Tucker “Gets It” – Putin non vuole missili americani al suo confine


di MIKE WHITNEY
“Convincere l’Ucraina ad aderire alla NATO è stata la chiave per incitare la guerra con la Russia. Non l’abbiamo capito in quel momento. (Ma) Ora è ovvio. Vladimir Putin ha invaso l’Ucraina perché non voleva che l’Ucraina entrasse a far parte della NATO. Putin aveva certamente anche altri motivi; la gente lo fa sempre, ma questa è la ragione principale per cui la Russia ha invaso. I russi non vogliono missili americani al loro confine. Non vogliono un governo ostile accanto.
Questo è la verità, sia che ti sia permesso dirlo ad alta voce in pubblico o meno. È vero da molto tempo. Molto è stato scritto su questo in molti anni da persone serie. Nessuno che sappia qualcosa e sia onesto ti dirà che Putin ha invaso l’Ucraina semplicemente perché è malvagio. Putin può essere malvagio, certamente sembra esserlo, ma ha anche motivi strategici per farlo, che tu sia d’accordo o meno con quei motivi. Questo è irrilevante. Questi sono i fatti”. Tucker Carlson , Fox News

Tucker Carlson ha ragione sull’Ucraina. L’adesione alla NATO per l’Ucraina è stata chiaramente una provocazione volta ad attirare la Russia in un’invasione. E ha anche funzionato . Putin non poteva correre il rischio di avere “un governo ostile alla porta accanto” o “missili americani al suo confine”, quindi ha agito per prevenire quelle minacce inviando i carri armati oltre il confine il 24 febbraio 2021.

Dove Carlson è un po’ fuori base, è quando dice che le azioni di Putin sono state spinte da “motivi strategici”. Non è proprio sbagliato, manca solo il punto. Il punto è che le truppe da combattimento e i siti missilistici di Washington sul confine occidentale della Russia rappresenterebbero una grave minaccia per la sicurezza nazionale della Russia. Putin dovrebbe essere fuori di testa per consentire uno sviluppo del genere. Quindi, ha fatto quello che avrebbe fatto qualsiasi presidente americano se si fosse trovato nella stessa situazione. Ha invaso. Quello che segue è un estratto da un articolo del World Socialist Web Site:

La narrazione nei media, che presenta l’invasione come un’azione non provocata, è una montatura che nasconde le azioni aggressive delle potenze della NATO, in particolare degli Stati Uniti, e dei suoi burattini nel governo ucraino. …

In Europa e in Asia, gli Stati Uniti hanno perseguito una strategia volta ad accerchiare e soggiogare la Russia. Violando direttamente le sue precedenti promesse che la burocrazia sovietica e l’oligarchia russa erano abbastanza deliranti da credere, la NATO si è espansa per includere quasi tutti i principali paesi dell’Europa orientale, a parte Ucraina e Bielorussia.

Nel 2014, gli Stati Uniti hanno orchestrato un colpo di stato di estrema destra a Kiev che ha rovesciato un governo filo-russo che si era opposto all’adesione dell’Ucraina alla NATO. Nel 2018, gli Stati Uniti hanno adottato ufficialmente una strategia per prepararsi al “grande conflitto di potenza” con Russia e Cina. Nel 2019 Washington si è ritirato unilateralmente dal Trattato INF, che vietava il dispiegamento di missili nucleari a raggio intermedio. I preparativi per la guerra con la Russia e l’armamento dell’Ucraina sono stati al centro del primo tentativo dei Democratici di mettere sotto accusa Donald Trump nel 2019″. ( “Il partenariato strategico USA-Ucraina del novembre 2021 e l’invasione russa dell’Ucraina “, World Socialist Web Site),


