Ultima fermata prima di Willoughby

di William Schriver

Quello che l’Occidente ha, e ha da tempo, è un esercito one-shot. Una campagna seria, vinta o persa alla fine, disarmerebbe l’Occidente per un decennio . (Aurelien)
Questa, signore e signori, è la semplice verità.

Gli Stati Uniti semplicemente non possono, in questo momento – o anche a medio termine – organizzare e sostenere una campagna delle dimensioni, dell’intensità e della durata di ciò che abbiamo visto in Ucraina negli ultimi 18 mesi.

Le catene di approvvigionamento statunitensi sarebbero crollate molto tempo fa; le perdite di uomini e materiale – compresi molti mercantili e le loro scorte di navi da guerra – sarebbero state catastrofiche.

Oh, certo, c’è l’enorme coro di persone convinte che la potenza aerea e navale degli Stati Uniti supererebbe ogni avversità nel giro di pochi giorni, mettendo in ginocchio i presuntuosi russi.
Non è quello che accadrebbe, idioti.
Ciò che accadrebbe è che, nonostante alcuni spettacolari successi nel dare corpo al primo ciclo di notizie di 24 ore, il “dominio totale” che tutti credono gli Stati Uniti esercitino, subirebbe gravi perdite immediate in tutto lo spettro militare.

Dozzine di aerei americani di tutti i tipi sarebbero stati abbattuti nelle prime 100 ore di guerra. Diverse navi americane sarebbero state danneggiate o affondate. Le basi americane in Europa e nel mondo sarebbero state colpite. Le risorse ISR aviotrasportate americane sarebbero prese di mira in modo aggressivo; le reti satellitari e di comunicazione militari verrebbero disabilitate.

Entro pochi giorni, gli Stati Uniti avrebbero iniziato a soffrire di una grave carenza di munizioni per attacchi a distanza, notevolmente aggravata dall’elevato tasso di intercettazione raggiunto dalle difese aeree russe.

I russi hanno già dimostrato, negli ultimi 18 mesi, di poter abbattere QUALSIASI tipo di missile d’attacco che gli Stati Uniti possono sparare contro di loro – non tutti i missili, sempre, ma la maggior parte di essi, la maggior parte delle volte.

Nessun altro esercito sul pianeta ha mai attestato un tale livello di capacità. Gli Stati Uniti non ce l’hanno e ci vorrà sicuramente almeno un decennio per svilupparlo.

Missili Russi antiaerei

E, sia chiaro, se gli Stati Uniti dovessero colpire obiettivi sul suolo russo, i russi contrattaccherebbero contro obiettivi sul suolo americano. Non credo che lancerebbero un “primo attacco” nucleare contro gli Stati Uniti, ma posso garantire che userebbero la loro flotta di sottomarini e la capacità di attacco aereo convenzionale a lungo raggio per colpire obiettivi strategici sul suolo americano.

Sarebbe un’esibizione scioccante della grande guerra di potere nel 21° secolo.

Entrambe le parti sarebbero gravemente ferite, ma i russi non sarebbero gravemente indeboliti, figuriamoci sconfitti, mentre gli Stati Uniti sarebbero feriti in modi mai visti nella loro storia, solo per guardarsi intorno e trovarsi in uno stato di crisi logistica acuta dopo soli quindici giorni di operazioni di combattimento ad alta intensità.

Questo sarà il momento della decisione, l’ultima fermata prima di Willoughby, in un certo senso.

E, se lo scenario che ho abbozzato dovesse effettivamente svolgersi, ci sarà un tempo, abbastanza presto, in cui le teste più sane nelle sale dell’impero – coloro che, finora, hanno acconsentito allo svolgersi di questo disastro – beh , dovranno scegliere se agire finalmente per fermare la follia, o stare a guardare mentre loro e tutti noi cadiamo vittime di eventi che sfuggono al controllo.

Fonte: imetatronink

Traduzione : Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM