Tutto pronto: vogliono rinchiuderci di nuovo

di Ettore Savini
Purtroppo non ci eravamo sbagliati. I segnali che arrivavano dal Governo e dai servi travestiti da giornalisti erano inequivocabili: per tutta l’estate si è cercato di diffondere nuovamente il terrore da Coronavirus, per arrivare a rinchiuderci di nuovo tutti a casa in autunno (o anche prima). E, puntualmente, la politica delle chiusure è stata riproposta già il 16 agosto, col nuovo stop alle discoteche.

Ne siamo certi: è solo l’inizio, perché il terreno è pronto per scaricare addosso ai cittadini e agli imprenditori la totale incapacità di questo Governo, che a settembre non potrà certo ammettere di non essere stato in grado di riaprire le scuole (ma come pensava di farlo con una ministra come la signora Azzolina?) e, dunque, dovrà addossare ad altri la colpa dell’ennesimo fallimento. Ci sembra già di sentire il presidente del Consiglio, che a fine mese, con aria grave, a ora di cena, annuncerà agli italiani: “Il virus ha ripreso piede nel Paese, a causa di comportamenti irresponsabili di troppi cittadini, e, perciò, è impossibile tornare a fare lezione in classe”.

Vogliono toglierci nuovamente la libertà e lo fanno con il silenzio colpevole del presidente della Repubblica, che, pur di essere rieletto al Quirinale nel 2023, lascia che Conte, Di Maio, Zingaretti, Fico, Casellati e compagnia calpestino la Costituzione. Non si rendono conto – questi cialtroni mascherati da politici – che stanno affossando definitivamente un Paese, già in gravissima crisi ancor prima dell’emergenza Coronavirus. O forse se ne rendono conto benissimo e continuano a farlo, perché questi sono gli ordini che arrivano da Bruxelles, da Francoforte e da tutti i centri di potere economico-finanziari internazionali.

L’Italia fa gola a predatori e banchieri senza scrupoli e il Coronavirus, agitato da un Governo prono, rappresenta un grimaldello fondamentale, per chi vuole comprare aziende al collasso. E oggi, nel nostro Paese, le imprese in fin di vita sono migliaia, grazie all’azione devastante di un esecutivo che, mentre promette aiuti, lavora per spingere nel baratro la spina dorsale economica della Nazione, vale a dire le piccole e medie imprese.

Sono passati sei mesi, ma la musica non cambia: si ricomincia con i bollettini terroristici, per contare malati e morti (e allora perché non farlo anche per tumori e incidenti automobilistici, ad esempio?), con l’aggravante che oggi – con le terapie intensive vuote – si inventano ricoveri che non esistono. Il caso dei cinque giovani che sarebbero stati costretti in terapia intensiva in Puglia ai primi di agosto, citato da tutti i giornaloni e le tv di regime, è emblematico: rilanciato praticamente da tutti gli “scienziati” dell’informazione, è stato smentito da medici indipendenti, che hanno detto a chiare lettere di non esserci traccia di questi cinque ricoveri.

L’obiettivo è chiaro: terrorizzare il popolo e avere mano libera per disporre un nuovo blocco totale della attività. Così, questo governo di incapaci – protetto dal silenzio del Capo dello Stato – potrà continuare a fare i suoi comodi, a nominare esperti che esperti non sono, a dispensare consulenze milionarie a cialtroni di livello pari solo a quello di questi governanti.

Speriamo, davvero, di sbagliarci, ma il quadro che abbiamo davanti è più che preoccupante. E non certo per il Covid-19. Più del virus, fanno paura l’arroganza, la prepotenza e il totale disinteresse per il bene della comunità di personaggi, come Conte, Di Maio, Zingaretti, Gualtieri, Franceschini e gli altri imbarazzanti ministri di questo inquietante Governo.

Figuri, che pensano alla poltrona e agli intrallazzi personali, mentre l’Italia muore. Fortunatamente, per quanto possano prendere tempo, rinviare, inventare stati di emergenza inesistenti, alla fine il popolo tornerà al voto. E, allora, saranno spazzati via. Tutti. Nessuno escluso.

Fonte: Il Pensiero Forte.it

33 Commenti

  • Trismegisto
    21 Agosto 2020

    Un video da non perdere

    https://youtu.be/R-YJEWnxrNY

    • Sandro
      21 Agosto 2020

      Si, molto interessante, anzi, direi encomiabile, ma manca un dato: Perché. Se si intende abbattere l’economia italiana attraverso l’isolamento forzato, bene – anche se non ce ne era bisogno perché stavamo facendo un ottimo lavoro da soli ; se si vuole abbattere l’economia europea, bene lo stesso; se si vuol abbattere l’economia americana o prendere la “palla al balzo” per liberarsi da Trump , ari-bene lo stesso, ma se intende abbattere l’intera economia mondiale, compresa la Russia che difficilmente “abbocca”, chi ci guadagna? Gradirei qualunque risposta – da esaminare.

      • Monk
        21 Agosto 2020

        Perchè perchè perchè, per fare votare gli ultras come voi e fare quello che vogliono come decimare la popolazione mondiale e rendervi ancora più lobotomizzati con la compagnia di afro-islamici pronti a sgozzarvi, imporre nuovi ordini mondiali e depredare tutte le ricchezze a beneficio di pochi!!!!

      • Idea3online
        21 Agosto 2020

        Era dell’Anticristo, costruzione della ragnatela, o rete globale, per l’uomo ragno, Se non si va oltre, e non ci si sofferma allo scontro tra Dio e Lucifero. Siamo contesi, da una parte il Creatore del mondo reale senza profitto e solo bene comune, dall’altra il creatore del mondo virtuale, Lucifero, basato su profitto e individualismo. Siete pronti a credere a questa storia? Siete pronti a credere che verrà ricostruito il Terzo Tempi a Gerusalemme.?

  • nicholas
    21 Agosto 2020

    Se l’Italia va nuovamente in lockdown, le borse andranno a picco. Ciò, innescerà una crisi economica senza precedenti in tutto l’occidente

  • Marco
    21 Agosto 2020

    “Alla fine il popolo tornerà al voto e allora saranno spazzati via” e a chi cazzo votiamo!!..
    Che cambia?!
    Questi che sono al governo si sono trasformati nello stesso potere che si prefiggevano di combattere.

  • SESTO
    21 Agosto 2020

    Il voto: un’illusione che non tramonta mai

    • Sandro
      21 Agosto 2020

      Sei uno dei pochi che ci vede e anche a lunga distanza.

    • Monk
      21 Agosto 2020

      Chi è per il voto è un globalista comunista massone, avete rotto il cazzo con questo voto, è possibile che dopo decenni continuate a credere a questa stronzata? I FATTI dicono che siete solo degli ultras falliti e grazie alle vostre convinzioni adesso ci troviamo nella merda!!!! Andata affanculo!!!!!

      • atlas
        22 Agosto 2020

        monk, hai letto cosa ti ho scritto quì ? Prima che ci rinchiudano …

        • atlas
          22 Agosto 2020

          è nell’articolo del 18 Agosto, il link e il titolo dell’articolo il sistema non me lpo fa postare, boh

          • atlas
            22 Agosto 2020

            14 commenti, sul Regno Unito … vai indietro

          • Monk
            22 Agosto 2020

            M’è partito l’embolo atlas, non gliela faccio più a leggere coglioni che si definiscono dissidenti e poi come pecore vanno a ficcare nelle urne il foglietto massone che li illude di avere un solo minimo potere decisionale, la verità è che noi tutti non abbiamo nessun potere, ci hanno sempre sfruttati e adesso che non gli serviamo più ci vogliono assassinare. Questa è l’unica verità, manco le droghe sociali i giudei massoni vogliono darci, solo la morte. Bastardi tutti, tranne atlas e chi non vota

  • Giorgio
    21 Agosto 2020

    Parola alle armi ……. e se questa è apologia di reato tanto vale commetterlo il reato ……

    • Sandro
      21 Agosto 2020

      Sei uno dei molti che non ci vede. Le armi servono per dare spazio agli Andreotti ai Bettini e similari. Se ti son piaciuti i risultati allora imbracciale.

      • Giorgio
        21 Agosto 2020

        Quindi dovremo porgere l’altra guancia al sistema ….. e tenercelo stretto …….. sono democrazia e parlamentarismo, strumento dei mercati, che hanno prodotto disastri …..

        • Sandro
          21 Agosto 2020

          I disastri vengono reiterati per impunità garantita. Ci siamo mai domandati perché la criminalità organizzata è tutt’oggi in auge? Non perdona gli sgarri.

        • Kaius
          21 Agosto 2020

          Concordo.
          Non sono le parole,i voti o la democrazia che fermano l assassino,il maniaco o lo stupratore.
          Ma le spade e i proiettili in faccia.
          Un criminale non lo si ferma a parole ma scaricandogli il caricatore di una mitragliatrice in gola.
          Se io fossi un criminale la prima cosa che direi è”fermo abbassa la pistola,parliamone!tu non puoi usare le armi!”per poi avventarmi sulla mia vittima e fare a pezzi lui e la sua famiglia.
          Ditemi se oggi con i dittatori al potere non è così

  • Christian
    21 Agosto 2020

    Basta con queste stronzate del “non si rendono conto”, ecc…. I politici, servi del potere che stà sopra sanno benissimo cosa stanno facendo. Non prendiamoci per il culo!! Non si tratta di incapacità, ma di attiva e consapevole COLLUSIONE!. Fanno ciò che fanno, con la consapevolezza degli effetti catastrofici che i loro atti provocano.

    Basta con il dire o scrivere “non si rendono conto”!. Così è quasi come giustificarli! Sono invece del tutto colpevoli, e fanno ciò che fanno, ben sapendo di distruggere il Paese. Quanto tempo dovrà passare ancora, perché la gente, e chi scrive certi articoli, sé né renda conto???.

  • Monk
    21 Agosto 2020

    Qualcosa di grave sta accadendo in Argentina
    https://www.youtube.com/watch?v=Cp1DcYuTCpg

  • Monk
    21 Agosto 2020

    Perchè perchè perchè, per fare votare gli ultras come voi e fare quello che vogliono come decimare la popolazione mondiale e rendervi ancora più lobotomizzati con la compagnia di afro-islamici pronti a sgozzarvi, imporre nuovi ordini mondiali e depredare tutte le ricchezze a beneficio di pochi!!!!

  • Giorgio
    21 Agosto 2020

    Perfettamente d’accordo, tranne un punto. Chi sguazza nel parlamentarismo e rinnega la dittatura del proletariato non può dirsi comunista ….. è solo uno dei tanti opportunisti di cui liberarci …….. liberiamoci del tabù della democrazia parlamentare (e liberale) è solo questione di rapporti di forza, o imponiamo noi una nostra dittatura al potere attuale ….. o il potere attuale continuerà a dominarci …

    • atlas
      22 Agosto 2020

      è proprio così, anche se del marxismo non so che farmene. Voglio solo ritorni un Borbone nel Regno delle Due Sicilie, poi abbiamo tutto, dalla Reggia, alla Bandiera, all’Inno Nazionale, non ci manca nulla

      • atlas
        22 Agosto 2020

        e abbiamo anche le Leggi, quelle giuste. Hanno paura di noi, come c’è una scintilla a Napoli o Palermo la milizia reprime senza il minimo rispetto dei diritti umani, col massimo della forza, perchè sanno che la forza popolare da noi è ancora capace di qualcosa, ha ancora un minimo di vincolo razziale

        ma forse qualcosa sta cambiando: ho sentito 2 graduati di peso nella mia zona ultimamente ammettere che ‘non stavamo affatto male’ prima dell’invasione degli itali ani. E’ fondamentale per noi, ma anche no, che vi sia una sorta di assenso e crepa in chi oggi è al servizio degli occupanti. Si vedrà

  • AlessandroV
    22 Agosto 2020

    Questa tragica prospettiva da dolce vita felliniana in cui è precipitato il nostro Paese è dovuta ad una branca della medicina sporca, che continua a sguazzare in questa situazione. Speculando sulla ingenuità e la debolezza dei pazienti più fragili. Come gli anziani con patologie gravi, facendo passare le loro malattie come covid. E hanno tutto l interesse che questa odiosa truffa continui, Con il terrorismo mediatico psicologico e sanitario quotidiano dei media nazionali.Così questi falsi medici impostori ,più falsi ammalati di coronavirus ci sono, più potranno prendersi le loro disoneste e immeritate indennità da covid. Il Governo è il peggior governo della nostra storia repubblicana perché ha trascinato consapevolmente e molto disonestà mente il nostro Paese in una situazione che è la stessa della Grecia di qualche anno fa. Vogliono annientare fisicamente e moralmente un a Nazione intera. E, infine, Media nazionali e Presidente della Republica sono palesemente complici e mostrano la loro corruzione tutti i giorni con
    il loro servilismo e i loro colpevoli silenzi nei confronti del Governo. Non ci resta che avere una grandissima fede in Dio, che esiste e la cui giustizia per il bene è eterna. Come mostra il religiosissimo Robert Bresson con i suoi capolavori un condannato a morte e riuscito a fuggire e Diario di un giovane curato di campagna. La coscienza di questi criminali che ci stanno facendo del male alla fine sarà perseguitata e non avranno mai redenzione per tuti gli abusi che hanno commesso vessando il popolo.

