"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Ultimissime: Zuckerberg sembra stia annunciando dure misure contro la censura russa………

Impressionante annuncio del talmudista Mark Zuckerberg, nel quadro della campagna per il bavaglio alla libertà di stampa e di espressione che da noi vede protagonista la Boldrini e in Germania e Francia ha già portato a leggi contro le fake e le hate news, i discorsi di odio..

Questo agente USraeliano annuncia che, in difesa della democrazia e per evitare ulteriori fenomeni come “le interferenze russe” nelle elezioni USA, Facebook provvederà a eliminare tutti gli interventi che minacciano “la nostra democrazia”. Google si muove lungo le stesse linee. Fra non molto saremo zittiti.

Fulvio Grimaldi

Vedi: Russia-Insider

Questo è accaduto poche ore fa. Non abbiamo neppure terminato di vedere questo video di 8 minuti che abbiamo pensato che bisogna diffonderlo-
La nostra impressione iniziale, dopo pochi minuti di visione, è che questo ragazzo sembra essere molto teso e nervoso come se qualcuno gli avesse assegnato un compito.. Qualunque sia la ragione.
In ogni caso sembra come che qualcuno, dal lato sinistro dello schermo, gli stesse puntando un’arma o qualche cosa del genere. Potrebbe essere ostaggio di una forza superiore che lo sta mantenedo sotto pressione.

Fonte: Russia Insider

*

code

  1. Vincent 4 settimane fa

    Mi sembra più corretto scrivere nel titolo: “misure per censurare la Russia”…Facebook e Google sono realtà controllate dal governo USA già da tempo come del resto tutto quello che viene divulgato dall’internet a stelle e strisce. Se gli USA controllano gli Stati stranieri figuriamoci il controllo a cui è sottoposto tutta l’informazione locale nonché la produzione cinematografica e tecnologica, basti solo pensare alla Apple o alle controllate società coreane tipo Samsung che con le loro smart TV offrono occhi indiscreti agli spioni americani…Io ho cominciato a ridurre di molto la mia presenza su Facebook anche perché ormai è entrata una valanga di pubblicità insopportabile e spero che la Russia continui a sviluppare una rete libera che coinvolga sempre più persone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Emilio 4 settimane fa

    Se lo fanno sarà arrivato il momento di lasciare fb. In effetti ce l’hanno tutti! Non averlo è più figo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro 4 settimane fa

      Mai iscritto ai socials

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Eugenio Orso 4 settimane fa

    Io non sono mai caduto nella trappola dei cosiddetti social perché avevo compreso fin dall’inizio le loro reali funzioni. La mia è stata una scelta politica, se vogliamo anche etica, di cui oggi non mi pento.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Woland 4 settimane fa

    Zuckerberg???
    Si chiama Greenenberg ed è nipote di Rokefeller (il fattaccio uscì per una contravvenzione stradale). Non c’è bisogno di puntargli un’arma, se non fa il bravo la famiglia (la famigghia sopra tutto!) gli ritira il credito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Fabrice McFab 4 settimane fa

    “Social Media is A Tool of the CIA” by Paul Craig Roberts

    http://www.paulcraigroberts.org/2017/08/28/social-media-tool-cia/

    Cordiali saluti.

    Fabrice

    1PS se mi fosse venuta a me l’idea di Facebook l’avrei considerata una minchiata col botto, ovvio invece che a Zuckerberg & Company fossero convinti che avevano in mano un’ideona: alle spalle avevano la CIA!! E guarda caso, che strana coincidenza, il libro del grande Udo Ulfkotte su come la CIA si compra tutti i giornalisti occidentali che contano è stato boicottato pesantamente per usare un eufemismo, proprio delle strane coincidenze……!!!

    2PS mai usati i social media, per me sono robe da bimbiminchia, a meno che uno abbia un’attività commerciale che ha bisogno di continua pubblicità anche online e allora in quel caso purtroppo ormai diventa un Must, ma in tutti gli altri casi è cazzeggio o semicazzeggio!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 4 settimane fa

      Fatte salve alcune applicazioni, il resto è anche peggio del cazzeggio… (esistono anche forme di cazzeggio nobili, perbacco): una gigantesca vetrina d’ostentazione al più mediocre, dozzinale ed immediato narcisismo, progettata per infervorare – distraendoli attraverso l’autoesibizione come protagonisti della propria vacuità – torme di soggetti sfruttabili psichicamente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Stefano radi 4 settimane fa

