Ultima Ora: l’esercito siriano cattura nuove aree nel sud di Idlib


BEIRUT, LIBANO (18:40) – L’esercito arabo siriano (SAA) sta avanzando attraverso la campagna di Idlib oggi, mentre le sue forze sono riuscite a catturare altre due aree vicino alla città chiave di Khan Sheikhoun.

Secondo una fonte militare in prima linea, l’esercito arabo siriano ha catturato la città di Abideen e il villaggio di Khirbat Abideen dopo aver sfondato le linee dei miliziani jihadisti questa sera.
La fonte ha detto che l’esercito arabo siriano sta ora combattendo attraverso Abideen per proteggere la città.
Da giovedì, l’esercito arabo siriano ha catturato almeno quattro siti dai ribelli jihadisti; questo include la città di Madaya, che si trova nella campagna nord-occidentale di Khan Sheikhoun.
L’attuale operazione è un movimento a tenaglia sul lato occidentale e orientale di Khan Shaykhun. È progettato per circondare le città detenute dagli jihadisti, Al Lataminah, Kafr Zayta, Khan Shaykhun e Morek.
Il nord del governatorato di Hama e Idlib è detenuto da Hayat Tahrir al Sham (HTS) allineato ad al-Qaeda. HTS ha sconfitto e rimosso diversi gruppi “ribelli” sostenuti dalla Turchia dall’area che governa. Dal lato siriano la Tiger Force e la 4a divisione sono le unità principali dell’attuale combattimento.

La prima fase dell’operazione, iniziata tre mesi fa e interrotta da numerosi cessate il fuoco, si è rivelata difficile. I jihadisti hanno una buona attrezzatura che include un gran numero di missili anticarro TOW forniti dagli Stati Uniti con una portata di 5.000 metri. Hanno anche un numero significativo di lanciatori di missili d’artiglieria. Le loro posizioni erano ben preparate e hanno difeso ferocemente ogni singola casa. Hanno contrattaccato con un certo successo utilizzando veicoli con attentatori suicidi.

Le perdite dell’esercito siriano durante la prima sono state inaccettabili. Ciò ha portato a un cambiamento di tattica. Le forze aeree siriane e russe hanno iniziato una vasta campagna di bombardamenti con centinaia di attacchi aerei e di artiglieria al giorno contro posizioni jihadiste. I droni sono stati usati per trovare lanciatori di missili mobili nascosti nelle piantagioni di frutta e per dirigere artiglieria e bombardieri su quegli obiettivi. ANNA News ha pubblicato diversi video della vasta campagna . La campagna aerea costò ai jihadisti una quantità significativa di materiale e personale. Solo uno degli aerei attaccanti, un aereo siriano SU-22, è stato perso durante il combattimento.

Anche l’esercito siriano ha iniziato a fare attacchi notturni di grandi dimensioni. Il suo nuovo T-90 e i suoi carri armati T-72 modernizzati hanno un’eccellente visione termica notturna e possono distruggere obiettivi a lunghe distanze. La fanteria può procedere sotto la sua protezione .
Invece di combattere lungo le strade da una città all’altra, l’esercito si è mosso per prendere prima le alture e procedere da lì. Usando le operazioni di affiancamento, le truppe attraversarono diverse linee di difesa preparate. I jihadisti sono ora in fuga. Da allora l’esercito si è spostato più a nord-est di Al Habit e ha preso Kafr Ayn e Tell As.

Esercito siriano

L’accerchiamento a nord di Khan Shaykhun si chiuderà nei prossimi giorni. I jihadisti che restano nel calderone avranno poche possibilità di sopravvivere. Probabilmente fuggiranno a nord lungo l’autostrada M5.

Come risultato dell’avanzata di oggi, l’esercito arabo siriano ha ora stabilito una forte linea di frontiera sul fianco occidentale di Khan Sheikhoun.
L’area presto chiusa ospita anche uno dei posti di osservazione del cessate il fuoco con equipaggio turco. Mentre si suppone che questi posti supervisionino il cessate il fuoco ininterrotto, in realtà sono usati come centri di rifornimento e direzione del fuoco per le forze jihadiste. Sarà interessante vedere la reazione turca quando l’esercito siriano busserà alla porta dell’osservatore.

Giovedì, il Fronte di liberazione nazionale (NLF) sostenuto dalla Turchia ha inviato un ampio convoglio di rinforzi sui fronti di Idlib e Hama.

Questi rinforzi dovrebbero fornire il necessario sollievo alle esauste forze dei miliziani lungo il fronte di Khan Sheikhoun.

Esercito siriano in avanzata

Aggiornamento (19:05) – L’esercito siriano ha appena catturato i villaggi di Mafr Al-Hintah e Hawsh Al-Tawilah.
Il recupero dell’area e Khan Shaykhun, una città con 35.000 abitanti prebellici, sarà una vittoria significativa. Ma questa operazione è solo la battaglia di apertura di una campagna più ampia. La violazione piuttosto lenta della prima linea verrà ora trasformata in una campagna dinamica. Il piano più ampio dietro questa tattica è probabilmente di eredità russa : era questa una tattica dell’Armata Rossa che è stata appresa dai vertici militari siriani, la guerra in profondità entrando nel fronte nemico e consolidando poi le posizioni.

LE FORZE RUSSE STANNO STABILENDO NUOVE POSIZIONI NEL SUD DELL’EIR EZZOR – RAPPORTO

Le forze russe stanno stabilendo diverse posizioni nella campagna meridionale di Deir Ezzor , come riportato dal blog Deir Ezzor 24 a favore dell’opposizione, citando fonti locali.

Le fonti hanno affermato che diverse unità russe stanno attualmente lavorando per stabilire nuove posizioni nella città di al-Jalaa.

“Le forze russe hanno scaricato attrezzature militari e dispiegato personale in città in preparazione per stabilire basi per le loro unità in città”, ha detto Deir Ezzor 24, citando le fonti.

Deir Ezzor 24 ha affermato che la Russia ha recentemente aumentato la sua presenza militare nel sud di Deir Ezzor. Tuttavia, questo deve ancora essere verificato.

Situata a meno di 30 km dal confine con l’Iraq, al-Jalaa è una delle città più grandi della parte occidentale della valle del fiume Eufrate. Un’autostrada che conduce al valico di frontiera di al-Qa’im attraversa la città.

Il fatto che i russi si installino in questa zona con una loro base significa che vogliono controllare direttamenente il valico di frontiera fra Iraq e Siria dove anche le truppe USA hanno costituito delle basi e rubano il petrolio dai pozzi siriani.

Fonti: Al Masdar News South Front

Traduzine e sintesi: Luciano Lago

3 Commenti

  • Gian Piero
    18 Agosto 2019

    Se
    licemente geniale la strategia russa. Avanti cosi fino alla liberazione completa di zidlib.

  • Buzio
    18 Agosto 2019

    Maledetti Yankees

  • eusebio
    18 Agosto 2019

    Sempre subornati dalla moribonda entità sionista, gli amerighi continuano a piazzare qua e la basi militari che non hanno copertura aerea e quindi sono vulnerabilissime.
    Tra l’altro finora i russi si sono limitati a massacrare i jihadisti mercenari di sion evitando che l’Asse sciita attaccasse il tumore sionista, ma ormai come dimostrano l’abbattimento del drone amerigo e il lancio di droni yemeniti poche ore fa su di una importante raffineria saudita sul Golfo l’asse sciita ha acquisito quella capacità tecnologica missilistica e aerea che gli permetterà di scatenare le sue enormi forze di terra prima contro i sauditi e poi contro i sionisti.

Inserisci un Commento

*

code