Ucraina: i mercenari americani addestrano i neonazisti ucraini per prepararli a combattere nel Donbass


di Christelle Neant

Mentre l’Ucraina continua ad andare contro la retorica occidentale sulla futura “invasione” russa del Paese per salvare ciò che può essere salvato dalla sua economia, l’esercito ucraino e i battaglioni neonazisti ucraini continuano i preparativi per un’offensiva contro il Donbass, con l’ aiuto di mercenari americani.

Nello stesso tempo le autorità ucraine cercano di calmare la loro popolazione per evitare un collasso economico , sullo sfondo del fallimento dei negoziati tra Russia e Stati Uniti, nonché tra i consiglieri politici dei paesi del Normandy Format, in Ucraina , continuano i preparativi dell’esercito ucraino e dei battaglioni neonazisti per un attacco al Donbass con l’aiuto dei paesi occidentali e dei mercenari americani.

Così, il portavoce della Milizia popolare della DPR (Repubblica popolare di Donetsk), Eduard Basurin , ha annunciato che lo Stato Maggiore ucraino , sotto la guida dei consiglieri americani, sta mettendo a punto un piano di offensiva nel Donbass . Il momento dell’inizio dell’aggressione contro le Repubbliche popolari sarà finalmente determinato dopo il completamento della formazione dei gruppi offensivi e l’approvazione del piano operativo da parte del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale dell’Ucraina.

E mentre il piano dell’offensiva è in via di definizione, continua il consolidamento delle unità dell’esercito ucraino nel Donbass. Il comando dell’AFU (Forze armate dell’Ucraina) prevede di trasferire nella zona di conflitto nell’est del paese tre brigate aggiuntive: la 72a brigata meccanizzata, la 10a brigata d’assalto da montagna e l’80a brigata d’assalto aviotrasportata, che sono considerate le più pronte al combattimento nell’esercito ucraino e capace di azioni offensive.

L’esercito americano sostiene la guardia nazionale neonazista ucraina. Le forze statunitensi sono coinvolte in operazioni di combattimento?
Queste brigate sono state completamente equipaggiate con personale, armi, equipaggiamento militare e munizioni e hanno completato la loro preparazione al combattimento. Va notato che le unità dell’80a Brigata d’assalto aviotrasportato hanno completato il loro addestramento presso il centro di addestramento Staritchi nella regione di Lvov. La brigata è stata addestrata lì nel combattimento urbano da istruttori del Regno Unito come parte della missione di addestramento orbitale. È possibile che questi paracadutisti vengano schierati in gruppi d’assalto per ripulire grandi città come Gorlovka o Donetsk.

Il raggruppamento di queste brigate è confermato dal fatto che la direzione delle Ferrovie ucraine ha ricevuto istruzioni dal Ministero della Difesa di consegnare treni con binari e vagoni alle stazioni di carico di Belaya Tserkov, Kolomyia e Lvov dal 3 al 10 febbraio, al fine di usarle per il trasporto di armi, equipaggiamento militare e personale della 72a, 10a e 80a brigata.

È anche in treno che carburante, lubrificante e munizioni per ricostituire le riserve delle truppe della 25a, 36a, 53a, 54a e 56a brigata dell’AFU arrivano nel Donbass controllato dall’Ucraina. Questi treni scaricavano il loro carico nelle stazioni di Krasnoarmeysk, Druzhkovka e Zachatovka.

Al fine di impedire alle pattuglie della SMM (Missione speciale di monitoraggio) dell’OSCE e ai residenti locali di scoprire questo fatto, ai comandanti di queste unità è stato ordinato di scaricare e trasportare carburante e munizioni ai depositi delle brigate di notte, attraverso strade di campagna. Inoltre, i comandanti di brigata sono stati incaricati di preparare depositi sul campo per le munizioni a una distanza di 15-20 km dalla linea di contatto.
Di fronte alla carenza di vari tipi di munizioni e proiettili, l’Ucraina sta cercando di ottenere rifornimenti dall’estero. Per fare ciò, la leadership politica ucraina sta negoziando con i paesi della NATO che hanno ancora scorte di vecchie munizioni per i sistemi di artiglieria sovietici utilizzati dalle forze armate ucraine. Ad esempio, l’Ucraina sta discutendo con la Repubblica Ceca la possibilità di fornire all’esercito ucraino proiettili di artiglieria da 152 mm.

Gli ospedali militari da campo vicino a Konstantinovka, Kurakhovo, Volnovakha e Mariupol riportano urgentemente i pazienti in cura alle loro stazioni di servizio per il trattamento ambulatoriale. I comandanti degli ospedali militari sono stati incaricati di preparare luoghi di stoccaggio per le donazioni di sangue e di essere pronti a schierare letti aggiuntivi. Il personale medico è stato addestrato allo spiegamento e al funzionamento dei punti di accoglienza e di triage delle vittime.

Secondo le informazioni dei servizi di intelligence della DPR, ai leader delle amministrazioni militare-civili delle regioni di Donetsk e Lugansk è stato ordinato di aggiornare i piani per l’evacuazione delle persone che vivono negli insediamenti in prima linea, nonché di controllare i veicoli e le strutture destinate per il trasporto e l’alloggio degli sfollati.

Fonti dell’intelligence della DPR hanno anche notato un aumento delle attività delle organizzazioni neonaziste ucraine. Nei punti di reclutamento nelle città di Kharkov, Belaya Tserkov, Kherson e Dnipropetrovsk, vengono reclutati combattenti tra cittadini ucraini che hanno esperienza in operazioni di combattimento nel Donbass per fornire addestramento ad altre reclute.

A Sumy, l’organizzazione neonazista Corpus National ha allestito un campo di addestramento militare gestito da neonazisti che hanno combattuto nel Donbass nell’estate del 2014. Secondo alcuni rapporti, sarebbero anche istruttori delle compagnie mercenarie americane Forward Survey Group e Academi coinvolti nell’addestramento dei combattenti.

Mercenari in Ucraina

I neonazisti hanno anche stabilito una cooperazione con organizzazioni di volontariato per fornire ai loro combattenti equipaggiamento protettivo, uniformi tattiche e kit medici. È stata inoltre lanciata una campagna di raccolta fondi per l’acquisto di veicoli e attrezzature per i gruppi d’assalto neonazisti.

Come si vede continuano i preparativi dell’esercito ucraino e dei battaglioni neonazisti per condurre un’offensiva contro il Donbass , mentre l’Ucraina si lamenta ufficialmente dell’isteria americana sulla situazione militare, e dichiara che l’invasione del Paese da parte della Russia non è per Domani.

Di fronte a questa situazione, l’ Unione dei Volontari del Donbass, con sede in Russia, ha iniziato a formare unità per prendere parte alla difesa della DPR e della LPR (Repubblica popolare di Lugansk) in caso di attacco dall’Ucraina.

Mercenari della Black Water

“Confermiamo la dichiarazione della milizia popolare del DPR. Attraverso i canali dell’Unione dei Volontari del Donbass, abbiamo anche ricevuto informazioni che confermano il fatto che l’Ucraina si sta preparando per un’aggressione su larga scala utilizzando armi proibite contro le repubbliche del Donbass. A questo proposito, l’Unione dei Volontari del Donbass dichiara che non staremo lontani da questi eventi. I volontari russi hanno iniziato a formare unità per prendere parte alla difesa contro l’aggressione ucraina, se dovesse verificarsi. Stiamo attualmente completando i processi di formazione del comando e del personale dei volontari russi e siamo pronti ad agire per difendere le Repubbliche popolari contro le azioni aggressive della parte dei criminali ucraini”, ha affermato Andrei Pinchuk, capo dell’Unione dei volontari del Donbass.

Un provvedimento annunciato, mentre oggi l’ esercito ucraino ha aperto il fuoco con una mitragliatrice pesante contro il villaggio di Yasnoye, in DPR , danneggiando un edificio residenziale, ma fortunatamente senza causare vittime tra i civili.

Fonte: Donbass Insider

Traduzione: Luciano Lago

*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM