UCRAINA: PERCHÉ ( NOI RUSSI ) DOVREMMO ESSERE PRONTI PER LA GUERRA

di Alexander Chaldea

La riformattazione del sistema politico che si svolge oggi in Ucraina avviene nel contesto del confronto globale tra l’Occidente e la Russia, quella che si dovrebbe prendere in considerazione come un processo verso la distruzione del potere presidenziale verticale e la creazione di una struttura fantoccio in forma di conflitto tra diversi centri di potere.

La manifestazione politica in Ucraina sta assumendo un quadro sempre più inaspettato. Quando Zelensky è salito alla presidenza, tutti erano sicuri che quello sarebbe stato il futuro Presidente e Comandante in Capo.

Zelensky ha vinto con un margine assordante su Poroshenko, e questo ha dato ragione di credere che avrà la briscola sulle sue mani. Ma all’improvviso la sceneggiatura è cambiata.

Se qualcuno pensa che in Ucraina tutto sia deciso dal presidente, si sbaglia. Se qualcuno crede che gli oligarchi ucraini decidono tutto, si sbaglia. Se qualcuno pensa che tutto sia deciso dall’ambasciatore americano, non conosce tutta la verità. Negli Stati Uniti, gli oligarchi americani ( della elite dominante) decidono tutto. E solo allora i loro impiegati come il Presidente degli Stati Uniti e altri burattini lungo la catena hanno ricevuto istruzioni a livello di ambasciatori, e quelli già portano ordini agli oligarchi e al presidente dell’Ucraina.

Uno di questi collegamenti di trasmissione, di gran lunga superiore alla forza del Presidente degli Stati Uniti, è la Banca Mondiale. Questo è lo stato maggiore dell’aristocrazia finanziaria globale, e Satu Kahkonen (questa è una donna, se qualcuno non capisce i nomi finlandesi) – si tratta di un ufficiale-ufficiale dell’Ucraina-Bielorussia-Moldavia in qualità di direttore in quest’area. La sua sede è a Kiev, non da nessuna parte. Questo non è l’ambasciatore degli Stati Uniti, sta guardando dall’host principale dell’Ucraina. E anche dagli Stati Uniti.

Quindi questa signora, che ha lavorato nella Banca Mondiale in diverse direzioni per tutta la sua vita, scrive una lettera a Kurt Walker, dove lo orienta nel senso che l’Ucraina dovrebbe essere una repubblica parlamentare a Zelensky, e Avakov dovrebbe diventare primo ministro. Perché è una figura appropriata e ironicamente controllata per tutti, ma Tymoshenko è una figura indesiderabile. È in grado di creare un “eccesso di esecutore” – di sfuggire al controllo.

Si può dire – dov’è la Banca Mondiale (WB) e dov’è il problema del sistema politico dell’Ucraina? Il WB è un problema di economia e debito, l’attuazione dei decreti del FMI, ma il sistema politico in Ucraina è il tema del Dipartimento di Stato. Mike Pompeo, o in casi estremi, il vicepresidente Mike Pence. Da quale parte qui WB?

Una tale domanda le persone intelligenti non la fanno neppure . Come dicono a Odessa, se l’ufficiale giudiziario dice “siediti”, è in qualche modo scomodo stare in piedi. Una donna con una complicata famiglia finlandese non parla per se stessa, ma per quelli che fanno i presidenti negli Stati Uniti. E per Volcker, questo è più importante della direttiva di Trump. Possiamo dire con certezza che le autorità di Zelensky non possono vedere le loro orecchie. I direttori della Banca Mondiale non parlano nello spazio vuoto, parlano sempre una volta. La prima volta è l’ultima. Due volte non si ripetono, e finora non ci sono stati pazzi capaci di non sentire o di adempiere a ciò che hanno ascoltato.

Il nuovo presidente ucraino Zelensky

Il corso verso una repubblica parlamentare è una fase logica per assicurare il controllo degli Stati Uniti sulle élite dell’Ucraina. Diversi emergeranno da un centro di forza, che entrerà immediatamente in una feroce battaglia tra loro. La prima sarà il mediatore, il mediatore tra gli oligarchi e il WB. O meglio: un messaggero. Sarà l’oratore, le voci dei clan della più alta volontà. Questo non è più un doppio potere: è molto potere. O piuttosto, anarchia.

Le parti saranno cucinate come torte, quelle nuove saranno sostituite e quelle vecchie gettate nella spazzatura, Zelensky indosserà abiti costosi, dipingerà un profilo europeo, riceverà le credenziali dagli ambasciatori e farà varie dichiarazioni al pubblico. Kolomoisky risolverà lui stesso i problemi, e se andrà lontano, i suoi compagni più anziani lo correggeranno attraverso un interprete. In una parola, Zelensky non ha preso il potere, ma l’illusione del potere.

Il concerto politico ucraino sta diventando sempre più cacofonico. Tuttavia, ciò significa il rafforzamento del potere degli Stati Uniti nei territori di Ucraina, Georgia, Moldova e il desiderio di rafforzare il controllo sulla Bielorussia. Gli obiettivi dell’Occidente sono di strappare completamente la Russia dalla Bielorussia entro il 2035 e, con l’aiuto di Ucraina e Georgia, per provocare l’avvento dei nazionalisti al potere e uno scontro militare con la Russia. Una volta, per quanto riguarda l’Ucraina, questa era considerata un’assurdità. Ora è una realtà. Non è necessario ripetere gli errori ucraini in relazione alla Bielorussia.

È nel contesto del confronto globale tra l’Occidente e la Russia che si dovrebbe prendere in considerazione la riformattazione del sistema politico che si svolge oggi in Ucraina verso la distruzione del potere presidenziale verticale e la creazione di una struttura fantoccio in forma di conflitto tra diversi centri di potere.

Un cordone sanitario impenetrabile si sta formando intorno alla Russia, e la questione non è Poroshenko, Zelensky o Kolomoisky. Il fatto è che l’Ucraina parlamentare sarà più controllata dall’Occidente di quella presidenziale. Cambiare i primi ministri è più facile che cambiare i presidenti.

Zelensky nel concerto politico ucraino ha causato un certo fallimento del ritmo, una sorta di sincope. Spostando l’accento da battito forte a battito debole, che è lui stesso. La cacofonia dello stato ucraino entra nel codice, la parte finale.

Battaglione Azov dei neonazisti in Ucraina

Il crollo dello stato ucraino al costo di provocare una guerra generale con la Russia sta diventando il principale obiettivo dell’esistenza dell’Ucraina. Georgia, Moldova e Bielorussia stanno entrando diligentemente e silenziosamente in questa direzione. Evitare una chiamata significa sconfiggere la Russia, e la sua adozione è un lungo assedio e sanzioni molto più grandi. In effetti, un completo blocco economico.

Questo è lo scopo per cui sono state avviate le attuali intrighi politiche in Ucraina. Siamo sulla soglia di una prospettiva molto seria di guerra. E più ci si avvicina al 2024, maggiore è questa probabilità. Piccoli passi rendono il movimento invisibile, e quindi la soglia di percezione della minaccia è addormentata.

Ci svegliamo solo quando alle 4 del mattino senza una dichiarazione di guerra, armate di carri armati e aeroplani invadono i nostri limiti dal Bug al Mar Nero. Non notiamo l’espansione strisciante. Permetti a te stesso di essere distratto da ogni sorta di piccole cose e litigi. In effetti, nell’aria ancora più chiaramente odori di polvere da sparo. La guerra sarà, ma non quella per la quale ci stiamo preparando. In questa guerra, i nemici stanno preparando una trappola per noi. Vogliono trasformare le nostre forze in debolezza. Crede che ci riusciranno.

Nella teoria di Sharpe, questa è chiamata la “linea di incrocio”. Attraverseranno, risponderemo, e qui saremo soffocati di embarghi economici. Hanno abbastanza potenziale per isolarci, e se siamo attratti dalle ostilità, e non possiamo evitare di essere trascinati, se ci vengono imposti in una situazione diversa, non presente, allora le possibilità dell’Occidente diventano del tutto reali.

Non è necessario sottovalutare la minaccia, non sarà più possibile fare una doccia con i cappucci. Il nostro principale campo di battaglia ora è l’economia. Non abbiamo nessun posto dove ritirarci, dietro non solo a Mosca. Tutta la Russia è di nuovo sotto assedio. Ricorda come il 21 giugno 1941 nessuno credeva all’inizio della guerra. Città e villaggi vissero come al solito. Alla vigilia del 9 maggio, dovremmo pensare seriamente a tutto ciò che accade.