  • atlas
    22 Agosto 2020

    io vorrei che mi rinchiudessero con 2 belle ragazze. Cella costituita solo da un letto capace di contenere solo noi. Si esce solo per pregare, bere, mangiare e andare al bagno

  • giorgio
    22 Agosto 2020

    Caro Atlas sei impagabile …… concordo quasi sempre con i tuoi interventi, sia quelli “leggeri” e sdrammatizzanti che quelli più sostanziosi ……

  • atlas
    22 Agosto 2020

    “Ci sono già inequivocabili indizi della deriva repressiva che intende prendere il governo. Proposte di creare il reato di “incitamento al rifiuto delle terapie” che vieterà di argomentare contro il vaccino universale e obbligatorio deciso una volta per tutte.”

    https://www.maurizioblondet.it/ormai-continuare-e-inutile-e-rischioso/

  • atlas
    22 Agosto 2020

    non tutto mi piace, ma tant’è

    LA DITTATURA FLACCIDA E FEROCE

    di Max del Papa, Atlantico Quotidiano.

    Ci sono gli aspetti eclatanti, costituzionali – anzi, anticostituzionali – di un regime in fieri: i pieni poteri, la reiterazione del terrore emergenziale, gli oppositori spediti a processo, la censura sulle risoluzioni del sinedrio virologico. E poi ci sono le spie, i segnali che passano e vanno ma non sono meno gravi, meno allarmanti: questi propedeutici a quelli. Frutto apparente di sventatezza, di avventurismo ma forse è il contrario, una tortura sottile, autorigenerante, una pressione psicologica continua e metodica.

    Ci sono i marines spediti a pattugliare la spiaggia a Ventimiglia come fosse la Normandia, soldati in assetto contro pericolosissimi bagnanti; c’è la polizia calata nei sotterranei della metropolitana a intimidire, a multare quelli che negl’inferi surriscaldati non sopportano la mascherina e se la calano; c’è la psicopolizia dei decreti legge “contro l’omofobia”, norme fobiche di per sé, contro ogni dissenso, mascherine per la mente, maschere su maschere; e c’è l’afflusso sbracato, plateale di clandestini più o meno infetti, tutti irridenti, alcuni in assetto turistico con tanto di cani e gatti, e il governo li difende, dice senza mezzi termini che ce ne vogliono ancora di più, sempre di più e chi non è d’accordo è intollerante e deve essere neutralizzato.

    C’è la nuova frontiera del “negazionismo”, dimensione odiosa, stigma nazista con cui marchiare ogni obiezione, dalla letalità di un virus ormai sgonfiato alla constatazione delle diversità sessuali all’insofferenza verso una classe parassitaria che sbarca, sfascia, pretende, invade. Ci sono le campagne mirate contro gli scienziati dissidenti. Ci sono i rari artisti eccentrici, alla Bocelli, subito massacrati e indotti ad autodafè: o ti rimangi quello che hai detto o non lavori più e ti faremo passare da tenore a storpio, da usignolo a cieco. E Bocelli abbozza, fedele alla massima di don Abbondio, se uno il coraggio non ce l’ha non se lo può dare, o almeno non se lo può mantenere.

    La intolleranza dei tolleranti, la ferocia dei buoni non conosce limiti e questa isteria è un tipico segnale delle dittature in rigoglio. Sempre faziosi, immorali, hanno preso una sinistra esaltazione che non accetta moderazioni di sorta, per Salvini, accusato (anche da chi scrive) di eccessiva moderazione, stanno apparecchiando un trattamento che, quanto a virulenza, rischia di fare impallidire quelli riservati a suo tempo a Craxi, a Berlusconi; li ha tutti contro, tutti lo azzannano per un pezzo, ieri c’era una vignetta infame di lui con la figlia e, dietro, un corpicino esanime a riva: “Papà, quello chi è?”. “Nessuno, cara, non è nessuno”. Roba da codice penale ma nessuno fiata.

    Non sono atti casuali, sono indizi precisi, sono moniti. In tutto questo il presidente Mattarella non vede non sente e non parla, ligio alla consuetudine del silenzio assenso; tutto lascia fare, tutto lascia passare un presidente che dovrebbe essere “di tutti gli italiani”: e anche questo non lascia tranquilli, non prelude a niente di buono. Peggio di tutto, la mancanza di anticorpi: chi protesta, lo fa su Twitter, in modo sempre più stanco, rassegnato; i giornali d’opposizione fanno quello che possono, ma la propaganda collaborazionista è forte, è spalmata, se a Berlino in 15 mila scendono in piazza per dire basta alle restrizioni ex Covid, il commissario Gentiloni subito li bolla come criminali, come stragisti pericolosi, come a dire: non azzardatevi in Italia, chè abbiamo i mezzi per controllarvi, per rispedirvi a cuccia.

    C’è una strategia della menzogna e del servilismo che va oltre la vergogna e a protrarla sono i sedicenti a schiena dritta, quelli che accusano sempre tutti di essere venduti, prostrati, “slurp slurp”. Scandali enormi come Alitalia o Autostrade dopo un giorno passano in cavalleria, non si dica di quello della magistratura, del caso Palamara che è già stato ridotto a macchietta, una sorta di Citaristi delle beghe giudiziarie che si permette perfino una certa autoironia; intanto lo intervistano, lo invitano ai convegni… La normalità dell’immondo, dello spaventoso. Si dicevano tra loro i giudici, tutti frequentatori del politburo piddino: “Ma questo Salvini che fa? Non fa niente di male, applica le leggi, come si fa a perseguirlo se ha ragione?”. “E proprio perché ha ragione bisogna stroncarlo, bisogna distruggerlo”. E lo distruggono, il Senato si regola come se quelle ammissioni non esistessero, lo manda a processo e poi altre toghe scarlatte ci penseranno ad applicare le leggi, dal codice penale distorto alla Severino che è un obbrobrio, la tipica norma autoritaria.

    Dicono gli ottimisti: ma si dovrà pur votare. Sì, ma questi sono capaci di qualsiasi porcata, anche di inventarsi morie di ritorno che non esistono, anche di finire di prosciugare un Paese che già annaspa e rantola. Non c’è trasparenza su niente, se Conte impone il bavaglio sugli errori e le bugie dei comitati, la impareggiabile Azzolina, e questo l’hanno notato in pochi, nega ogni trasparenza sul concorso per i dirigenti scolastici del 2017, nel quale era direttamente coinvolta.

    Al punto che è sorto un comitato “trasparenza e partecipazione” e alcuni parlamentari di Fratelli d’Italia hanno annunciato una interrogazione “per chiedere la messa a disposizione del codice sorgente, in modo da garantire la regolarità del processo di selezione”.

    Ma perfino un ministro come questa Azzolina può ridergli in faccia: sa che sono tempi, magari transitori, ma che intanto consentono ogni ribaltamento dell’etica politica, della prassi, del rispetto della Costituzione. Tempi di marines, di intimidazioni, di lettere e toghe scarlatte…

    P.S. Un partito sconfitto elettoralmente occupa tutte le posizioni di governo e istituzionali rilevanti. È un partito coloniale, con un programma coloniale. ricordiamolo

  • Matteo
    22 Agosto 2020

    vorrei segnalare all’autore che la posizione del Presidente del Senato Elisabetta Casellati è ben diversa da quella delle altre figure a cui viene accostata nell’articolo. Le sue ultime dichiarazioni sono abbastanza chiare in merito…

    Giusto per fare un esempio: https://www.repubblica.it/politica/2020/07/29/news/senato_cerimonia_del_ventaglio_casellati-263164998/

  • Arturo Gatti
    22 Agosto 2020

    La Casellati in realtà si è detta contraria alla proroga dello stato d’emergenza. Per cui non penso sia favorevole al nuovo lockdow ne si può dire che faccia sistema assieme a Zingaretti, Conte etc etc. Basta andare a cercare le sue ultime uscite per vedere che non è allineate alle posizioni di cui parla l’articolo.

  • Giorgio
    22 Agosto 2020

    E inoltre il partito coloniale è quello che per decenni si è spacciato per strenuo difensore dei ceti popolari …… mentre invece ne svendeva gli interessi peggio dei partiti dichiaratamente pro Confindustria e pro USA … un tribunale del popolo procederebbe alla eliminazione fisica dei suoi esponenti ……

  • Aigsil
    23 Agosto 2020

    Salvini Meloni e Tajani …pretendevano di chiudere tutto e ancor prima delle decisioni del governo satanicoidiota…

    si ora sono contro l’emergenza sanitaria ecc… forse si sono svegliati ……ma colpevolmente tardi…Non vedo che stanno opponendo fatti dati numeri contro la narrazione mediatica che ci viene ogni ora inculcata dalle tv radio …eppure ci sono i medici autorevoli e indipendenti…dove cazzo sono salvini meloni???

Inserisci un Commento

*

code