"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Ultimo Momento: L’artiglieria turca ha iniziato il bombardamento della base aerea di Menagh, nel nord della provincia siriana di Aleppo

L’artiglieria turca ha aperto il fuoco comtro le posizioni delle forze di autodifesa curde nel territorio della base aerea di Menagh”, lo riferisce la TV libanese Al Mayeeden.

Lo scorso Giovedì le forze curde avevano liberato la città di Menagh e si erano impadronite dell’aereoporto che era sotto il controllo dei terorristi del Fronte Al Nusra, appoggiati da Turchia e sauditi.Le stesse forze curde si accingevano ad ampliare l’offensiva verso la città di Tel Rifaat e di Kafernaya, di grande importanza strategica in quanto si trovano sulla via statale che dalla Turchia porta verso la Siria settentrionale (provincia di Aleppo) e viene utilizzata come principale via di rifornimento dai gruppi terorristi che operano nella regione.

I terroristi di Al Nusra si erano impadroniti della città di Menagh nel 2013 ed un anno dopo avevano preso il controllo della base aerea della stessa città.
La riconquista della base della città e dell’aereoporto, effettuata dalle Forze di Autodifesa curde, rappresenta un importante successo strategico.

Non è chiaro se sia iniziata, con questo bombardamento dell’artiglieria turca, la prospettata invasione di forze di terra dell’Esercito turco, nonostante gli avvertimenti precisi fatti dal comando militare russo alla Turchia circa i rischi di una aggressione turca contro la Siria dove, dal 30 Settembre scorso opera un contingente militare russo ed è presente l’aviazione russa in appoggio all’Esercito siriano che combatte per liberare il paese dai gruppi terorristi.

Si è saputo, fra l’altro, che sono arrivati nella giornata di ieri aerei militari sauditi in una base turca vicino al confine siriano.  Si considera questo un ulteriore segnale della preparazione della prossima offensiva congiunta turco- saudita per invadere il territorio della Repubblica araba di Siria e mettere in salvo i gruppi terroristi sponsorizzati da turchi e sauditi che sono fortemente in difficoltà per causa dell’offensiva  delle forze dell’Esercito siriano e delle formazioni curde, appoggiati dall’aviazione russa.

Le prossime ore saranno decisive per capire se è iniziato un allargamento del conflitto.

Fonti: Hispan Tv         Sputnik Mundo

Traduzione: Luciano Lago

*

code

  1. Nicola 2 anni fa

    Adesso è tutto chiaro… gli USA hanno fatto finta di fare un’accordo con i Russi
    per “giustificare” l’intervento di terra: infatti le tv allineate ripetono continuamente
    “l’accordo fatto” ma che ci sarà un intervento di terra se non vengono rispettati
    i “parametri” dell’accordo! Ecco fatto, adesso le tv allineate annunceranno semplicemente
    che non sono stati rispettati i “parametri”… e l’opinione pubblica è sistemata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nessuno 2 anni fa

    non penso che la situazione sia chiara,anzi si stà oscurando,tutti abbaiano ma nessuno
    avrà il coraggio di morsicare per primo,finora le guerre che hanno fatto gli ameri-cani
    e leccapiedi europei hanno avuto come avversari truppe mal organizzate o inesistenti
    oppure semplici cittadini, non per niente in Vietnam si sono presi una sberla solenne
    e se andranno in Siria (cosa altamente improbabile) si prenderanno uno di quegli ceffoni
    che segnerà per sempre la fine del dominio usa nel Mondo, è questa la mia paura, gli usa
    perderanno e cercheranno di fare più danni possibili anche ricorrendo al nucleare…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace