Ultime Notizie dal fronte di guerra Ucraina

Le NATO sta attuando un grande trasferimento di forze e di attrezzature militari in Ucraina. Almeno tre aerei da trasporto militare dell’aviazione americana sono arrivati ​​in Ucraina negli ultimi quattro giorni, secondo i dati degli osservatori dell’aviazione.
Si tratta di C-130 Hercules e C-17 Globemaster III che sono atterrati a Kiev dalla base aerea americana di Ramstein in Germania.

Un altro aereo da trasporto pesante C-17 è atterrato a Leopoli dopo un volo transatlantico dagli Stati Uniti.
Inoltre, un aereo da trasporto britannico Bae 146-200 dalla città polacca di Poznan, dove si trova il quartier generale del 5 ° corpo dell’esercito americano, è stato anche avvistato in volo a Kiev.
Secondo gli ultimi rapporti un numero di circa 37mila miiltari della NATO saranno dispiegati al confine fra l’Ucraina e la Crimea. Di questi 20mila truppe statunitensi e 17mila truppe da altri paesi membri della NATO.

Secondo gli osservatori, se ci sarà uno sviluppo degli scontri tra Ucraina e Russia, la penisola di Crimea diventerà il primo obiettivo della NATO quando le truppe alleate attraverseranno il confine con la Russia, come riferiscono fonti ucraine.

Le forze della NATO saranno effettivamente dispiegate vicino alla Crimea, tuttavia non è chiaro se si tratterà delle esercitazioni militari su larga scala “Defender Europe 2021”, ma è ovvio che, in caso di scoppio delle ostilità, queste truppe appoggeranno l’Ucraina nel tentativo di invadere la Crimea. Nel frattempo la Russia sta schierando numerose unità militari in Crimea, potenziando le difese della penisola, con in programma di iniziare esercitazioni militari su larga scala, compreso l’uso di forze di terra, aerei da combattimento e forze navali.

D’altra parte, gli esperti prevedono che, nel quadro delle esercitazioni NATO, l’Ucraina possa lanciare un’offensiva sul Donbass dove nelle ultime settimane si sono intensificati i tiri dell’artiglieria ucraina sulle aree civili delle Repubbliche del Donbass. In particolare è stata distrutta dai tiri dell’ artiglieria ucraina l’area abitata di Zaitsevo, le case di abitazioni sono andate in fiamme. la scorsa settimana era stato ucciso un bambino di 5 anni, colpito nel cortile della sua casa e ferita una donna. I funerali del bimbo, si sono svolti due giorni fa.

Zaitsevo, Donbass, case civili in fiamme a seguito dei tiri dell’artiglieria ucraina

L’Ucraina si è formalmente ritirata dagli accordi di Minsk.

Nonostante i tentativi di Mosca di risolvere la situazione nel Donbass, l’Ucraina ha deciso di ritirarsi formalmente dagli accordi di Minsk, rifiutando ulteriori negoziati a Minsk. Ciò indica che l’Ucraina intende risolvere con la forza la questione con le autoproclamate repubbliche del Donbass.
Kiev ha annunciato ufficialmente che non intende recarsi a Minsk per tenere colloqui sullo status delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk. Gli esperti ritengono che ciò possa portare al fatto che, in tal modo, Kiev può rompere banalmente gli accordi sul Donbass e, in caso di escalation della situazione da parte del LPNR, avviare una guerra su vasta scala nella regione.
Nessun commento da parte della UE e in particolare da Francia e Germania che, assieme alla Russia, erano le potenze garanti degli accordi.
.