Il tempo spensierato è finito. Il cielo dell’Ucraina è coperto di fumo, e questo è il fumo della guerra. E porta questo fumo ai nostri limiti. L’elezione di Zelensky come presidente è una soglia di tempi, come l’elezione di Hitler come cancelliere. Solo che qui il Fuhrer non sarà Kolomoisky o Avakov. Sebbene possano essere assegnati a questo ruolo. Il Führer collettivo sarà la Banca Mondiale. La cacofonia ucraina sembra sempre più simile a uno stridio di tracce di carri armati nella sinfonia di Leningrado di Shostakovich. Solo ora il blocco minaccia tutta la Russia. Quindi è necessario capire questi processi che causano il ridicolo in molti di noi. In realtà, tutto è molto serio.

Traduzione: Sergei Leonov

1 commento

  • Idea3online
    3 Maggio 2019

    Strappi tutti questi Stati dell’Est Europa…..e dopo cosa offri? Sicuramente droga senza limiti, formazione della borghesia criminale, apertura di attività di facciata, collasso della classe operaia, a meno che gli operai non si inseriscano nell’industria criminale. Questo è successo dal Regno delle Due Sicilie in poi, è successo in Libia dopo la morte del Monarca, è accaduto in Albania, ed in tutte le colonie dell’URSS dopo essere state predate dalla NATO. L’illecito è il lavoro promesso a migliaia di sostenitori dei Colpi di Stato e libertà inutili ai sostenitori ignoranti. Certo il Venezuela è transito della polvere bianca che inonda il mondo, polvere bianca prodotta in Colombia in un paese della NATO e costretta a transitare dal Venezuela. Certo questa polvere bianca interessa gli Stati del Pianeta, tutti sono interessati alle proprietà stupefacenti, che riesce a generare un effetto moltiplicatore del denaro come nessuna altra cosa esistente. Alla fine del Colpo di Stato l’Ucraina è più povera, più corrotta, più criminali organizzati, il popolo senza diritti, senza uno Stato, ma in ogni paese il borghese criminale a braccetto con il politico aristocratico., spesso le due figure coincidono. A questo punto meglio un Governo come la Bielorussia, guidato da un Centro di Comando, ed il popolo operaio, che ha un punto di riferimento, una casa calda, il cibo garantito ed i servizi primari garantiti. Ma se ad altre persone non interessano questi beni primari, ma desiderano più denaro facile, più importazioni per annientare il tessuto industriale, desiderano libertà nei traffici, nel senso meno controlli da parte del governo alle dogane, questi bisogni muovono i giovani che partecipano alle insurrezioni. Ricchezza personale, creazione di una borghesia criminale diffusa. Ma riflettiamo, tra una aristocrazia criminale(Monarchia), ed una borghesia criminale diffusa(Democrazia), meglio il male minore. Chi potrebbe controllare tutte le teste calde e malate di denaro facile in uno Stato?
    Certo se l’Occidente avrebbe potuto offrire lavoro, vendita dei beni prodotti in Est Europa, offrire lavoro nelle industrie occidentali ai milioni di ucraini, offrire lavoro ai milioni di ucraini in Ucraina. Tutto questo non accade. Ma l’Obiettivo principale è lo stesso annientare la Russia, ed usare prima Napoleone, dopo Hitler, adesso l’Ucraina…..L’Obiettivo dei visionari del Mondo Unipolare è eliminare la Russia come resistenza ai loro piani. Ma il più Grande scacchiere è Dio, e se Dio ha deciso che l’Oriente o Regno del Sud deve potenziarsi certamente l’Occidente sarà destinato a perdere parte della sua energia. Nessuno mette in dubbio che l’Occidente è un luogo ideale per vivere, ma gli altri luoghi hanno più problemi perchè sempre da secoli umiliati dall’Occidente, la Russia è un esempio, hanno lanciato contro la Russia Napoleone, hanno ucciso lo Zar, hanno annientato la fede finanziando la Rivoluzione bolscevica, finanziato Hitler contro la Russia. Secondo noi come saranno cresciuti tutti questi esseri umani se da secoli subiscono oppressione?

Inserisci un Commento

*

code