    “Questo ragazzo”, e’ una creatura della cia, come lo sono i social media piu’ diffusi e frequentati, strumenti utili, oltre ad altro, a creare immense banche di meta dati utili alle manipolazioni sociali e politiche degli abitanti dei Paesi occidentali. Provate a disiscrivervi da “faccio bucco” come lo chiama da sempre un mio amico e vedrete che serve una procedura particolare. Tanto fa, milioni di letterali ingenui lo usano da anni e se ne compiacciono, per esibire ogni loro azione. Ora se hanno deciso di avviare meccanismi di ulteriore controllo e censura e’ perche’ sanno che saranno dupinamente accettati da una massa di … Incapaci di rinhnciare a questo fantastico strumento di stupida comunicazione interpersonale. Auguri!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marco 4 settimane fa

    Ma da dove lo capite che gli stanno puntando un arma?
    A me invece sembra molto sicuro e deciso in quello che sta dicendo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Riki 4 settimane fa

    Tutta la rete è un “illusione”. FB è la dimensione peggiore, é gelatina, ma ci sono persone che non hanno il cervello di gelatina, che hanno detto di esser venute a conoscenza di cose che non sapevano o ignoravano, grazie alla rete e – un social network! FB comunque è un misuratore di salute mentale, per comprendere lo stato odierno della specie umana. Il fattore che non viene preso seriamente in considerazione, é che tutta la rete internet ha generato un palazzo per così dire, dove ogni piano è frequentato da persone che scrivono, comunicano, argomenti di quel piano. Escludendo i piani inferiori, il palazzo non è verticale; può essere orizzontale, anzi è orizzontale. fluttua nell’aria, perchè nell’aria è. Tutta la consapevolezza che riusciamo a raggiungere non serve a nulla se non è seguita da un azione. Ognuno sa che non può far nulla nell’immediato per cambiare lo stato delle cose, e data la gravità della situazione, si sente frustrato, prova uno stato di malessere, nel constatare il livello di anientamento che ha subito la specie umana attraverso il brainwashing dei media del regime. Resti qui a scrivere per 40 anni ancora …e non cambia nulla se non in peggio. é come se avessero fatto una puntura di veleno, o vaccino, dopo il quale l’umanità non si risveglierà più. Infatti la scommessa è questa: l’umanità si risveglierà dallo stato di ipnosi un giorno? La rete può contribuire al risveglio collettivo? Difficile dirlo visto che è gestita dagli avvelenatori stessi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mardunolbo 4 settimane fa

      risposta per Riki.
      Quando si scrive qui o su altri siti d’informazione si scrive non per “cazzeggio” o per esternare emozioni, ma , possibilmente , per aumentare la conoscenza o, quantomeno, per condividere sensazioni ben definite.
      Quando si scrive un libro, e’ la stessa cosa; non si sa quanti leggeranno e quanti ne trarranno giovamento, ma e’ importante scrivere per cercare di comunicare ad altri per le stesse ragioni esposte prima .
      La comunicazione tra gli esseri umani e’ importantissima e deve essere usata per diffondere cultura e conoscenza.
      “fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir, virtute e conoscenza”
      La Divina Commedia ne e’ un esempio classico.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Riki 4 settimane fa

    Ho focalizzato su un punto: il non riuscire a fare qualcosa – non avere la possibilità di fare qualcosa. Il piano dell’Elite è stato di portare l’essere umano in uno stato di sonno profondo ( lo diceva un maestro indiano molti anni fa) – figuriamoci oggi: uno stato di zombificazione; Una massa, un gregge di esseri viventi con smartphone e automobili come feticci. La maggioranza della specie è così. Cosa possiamo fare? Far finta di niente? aspettare.. cambierà!? Delegare qualcuno a lottare per noi? Scrivere fiumi di parole in internet pensando di raggiungere una massa critica sufficiente per cambiare? uh! che illusione. Avere FEDE in qualcosa che porterà l’uomo a ritornare al vero valore? .. Non ti senti un pò a disagio? E guarda che siamo tutti persone diverse (noi) ! Non dobbiamo piacerci per forza, ma abbiamo qualcosa in comune: non siamo allineati col pensiero unico. Con la gelatina non abbiamo niente a che fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. PieroValleregia 4 settimane fa

    … quando ero in servizio MM, partecipai (comandato) a più di una conferenza sull’uso di internet e, sopratutto dei social; su FB in particolare, ci fu detto di non iscriversi o, al massimo di non rilvelare la nostra professione.
    Adesso, so per certo che ogni Nave/Ente ha il suo gruppo FB dove viene postato di tutto …
    Personalmente non sono iscritto a nessuno di questi “social”, a pelle non mi sono mai piaciuti, sanno di falso lontano un miglio …
    saluti
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mardunolbo 4 settimane fa

