Ultimo Momento. Gli Stati Uniti denunciano di essere stati attaccati in una loro base in Siria


Razzi e mortai sono stati sparati contro la base americana in Siria, secondo quanto riferito come rappresaglia per attacchi aerei contro la milizia sciita.
Una base utilizzata dalle truppe statunitensi nella Siria orientale, vicino al giacimento petrolifero di Omar nella provincia di Deir-ez-Zor, è stata colpita lunedì da razzi e colpi di mortaio. L’attacco sembra essere una rappresaglia per gli attacchi aerei statunitensi nel fine settimana.
Almeno otto razzi hanno causato danni materiali all’interno della base, secondo i media locali. Sono stati segnalati anche impatti di colpi di mortaio vicino al giacimento petrolifero. Non ci sono ancora notizie di vittime.

Le foto e i filmati pubblicati sui social media hanno mostrato molteplici lanci di razzi ed esplosioni.

Dopo l’attacco missilistico iniziale, gli aerei statunitensi hanno bombardato le postazioni della milizia vicino ad Al-Mayadin, secondo i media locali, a seguito dei quali sono stati sparati altri razzi e mortai sulla base.

Il colonnello Wayne Marotto, portavoce della coalizione guidata dagli Stati Uniti che opera in Iraq e Siria, ha affermato che il danno è “in fase di valutazione” ma che gli attacchi non hanno provocato feriti.

Domenica, attacchi aerei statunitensi hanno ucciso almeno quattro membri del Kata’ib Sayyid al-Shuhada, una milizia sciita mobilitata per combattere lo Stato Islamico (IS, ex ISIS) e operante al confine tra Iraq e Siria. Baghdad ha condannato gli attacchi come “una palese e inaccettabile violazione della sovranità irachena”.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha difeso gli attacchi aerei come ” un’azione necessaria, appropriata e deliberata” intesa a “inviare un messaggio deterrente chiaro e inequivocabile” alla milizia, che Washington ha accusato di lavorare per l’Iran.
L’incidente riportato questo lunedì segna la prima volta che le truppe statunitensi all’interno della Siria sono state prese di mira in risposta a attacchi aerei contro le milizie sciite. Nel gennaio 2020, l’Iran ha lanciato una raffica di missili a lungo raggio contro le basi irachene che ospitavano truppe statunitensi, in rappresaglia per l’assassinio con i droni del comandante della Forza Quds del Corpo della Guardia rivoluzionaria islamica iraniana, il generale Qassem Soleimani.

Si stima che circa 900 soldati statunitensi rimangano nel nord-est della Siria, occupando giacimenti petroliferi e sostenendo una milizia guidata dai curdi che ha combattuto contro l’ISIS, ma ora si rifiuta di consegnare il territorio liberato al governo di Damasco.

Fonte: RT News

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

15 Commenti
  • ARMIN
    Inserito alle 23:35h, 28 Giugno Rispondi

    I gringos, nonostante le campagne pubblicitarie, NESSUNO LI VUOLE.
    A Trieste nella 2GM bombardavano le costruzioni civili. Dov’erano le Forze dell’Asse, con cannoni e connoncini e fortificazionii, non si avvicinavano.
    La nostra Contraerea a Pola abbatté un bombardiere americano, e si salvarono coi paracadute 3 aviatori di cui uno era una donna. Cosa significa?
    Che ne avevano avuti di morti (cifre astronomiche), per arruolare le donne.
    La Francia è caduta in 34 giorni, gli anglosassoni per conquistare la Sicilia hanno impiegato il doppio di tempo. Sono stati copàdi con tanti zeri!

  • max
    Inserito alle 03:37h, 29 Giugno Rispondi

    americani porci genocidi pedofili. fra poco sparirete maledetti assassini!!!

  • Teoclimeno
    Inserito alle 05:03h, 29 Giugno Rispondi

    Il messaggio “deterrente chiaro e inequivocabile”, lo hanno inviato le milizie sciite: nessuno vi vuole. Tornatevene a casa, con le buone o nei sacchi di plastica. Parlo della Siria, ma il discorso vale anche per l’Italia.

  • Mario
    Inserito alle 06:11h, 29 Giugno Rispondi

    QUELLO CHE STANNO FACENDO GLI EBREI AMERICANI IN GIRO PER IL MONDO……. È VERGOGNOSO
    SPERO CHE VENGANO CANCELLATI
    DALLA FACCIA DELLA TERRA……..

  • Farouq
    Inserito alle 08:12h, 29 Giugno Rispondi

    Dopo l’invasione dell’Iraq e per diversi anni molti vitelli americani sono tornati a casa nei sacchetti neri dell’immondizia

    Poi è stato creato l’Isis formando i suoi capi nel carcere di Abugharib e coprendo l’operazione con il falso scandalo della tortura, da allora nessun vitello soldato è stato ucciso

    Oggi hanno poco coraggio di risvegliare la resistenza Irachena, solo attacchi innocui per tenere il massacro a fuoco lento

  • Giannattasio
    Inserito alle 08:41h, 29 Giugno Rispondi

    Come tutti gli imperi violenti,totalitari e nazisti il loro potere si fonda sulle menzogne

    • Pippo
      Inserito alle 18:53h, 29 Giugno Rispondi

      Violento e totalitario il 3° Reich?? Ahahah… Ma non dica corbellerie! Il N.S.D.A.P nella figura del Fuhrer; Adolf Hitler, ha sempre combattuto per creare un mondo migliore, fatto di bene, giustizia ed umanità. Mica per niente i loro più acerrimi nemici erano gli Yankees, alieni alienati, paranoici, sanguinari, invasori e devastatori. Ma si svegli una buona volta e non ripeta a pappagallo!

      • ARMIN
        Inserito alle 22:56h, 29 Giugno Rispondi

        Per PIPPO. Molto bene, Condivido.

      • atlas
        Inserito alle 06:10h, 30 Giugno Rispondi

        @redazione, non si era scritto ‘basta insulti’ ?

      • Hannibal7
        Inserito alle 06:35h, 30 Giugno Rispondi

        GIANNATTASIO sei una lagna continua…
        Se un lettore fa un commento positivo su Hitler non è detto che sia nazista per forza….
        Cambia musica secco!……

        • atlas
          Inserito alle 07:40h, 30 Giugno Rispondi

          il fatto è che lui continua a insultare e noi invece dobbiamo rispettare ‘le regole’. Cioè non possiamo rispondergli

  • antonio
    Inserito alle 13:16h, 29 Giugno Rispondi

    fuori dalle ball dalla Siria, Ladroni bombardieri, state a casa vostra avete già assassinato un’ enormità di cittadini

  • antonio
    Inserito alle 13:18h, 29 Giugno Rispondi

    fuori dalle terre dalla Siriai, state a casa vostra avete già assassinato un’ enormità di cittadini siriani

  • Hannibal7
    Inserito alle 17:24h, 29 Giugno Rispondi

    Il fatto è che l’odore del succulento petrolio siriano per loro è troppo forte per abbandonarlo….Trump fu sincero ed onesto al tempo, quando affermò senza mezzi termini “siamo qui per il petrolio siriano…”

  • Hannibal7
    Inserito alle 06:24h, 30 Giugno Rispondi

    PIPPO condivido
    Saluti né egregio

Inserisci un Commento