni-truffa in un’esperimento democratico di merda che il FLN, pressato dal c.d. ‘occidente’ si sarebbe potuto risparmiare. E un eroico Generale (non il Figliuolo), Liamin Zeroual, dichiarò lo stato di emergenza contro salafiti e wahhabiti addestrati ed armati dalla cia provenienti dall’Afghanistan. I capi del FIS furono portati tutti nel deserto, ma dei loro infiltrati erano presenti anche nelle ff.aa., le cui forze speciali vennero addestrate anche dalla Corea del nord e agirono anche con la creazione di gruppi di controguerriglia col nome di GIA. C’entrò molto anche l’Iran giudeo/sciita in tutto quel casino, da sempre sostenitore della fratellanza salafita. Io lì ci sono stato, nel 1998 nell’italia vi era ancora un equilibrio di poteri per cui ne valeva la pena fare qualcosa. Evitai a quell’ambasciata, dell’italia, attacchi diretti, fui anche ferito gravemente per questo, ora lo posso scrivere, sono passati tanti anni … adesso non mi muoverei più per nessuno, come risposi di no all’andare in Iraq nel 2003. Nessuno mi fa fare qualcosa di cui politicamente non sono convinto. Mi dispiace solo per il Dott. Calipari, UN GRANDE UOMO, CALABRESE, ucciso dagli ameri cani (suoi) alleati

        • atlas
          Inserito alle 11:08h, 25 Luglio Rispondi

          l’errore di Zeroual fu di non condannare a morte tutti i democratici salafiti wahhabiti addestrati da cia e mossad, lasciandone molti liberi d’infettare col loro esilio l’Europa, che gli diede anche asilo politico. Ma vinse lo stesso. W l’Algeria, W l’FLN Partito unico, W il Socialismo Nazionale

          • Giorgio
            Inserito alle 18:58h, 25 Luglio

            Certo che ne hai vissuto situazioni Atlas …… e si intuisce dai tuoi commenti …….
            ecco uno dei motivi per cui (secondo me) parli a ragione veduta dei temi in discussione nel sito ……
            l’esperienza diretta conta più di tanta teoria ……
            E’ sempre un piacere dialogare con te …..
            Saluti

          • atlas
            Inserito alle 03:23h, 26 Luglio

            sono solo un traumatizzato di merda. Quando vedi, ad es., entrare un trapano nel ginocchio di una persona umana sino a farlo svenire per il dolore dopo urla disumane sono cose brutte, le più brutte della vita. C’è chi beve per dimenticare, c’è chi come me ha bisogno dell’affetto di sempre più donne. D’altronde anche i guerriglieri salafiti/wahhabiti erano drogati come da manuale cia, quando catturavano un soldato Musulmano algerino lo vivisezionavano pezzo pezzo di monito ad altri che li imploravano di essere uccisi subito. La guerra è brutta, non piace a nessuno se non agli indemoniati. Le sostanze chimiche e satana costituiscono un miscuglio per cui l’umano commette cose che nemmeno gli animali fanno. Per quello scrivo spesso di non farsi mai catturare vivi. Se anche quì si entra nell’ordine delle logiche militari non sono più chiacchiere: i democratici sono le persone più cattive del mondo e l’anticristo sarà più cattivo del faraone dei tempi di Mosè. Già negli ospedali non entra nessuno dei famigliari, ti trovi davanti solo maschere e tute bianche, è il progresso progressivo dei progressivi sinistri …

          • atlas
            Inserito alle 03:29h, 26 Luglio

            o meglio progressisti (…) (ricordati che gli appartenenti al servizio di sicurezza vengono selezionati in base, per prima cosa, all’assoluta mancanza di coscienza…pronti ed addestrati a seviziare e a non parlare, nemmeno sotto sevizia)

          • atlas
            Inserito alle 04:59h, 26 Luglio

            ho visto più di uno letteralmente distrutto dalle sostanze chimiche. Ci sono sostanze chimiche utilizzate in ambito militare e para-militare di cui nemmeno siamo a conoscenza, che obnubilano e alterano la coscienza umana. Sono cose brutte brutte brutte brutte. E anche in Egitto non si scherza con le sevizie. Lì la confraternita massone salafita è MOLTO forte, più forte che in qualsiasi altra parte. E’ nata lì (dagli inglesi giudeizzati). Sono presenti in tutti i livelli dello Stato. Rastrellamento e interrogatorio sono fatti per produrre risultati, in termini di guerra conta prevalere con ogni mezzo, non le chiacchiere. E in Egitto non c’è altra soluzione come non ci fu in Algeria. In Tunisia contro al nahdha, fratellanza salafita democratica, l’unica soluzione è di tipo militare: tipo birmano, non certo cileno. In Turchia di merdogan sono saldamente al potere, con mezza popolazione in carcere. Quanto saldamente dipende solo dalla Russia

