Un ammiraglio americano mette in guardia sulle dimensioni e l’ubicazione dell’arsenale nucleare russo


L’ammiraglio statunitense Charles Richard afferma che esiste ancora un grande livello di incertezza sulle dimensioni e sulla posizione dell’arsenale nucleare russo, compresi i sistemi d’arma avanzati che non sono stati considerati nel trattato START III.

L’estensione del trattato START ha fornito la trasparenza e la prevedibilità necessarie per la maggior parte dell’arsenale strategico russo schierato”, ha detto Richard, durante un’audizione al Senato degli Stati Uniti

Richard ha aggiunto che c’è ancora un grande livello di incertezza circa le dimensioni e l’ubicazione dell’arsenale nucleare russo, compresi i sistemi avanzati di armi che non sono stati considerati nel Trattato sull’estensione delle armi strategiche offensive (START III).

In questo contesto, il comandante del comando strategico ha affermato che la questione è “preoccupante, dato che la Federazione Russa dispone di un complesso affidabile per la produzione di armi nucleari in grado di produrre centinaia di testate nucleari all’anno”.

Missili russi su postazioni mobili

Il 13 aprile, un rapporto dell’intelligence statunitense ha dichiarato che la Russia sta costruendo una grande varietà di armi moderne e non strategiche in grado di fornire testate nucleari e convenzionali.

È interessante notare che, lo scorso febbraio, l’America e la Russia si sono scambiate note sul completamento delle misure interne necessarie per estendere il trattato START III. In realtà è stato prorogato senza modifiche e aggiunte per altri cinque anni fino al 5 febbraio 2026.

L’ammiraglio Richard ha dichiarato:
“……..Quello che sto cercando di sottolineare è che se vuoi spingerti oltre, giusto, stai andando in un territorio inesplorato. Potremmo essere in grado di tracciare quel territorio, ma c’è un’enorme quantità di dettagli che devono entrare in questo, e l’unica organizzazione che conosco che è in grado di lavorare attraverso tutti quei dettagli è l’Air Force degli Stati Uniti, ha detto Richard.
Questo è il mio punto. Sto cercando di sottolineare che non si tratta semplicemente di dire “Bene, il razzo funzionerà” e un paio di altre cose. È – è un sistema d’arma –
ADM. RICHARD: Inoltre, io … applaudo la decisione di istituire lo Space Command. Penso che sia stato un grande vantaggio per i miei set di missioni. Come sapete, pensiamo ancora a noi stessi come gli orgogliosi genitori di Space Command perché le responsabilità sono state trasferite da STRATCOM a Space Command. E il – di molte cose che potrei indicare in termini di come il generale Dickinson mi aiuta a svolgere meglio la mia missione, quello a cui vorrei indicare è il suo ruolo e la sua responsabilità come responsabile dei sensori. Quindi ora stiamo esaminando tre diversi set di missioni. Mi riferisco specificamente a loro: allerta missilistica difesa missilistica e consapevolezza della situazione spaziale, e siamo in grado di prendere la raccolta totale di capacità e sensori della nazione, in questo caso, e usarli in modo molto più efficace in modo che tutte e tre le missioni possano effettivamente beneficiare di quella. (…………).

Fonte: Al Mayadeen
Traduzione: Fadi Haddad

5 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 22:33h, 30 Aprile Rispondi

    USA, Cina, Russia e Navalny. PAOLO BORGOGNONE, scrittore

    https://www.youtube.com/watch?v=gU7VxC3equQ

  • Farouq
    Inserito alle 23:12h, 30 Aprile Rispondi

    Probabilmente l’ammiraglio è stato culstretto a fare queste stupide rivelazioni

  • luther
    Inserito alle 23:13h, 30 Aprile Rispondi

    ma, gli americani hanno capito o no, che il mondo che ancora cercano disperatamente di cambiare non esiste più!

    • atlas
      Inserito alle 03:12h, 01 Maggio Rispondi

      sentite Carlo Palermo (salvato da un’attentato a Trapani; indagava anche sul gruppo Craxi), sprazzi di verità dette; in ambito del governo di Roma peraltro. Molto interessante

      https://www.youtube.com/watch?v=X6uA8ieuMY0

  • giorgio
    Inserito alle 19:41h, 01 Maggio Rispondi

    Grazie per le segnalazioni Atlas …..

Inserisci un Commento