      Neanche io ho mai scritto e sono iscritto su “facciailbuco”. Uso pero’ altri social per comunicare se ho fatto la kakka o mangio la pasta oggi.
      Il resto lo tengo per me e quelli che comprendono come si e’ spiati.
      Mi diverte moltissimo quando vedo gli arrapati del cellulare che appena atterrato l’aereo comunicano alla mammina di essere arrivati.
      Io appunto fingo di parlare al cellulare (spento fino a fuori aereo) e comunico che sto andando a fare la pipi’,…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Riki 4 settimane fa

    Come dice Citodacal, il protagonismo dei social – ma non si può pensare che siccome siamo spiati etc: a quelli non gliene frega niente di noi. Ti fan fuori quando diventi “pericoloso” In Argentina c’era un tizio che lottava contro la confisca delle terre di un etnia che ne rivendicava il possesso. Queste terre sono passate in mano al gruppo benetton. Questo tizio essendo una “mente” che poteva aiutare il popolo dei nativi, é sparito, in stile argentino videla. – I social sono un oggetto di distrazione di massa. Tu sei seduto con un amico al tavolino di un bar all’aperto: stai parlando di qualcosa e questo/a comincia ad armeggiare col telefonino – ti alzi e lo mandi a fanculo. La separazione dalla realtà che ha generato internet, il non essere presente, essere altrove… è lo scopo. Tu puoi scrivere quello che vuoi, ma finche resti li e non dai fastidio ..dai solo guadagno. Nel moento che vogliono creare un pericolo per la società ci pensano loro: adescano un fiorfior di imbecille, gli fanno fare un azione vera o finta che sia.. (una fiction con crisis actors e telecamere), col la firma isis. Poi lo fanno sparire e il gioco è fatto. La massa vota chi offre sicurezza e accetta le regole sempre più restrittive. Oggi è domenica, poi non scrivo più giuro – ciao

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Renè 4 settimane fa

    Non ho mai compilato il mio dossier per il mossad/CIA + sbirri-digos italiani e non capisco perchè la maggioranza (!!!) lo faccia.
    Una mia amica compagnista, mi rispose:”Ma io non ho nulla da nascondere”.
    Un’altro, mi disse che così trovava un mucchio di cose da leggere… ribattei:”…e che la POLIZIA sappia cosa leggi non ti da fastidio?” …no, nessun fastidio, la POLIZIA ora è COMPAGNISTA, dunque è giusto che il Partito sappia, conosca… l’affermazione:”è giusto” mi colpì.
    Zuckerberg ha potere soltanto perchè milioni di imbecilli glielo hanno concesso, hanno deciso di ritrovarsi in una “piazza” dove si può parlare solo di alcune cose, mentre altre sono proibite dal Dio giudeo del mondo virtuale FB.
    Leggere che questo “ragazzo” sia una povera vittima minacciata, mi offende, insulta la mia intelligenza “russian insider” ed “il Fulvio” pensano di essere degli Oracoli, che chi li legge penda dalle loro… penne? Fulvio teme di essere zittito, ma sciocchissimo Fulvio, se vai a scrivere in un club kosher, essere zittito è il minimo e lamentarsi è stupido.
    Non è che Zuckerberg sia un demone, lo è, ma soltanto perchè milioni di imbecilli si calano da soli nel suo inferno e da soli si incatenano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Riki 4 settimane fa

    Non è tutto così: io navigando ho visto la pagina di una persona che pubblicava delle foto dalla pagina di Judy Wood 9/11 – Spiega le tecnologie militari in mano agli USA (e le altre superpotenze) coperte da segreto militare. L’energia cinetica è superata. Quasi nessuno sa niente di queste armi “esotiche” DEW – se non avessi fatto un giro quel giorno sarei rimasto dell’idea di una demolizione con esplosivo convenzionale. Ho fatto un esempio invece di altro …che è però collegato, perchè viene della stessa fonte. Ognuno di noi si difende come può di fronte a quello che sta accadendo in questi ultimi 2 decenni. Il fatto di essere controllato, se fosse vero, è niente di fronte al peso che io e miliardi di persone come me dobbiamo sopportare, per cose che hanno deciso le mutinazionali gestite dall’elite. Hasta la vista!

    Rispondi Mi piace Non mi piace