Forze USA in Ucraina

Finora non ci sono commenti ufficiali da Kiev, tuttavia, questo non fa che aumentare le tensioni nella regione, soprattutto sullo sfondo del fatto che al momento circa 100mila militari delle forze armate ucraine sono già in Donbass, e il territorio delle autoproclamate repubbliche è regolarmente bombardato dall’esercito ucraino, con vittime e feriti fra i civili residenti. La versione diffusa e sostenuta da Washington è quella che la Russia sta minacciando l’Ucraina di invasione e la NATO si appresta a difendere il partner dell’Alleanza. Viene attentamente occultata l’offensiva in atto da giorni delle truppe ucraine sulle aree civili del Donbass e l’accumulo di forze militari (oltre 100.000 uomini e centinaia di carri armati e semoventi di artiglieria pesante) vicino ai confini del Donbass e della Crimea. I media occidentali diffondono tale versione ignorando la violazione degli accordi di Minsk da parte dell’Ucraina.


L’Europa si volta dall’altra parte e finge di ignorare la pericolosità di un conflitto che sta per esplodere nel cuore del vecchio continente

Fonti: South Front Avia Pro.ru

Sintesi rapporti e note: Luciano Lago

20 Commenti

  • Michele
    7 Aprile 2021

    Bene, forza Russia!!!

  • giggi251
    7 Aprile 2021

    Come ogni stato fallito, l’Ucraina cerca di spostare l’attenzione e le colpe sull’esterno. Cosa che avviene regolarmente dall’inizio dell’umanità. Non hanno neanche i soldi per il carburante per fare una guerra e Francia e Germania si sono defilate. Gli USA stanno per perpetrare un crimine enorme contro l’umanità, mandando a morire tanti giovani ragazzi ucraini imbevuti di patriottismo e nazionalismo. Se la guerra non è ancora iniziata è perché i generali ucraini si stanno rifiutando di iniziarla, ben sapendo che non hanno armi per combatterla, ma alla fine gli USA spingeranno per una carneficina senza senso e persa in partenza affinché loro possano salvare la faccia e far sparire tutte le nefandezze compiute in questi anni a cominciare dalla famiglia Biden.

  • Farouq
    7 Aprile 2021

    Semplice supporto psicologico, praticamente un amichevole incitamento al suicidio

  • Farouq
    7 Aprile 2021

    La foto dei soldati americani che sorridono divertiti è interessante

    Ma che ca… ridete?

    Pensano che la guerra sia un videogioco, poi tornano mutilati o nei sacchi

    Perché non visitate i veterani tornati dall’iraq, mutilati e segnati per sempre, avevano anche loro lo stesso sorriso

  • Hannibal7
    7 Aprile 2021

    Come giustamente diceva l’egregio Arditi, commentando un precedente articolo, le cose peggiorano di giorno in giorno…
    Adesso poi,con le truppe della Nato,37mila soldati,di cui 20mila ameri-CANI, che si posizioneranno ai confini della Crimea, la situazione diventa a dir poco incandescente
    Putin fu chiaro ed esplicito, la Crimea è territorio di Russia punto e basta
    A questo punto basta una piccola scintilla a far deflagrare un conflitto dagli esiti poco immaginabili
    Una cosa mi sto chiedendo: nell’enclave di Kaliningrad dormono sogni tranquilli o son desti e pronti???

    • La soluzione
      7 Aprile 2021

      La Russia per orgoglio e rispetto gli farà il culo a questi mentecatti. Gioca sul suo territorio. Poi lo vedrete che sorpresa.

      • Riki
        7 Aprile 2021

        Da quando c’é biden, i generali, che si fanno di meth, non vedono l’ ora di andare in guerra: sono strafatti. I russi lo sanno… e aspettano.

    • Arditi, a difesa del confine
      7 Aprile 2021

      ottima osservazione, è quello che mi chiedevo pure io, ieri ad esempio dalla base tedesca è partito un aereo che ha sorvolato la parte est del confine dell’enclave e poi raggiunta la lituania (o estonia o l’altra, per me tutte uguali sono quelle 3) è ritornato indietro
      ma non conviene credo attaccare Kalingrad, a parte che c’è una parte della flotta del Baltico, probabilmente ospita pure missili nucleari e la Germania è ad un tiro di schioppo
      meglio fare i fuochi d’artificio in Ucraina che risulta un po’ più lontana.

      Il dubbio è : aspetteranno la Pasqua ortodossa (2 Maggio) o attaccheranno prima?

