Un anziano operatore di droni americano, pentito, rivela i crimini degli USA


di Graig Graziosi.
Un ex operatore di droni americano ha pubblicato una protesta per le atrocità a cui afferma di essere stato costretto a infliggere durante il suo servizio militare e ha dichiarato che i metodi dell’esercito americano sono “peggiori di quelli dei nazisti”.
Brandon Bryant è stato arruolato nell’Aeronautica americana per sei anni. Durante il suo servizio militare, ha usato droni Predator, sparando missili da lontano contro obiettivi a più di 15.000 km dal piccolo ufficio dove lavorava, vicino a Las Vegas, Nevada.
Bryant afferma di aver raggiunto il punto di rottura con l’esercito americano dopo aver ucciso un bambino in Afghanistan che i suoi superiori gli avevano detto di essere “un cane”.

Bryant ricorda il momento: dopo aver sparato un missile Hellfire contro un edificio contenente il suo bersaglio, vide un bambino uscire dall’edificio proprio mentre il missile colpiva. Quando ha avvisato i suoi superiori della situazione dopo aver visto il video, gli è stato detto ” era un fottuto cane, lascialo cadere “.
A seguito di questo incidente, Bryant ha lasciato il servizio militare ed ha iniziato a parlare contro il programma dei droni a cui lui stesso lavorava, rivelandone gli aspetti criminali di tale programma.

Protesta contro i droni USA


Durante il suo periodo in Air Force, Bryant stima di aver contribuito direttamente alla morte di 13 persone e afferma che il suo squadrone ha sparato su 1.626 obiettivi, tra cui donne e bambini falciati dai missili sparati dai droni. Bryant ha riferito di soffrire adesso di stress post-traumatico.
Bryant afferma di aver visto l’uomo su cui stava mirando mentre sanguinava e ha visto il suo corpo raffreddarsi sul suo schermo per immagine termica.
“ Il fumo si schiarisce e ci sono pezzi di entrambi i tipi attorno al cratere lasciato dal missile. E c’era questo ragazzo laggiù, un civile e gli mancava la gamba destra sopra il ginocchio. La tiene, e rotola, e il sangue schizza dalla sua gamba … Gli è voluto molto tempo per morire. L’ho appena visto ” , ha detto Bryant in un’intervista a GQ .
“ Questa immagine dello schermo è ancora nella mia testa. Ogni volta che ci penso, fa ancora male ” , ha detto Bryant. “ Quando ho premuto il grilletto, sapevo che questo era sbagliato. Quando il missile ha colpito, sapevo nella mia anima che ero diventato un assassino . “


Altri aviatori dello squadrone di Bryant hanno celebrato il suo primo omicidio, dicendo ” Bryant ha avuto la sua deflorazione “.
Bryant è stato arruolato dal 2006 al 2011, lavorando come operatore di sensori, che aiuta a dirigere i missili dei droni verso i loro obiettivi.
In una conversazione con Roots Action Network , Bryant ha ricordato un caso in cui, all’inizio della sua iscrizione, gli è stato mostrato, insieme ai suoi compagni operatori di droni, un montaggio video di droni, dopo di che è stato detto loro che il loro compito era quello di “uccidere le persone e distruggere le cose”.
“ È andato contro tutto quello che avevo imparato su onore, giustizia e formazione. È stato terrificante vedere come le persone sprezzanti si applicavano per tutto questo, indifferenti alla uccisione di civili innocenti. Noi eravamo al sicuro negli Stati Uniti e quelli che erano laggiù non lo erano. Era tutto apparentemente a nostro vantaggio. Ma non è così ” , ha detto Bryant.
Bryant ha affermato che, nonostante i suoi dubbi sul programma, i suoi superiori hanno usato misure punitive e scherno per tenerlo in pista.
“ Mi è venuto in mente. È andato contro tutto quello che avevo imparato sull’essere un guerriero, mantenendomi a standard più elevati. I miei superiori mi hanno abusato psicologicamente e mi hanno preso in giro per tenermi sulla strada giusta. Mi hanno preso il tempo libero e mi hanno costretto a sedermi su un sedile o ad essere processato in uniforme ai sensi del Codice di giustizia militare (UCMJ) per aver disobbedito agli ordini ” , ha detto Bryant. ” In un certo senso, era la mia prigione. Ho approfittato del mio tempo di servizio per imparare e riflettere. E quindi ora tengo la chiave dell’intero dispositivo. Ma non so cosa farne . “
Bryant ha dichiarato che l’esercito americano è ” peggio dei nazisti ” perché ” dovremmo conoscere meglio i crimini di cui si macchia “. “Noi non abbiamo imparato le lezioni del passato”, ha aggiunto.

Proteste in Pakistan contro gli attacchi dei droni USA


Bryant ha detto che lui e la sua famiglia sono stati minacciati di aver parlato contro il programma dei droni e che ha perso amici e che è stato separato dagli altri membri della famiglia a causa del suo rapporto.
Alla fine, Bryant ha dichiarato che vuole che il pubblico comprenda l’effetto disumanizzante del programma sui droni sugli operatori e sulle persone colpite.
Vorrei che le persone conoscessero, al di là della sua esistenza, le conseguenze che il programma di uccisioni mirate ha su di noi, come specie, concedendoci il potere in qualcosa di così facilmente distruttivo”. Ogni volta che ci avviciniamo a questo limite, dovremmo essere consapevoli del suo impatto su di noi ” , ha detto Bryant.

Fonti:

https://www.news.com.au/technology/innovation/military/i-killed-a-child-with-a-drone-and-watched-them-die-but-my-superiors-claimed-it-was-just-a-dog/news-story/6bf36a890da6c42d57faefc89d96a434

https://reseauinternational.net/un-ancien-operateur-de-drone-americain-se-souvient-davoir-lance-un-missile-sur-des-enfants-afghans-et-affirme-que-larmee-est-pire-que-les-nazis/

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

5 Commenti

  • michele
    9 Febbraio 2020

    credo non serva alcun commento…………………………………………………………………

  • atlas
    9 Febbraio 2020

    questo sapeva che cosa andava a fare, così come chi sceglie di vivere e lavorare negli usa sa per chi produce e concorre al benessere

    una guerra che annulli completamente l’entità malefica e massone degli usa è la sola strada possibile

  • peppe
    9 Febbraio 2020

    Nessuna novità si conferma la diffidenza contro gli americani che non hanno alcuna intenzione di ridurre il livello di consumi a detrimento del resto del mondo

  • Niko
    9 Febbraio 2020

    Sentirlo parlare e come gesticola, mi viene davvero da vomitare per il disgusto…. MI autospiego per per quale e tale motivo evito da molti anni di avere contatti anche semplicemete superficiali, con gli ammerdicojons.

  • enea
    10 Febbraio 2020

    non è una novità quel tipo di crimine che ho visto dai tempi della Jugoslavia nel 1994 quando i droni e l’artiglieria sparavano sui mercati dando la colpa ai Serbi frantumando la Jugoslavia in 12 stati sudditi del capitalismo. . La guerra sporca degli americani è stra conosciuta dal 1905 quando diedero le mitragliatrici ai giapponesi, arma sconosciuta a i russi che subivano 100 .000 mila morti in tre giorni. I morti totali sono stati 2.000.000 In Afganistan nel 1960 la popolazione era di 25. mil. di abitanti , ora non tocca i 12 mil. compresi quelli dei campi profughi. L’interesse americano in Afganistan si chiama Uranio e ci sono 650.000 mila soldati di 46 stati “amici” degli USA. “La sua COPPA si sta riempiendo”

Inserisci un Commento

*

code