  • eusebio
    Inserito alle 07:18h, 25 Luglio Rispondi

    Gli USA stanno arroccando le loro forze in medio oriente in Giordania, dove sono finite truppe evacuate dalla Turchia e pure dal Qatar, l’aleatoria e transitoria entità sionista, di cui metà popolazione vivrebbe in realtà nella zona di New York, come dimostrano i premier Bennett, nato in USA, e quello presedente, vissutovi per decenni, ha concluso un accordo per la fornitura al regno fantasma di acqua sottratta al Golan siriano e ai cittadini palestinesi.
    Il golem USA sta rischiando la bancarotta, i tassi di interesse sul dollaro sono sotto zero, i trilioni di dollari stampati vengono iniettati nell’economia locale ma anzichè per i consumi vengono usati dalla popolazione per pagare i suoi enormi debiti contratti con le società finanziarie giudaiche, i grandi speculatori di Wall Street soprattutto giudei vedono le loro enormi perdite ripianate con i soldi dei contribuenti da parte del segretario al tesoro ebrea e dal presidente della FED goy nominato da Trump, però tutta la baracca si regge sul valore artificialmente alto del dollaro dovuto alla sua funzione di valuta rifugio internazionale a causa della pandemia, apposta si inventano un munero infinito di varianti e cercano di fare gli ultimi soldi vaccinando pure i neonati.
    Gli USA sono comunque al capolinea, il 31 luglio o il congresso alza il tetto del debito pubblico raggiungibile oppure l’amministrazione Biden dovrà congelare le spese federali e tagliare la spesa corrente, licenziando i dipendenti federali e chiudendo programmi sociali e sanitari.
    Il tetto del debito pubblico raggiungibile nel corso della storia USA è stato alzato di 80 volte, ma ora siamo al limite, il deficit di bilancio nel 2021 sarà di 3 trilioni di dollari mentre il debito pubblico federale viaggia verso i 29 trilioni, e non si tiene conto del gigantesco debito di enti locali, famiglie e aziende che cumula molte decine di trilioni di dollari.
    Se la falsa pandemia sparisse e la FED smettesse di stampare trilioni di dollari, e gli stati che li hanno tesaurizzati li rimettessero in circolazione, l’enorme massa di dollari circolanti li ridurrebbe al valore del marco tedesco negli anni venti del Novecento, distruggendo l’economia degli USA come distrusse allora l’economia tedesca, aprendo la strada ad Hitler.

  • Riccardo
    Inserito alle 11:14h, 25 Luglio Rispondi

    Israele è uno stato creato dai criminali sionisti per giustificare la loro occupazione in Medio Oriente e controllare gli Stati produttori di petrolio. In realtà quella terra di chiama Palestina ed è sempre stata un punto d’incontro e convivenza pacifica di tre grandi religioni monoteiste e di popoli diversi. Il sionismo è un movimento che trova oppositori all’interno stesso della società israeliana e delle comunità ebraiche nel mondo. Purtroppo il solo scopo di questo movimento criminale e dei suoi seguaci assomiglia molto a quello nazista che sognava la razza superiore e il popolo eletto. l’Europa dovrebbe ritrovare una sua identità e tagliate i ponti con una certa politica americana e non riconoscere più il dollaro come moneta di riferimento, insieme alla Russia sarebbe il continente più virtuoso e forte economicamente.

    • atlas
      Inserito alle 12:22h, 25 Luglio Rispondi

      un pò di verità, un pò di puttanate ma la Domenica dei cristiani è così. Come l’omelia

  • antonio
    Inserito alle 16:00h, 25 Luglio Rispondi

    abbattetelo

  • Giorgio
    Inserito alle 19:01h, 25 Luglio Rispondi

    La Redazione venduta alle ONG ????????
    Delirio puro ………….
    Atlas insulta i cristiani ?????????
    Non ci perdo troppo tempo ……. non ti vali nemmeno l’unghia del dito mignolo di Atlas ……

  • atlas
    Inserito alle 03:01h, 26 Luglio Rispondi

    la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

Inserisci un Commento