  • sara
    7 Aprile 2021

    Di peggio in peggio..

  • Riki
    7 Aprile 2021

    Zelensky era un comico, prima di diventare presidente. Certo che i comici possono fare dei danni mostruosi all’umanitá.

  • Andrea
    7 Aprile 2021

    37.000 soldati Nato in prossimità del confine con la Crimea per combattere i russi??
    a casa loro??

    nessun Generale Nato manderà i suoi uomini a combattere e morire contro i russi per l’Ucraina,
    al massimo useranno i soldati ucraini come carne per cannoni,

    stanno sparando numeri a go go ….

    • Hannibal7
      7 Aprile 2021

      Egregio Andrea, che siano soldati NATO o ucraini,mi pare di capire che l’intento sia quello di far passare i russi come aggressori

      • Andrea
        7 Aprile 2021

        ovvio,
        ma se ci sarà uno scontro diretto la voglio vedere tutta questa determinazione Nato di combattere i russi a casa loro,

        comprendo che da circa 30 anni siamo abituati a vedere guerre ASSIMETRICHE al punto che sono diventate il modello di guerra Nato contro il “resto del mondo”

        però contro la Russia sarà una guerra SIMMETRICA,
        e ad Usa-Nato sanno benissimo tutto quello che implica,

        per prima cosa implica il SOLDATO

        e vorrei vederlo il soldato americano britannico francese tedesco italiano spagnolo greco ecc. andare a combattere i russi a casa loro per l’Ucraina,

        uuhh se vorrei vedere quanto durerà la loro convinzione …. quando sarà palese che non avranno di fronte ” ‘na manica di combattenti tribali”,

        ma intere Divisioni Corazzate
        intere Divisioni di Artiglieria pesante
        intere Divisioni di Fanteria Meccanizzata (non a piedi o sui dorsi dei muli)
        Aeronautica a go go
        Marina a go go
        Missili di ogni categoria
        vorrei vederli quando inevitabilmente per molti di loro mancherà l’aspetto fondamentale,
        ovvero la Logistica, il supporto PRIMARIO,

        perché la guerra SIMMETRICA è questa.

        ma con una differenza,
        il SOLDATO russo combatterà a casa sua, per la sua terra, per la sua famiglia,
        e il SOLDATO “Nato” per cosa?

        per l’Ucraina????

        • Arditi, a difesa del confine
          8 Aprile 2021

          lei ha pienamente ragione, ma allora le chiederei : i soldati tedeschi, italiani, rumeni che andarono in unione sovietica durante l’operazione Barbarossa, combattevano per cosa? potevano stare benissimo a casa loro o andare a rompere i denti agli inglesi, o sbaglio?
          il militare esegue l’ordine, non si chiede se vale la pena o meno quello che sta facendo; se ha passato un anno da giovane a servire lo stato dovrebbe saperlo benissimo

          • Andrea
            8 Aprile 2021

            Erano tempi ben diversi,
            era ben diversa la cultura sociale e l’accesso all’informazione,
            la percezione era ben diversa,

            lasciamo perdere che ai tempi c’era la Leva,
            oggi nessuna grande società europea accetterebbe di vedere migliaia di bare che tornano a casa per l’Ucraina,
            oggi in TANTI sanno che in Ucraina è in atto solo un “gioco” geopolitico,

            per quanto il mainstream si dia da fare le più grandi società europee non percepiscono la Russia come un potenziale Invasore armato,
            non sentono il pericolo per i propri confini,

            non accetterebbero un lago di sangue dei propri figli per gioco deciso dall’altra parte dell’oceano …

            p.s.
            ho fatto la Naja,
            e sono stato pure in missione a Beirut per 6 mesi

  • antonio
    7 Aprile 2021

    una lunga scia di crimini nella storia degli ultimi 40 anni
    aggressioni e genocidi in Yugoslavia, Irak, Somalia, Libia, Siria, Yemen, Palestina, Afganistan, Ucraina

  • eusebio
    7 Aprile 2021

    Anche in estremo oriente la situazione precipita, aerei cinesi nelle ultime ore hanno violato di nuovo lo spazio aereo di Taiwan mentre un cacciatorpediniere USA ha di nuovo attraversato lo stretto di Taiwan, in Birmania i militari vogliono estendere lo stato di emergenza di due anni mentre i teppisti pagati dalle ONG NATO incendiano fabbriche ed attività cinesi, una fonte russa ipotizza che la Cina potrebbe occupare Taiwan entro l’anno, del resto questo è il momento forse di massima debolezza interna degli USA, la situazione sociale è al collasso, ci sono oltre 100 milioni di inattivi su 320 milioni di abitanti, l’apparato militare USA è ipertrofico ed obsoleto, l’elite sionista al potere mette le etnie una contro l’altra, prima i neri contro i bianchi e ora contro gli ispanici e gli asiatici, anche l’elite sionista al potere in Ucraina dopo aver portato il paese al collasso cerca di sopravvivere lanciando un attacco suicida contro la Russia.
    La Cina dovrebbe appoggiare la Russia nella soluzione del problema ucraino anche sul piano militare, come sta facendo la Bielorussia schierando truppe al confine con la Polonia, in fondo in uno scenario ucraino post-conflitto, nel caso che i russi siano obbligati ad eliminare i centri di comando militari e governativi ucraini, quindi con eliminazione pure di Zelensky, il nuovo governo dovrebbe essere filorusso e filocinese, con la Cina che recupererebbe aziende già acquistate come Antonov e Motor Sich ora nazionalizzate.
    Del resto dopo la scelta cinese di appoggiare l’Iran e la stretta collaborazione russa in Siria con Hezbollah il vendicativo regime sionista cercherà di farla pagare a russi e cinesi.
    L’Iran ha arrestato una spia israeliana nel nord-ovest del paese e poche ore dopo una nave iraniana nel Mar Rosso è stata colpita, per capire come sono vendicativi i sionisti.
    Ci tengono molto alle loro spie, ricordo quando facevo le superiori a fine anni ottanta un film tv su Eli Cohen, una spia israeliana nata ad Aleppo infiltrata nel governo siriano, scoperta e giustiziata nel 1965, fecero il diavolo a quattro per liberarla.
    Molto bella nel film la scena di Cohen infiltrato con il generale siriano che osservavano la Galilea, il generale siriano che diceva che di li a poco l’avrebbero invasa e poi ci sarebbe stato il massacro, il film era chiaramente prodotto ed interpretato da ebrei, come al solito in preda alla sindrome da stress pre-traumatico.

  • Yanez de Gomeira
    7 Aprile 2021

    prevedo che le truppe nato in Ucraina per ‘esercitazione’ non andranno più via. successo degli usa che portano altri missili a ridosso della Russia.

  • Eugenio Orso
    7 Aprile 2021

    Attaccheranno fra la seconda metà di questo mese e giugno, a disgelo completato e quando il dispiegamento dei banditi nato, per “incoraggiare” la marmaglia tagliagole ukrainofona, sarà completato o quasi completato a est.
    Intanto, continueranno le provocazioni e i bombardamenti di civili, nel Donbass, e la criminalizzazione mediatica dei russi da parte delle puttane “giornalistiche” occidentaloidi.
    Il lockdown, da noi, sarà prolungato in attesa della guerra.
    Vuoi vedere che il boia draghi e il verme mattarella, sguatteri degli elitisti finanziari e ebrei ne sanno qualcosa?

    Cari saluti

  • Capitano AQUILANTE
    7 Aprile 2021

    La santa madre RUSSIA dovrebbe dire basta a questo stato di continui insulti e provocazione da parte di stato di bastardi e falliti,sono al confine bene se mettono un solo piede sul SACRO SUOLO DI RUSSIA dovranno fare come con i tedeschi SCHIACCIARLI come scarafaggi puzzolenti e far finire sul nascere le ambizioni di finti americazzi bastardi e invasori fallo PUTIN e avrai la riconoscenza eterna di tutte le persone a modo di questa misera terra

Inserisci un Commento