Questo è un breve ma eccellente riassunto degli eventi che hanno portato all’invasione russa del 24 febbraio 2021. Putin e i suoi consiglieri avevano seguito gli sviluppi in Ucraina con crescente allarme dopo che era diventato evidente che i loro peggiori timori si stavano materializzando.
La CIA non solo armava e addestrava i paramilitari nell’est in preparazione di una guerra contro i russi etnici nel Donbas, ma gli Stati Uniti stavano anche coltivando un partito politico esplicitamente anti-russo – che conteneva elementi apertamente nazisti – designato per attuare la delega di Washington -strategia di guerra. In breve, gli Stati Uniti hanno alimentato le fiamme dell’odio etnico per gettare le basi per la loro conflagrazione di “Grande Potenza” con Mosca. Ecco di più dal WSWS:
“La chiave per comprenderlo è la Carta USA-Ucraina sul partenariato strategico , firmata dal Segretario di Stato americano Antony Blinken e dal Ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba il 10 novembre 2021..

La Carta ha approvato la strategia militare di Kiev del marzo 2021, che proclamava esplicitamente l’obiettivo militare di “riconquistare” la Crimea e il Donbass controllato dai separatisti, e quindi ha respinto gli accordi di Minsk del 2015, che erano il quadro ufficiale per la risoluzione del conflitto nell’Ucraina orientale .

Gli Stati Uniti hanno dichiarato che “non riconosceranno mai il tentativo di annessione della Crimea da parte della Russia” e che “intendono sostenere lo sforzo dell’Ucraina per contrastare l’aggressione armata”, anche con “sanzioni” e “altre misure pertinenti fino al ripristino della piena integrità territoriale dell’Ucraina .”

Washington ha anche approvato esplicitamente “gli sforzi dell’Ucraina per massimizzare il suo status di partner per le maggiori opportunità della NATO per promuovere l’interoperabilità”, cioè la sua integrazione nelle strutture di comando militare della NATO .

La non adesione dell’Ucraina alla NATO è ed è stata, a tutti gli effetti, una finzione. Allo stesso tempo, le potenze della NATO hanno sfruttato il fatto che l’Ucraina non sia ufficialmente un membro come un’opportunità per alimentare un conflitto con la Russia che non si trasformerebbe immediatamente in una guerra mondiale”. ( Sito web socialista mondiale ) “.
Questo, ovviamente, è il punto critico: per la Russia, l’adesione dell’Ucraina alla NATO era “la più rossa delle linee rosse”. Dalla fine della seconda guerra mondiale, la NATO si era espansa da 12 a 30 paesi, quasi tutti spinti più a est verso il confine occidentale della Russia . Quando gli Stati Uniti hanno indicato che avrebbero cercato l’adesione dell’Ucraina alla NATO al vertice di Bucarest nel 2008, la risposta di Putin è stata insolitamente feroce.
Ecco l’analista politico John Mearsheimer con un breve riepilogo:

“… portare l’Ucraina nella NATO era irto di pericoli. Infatti, al Vertice di Bucarest…. sia il cancelliere tedesco Angela Merkel che il presidente francese Nicholas Sarkozy erano contrari a procedere con l’adesione alla NATO per l’Ucraina perché temevano che avrebbe fatto infuriare la Russia. Angela Merkel ha recentemente spiegato la sua contrarietà. (Ha detto) “Ero molto sicura che Putin non avrebbe permesso che ciò accadesse. Dal suo punto di vista sarebbe una dichiarazione di guerra”. ( John Mearsheimer, “ Perché il vertice di Bucarest del 2008 è la causa principale della guerra in Ucraina”, You Tube, 1 minuto)

Putin ha ribadito ripetutamente l’opposizione della Russia all’adesione dell’Ucraina alla NATO nei mesi precedenti l’invasione. Quattro mesi prima dell’invasione, Radio Free Europe ha pubblicato questo rapporto che era un’espressione abbastanza tipica delle preoccupazioni russe:

Il Cremlino ha ribadito che qualsiasi espansione delle infrastrutture militari della NATO in Ucraina attraverserebbe una delle “linee rosse” del presidente Vladimir Putin…sulle basi” in Ucraina e che lui e Putin hanno “convenuto che dobbiamo fare qualcosa al riguardo”. ..

La Russia si oppone fermamente all’idea di adesione alla NATO per l’Ucraina e il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha aggiunto che Putin ha ripetutamente notato che la questione del potenziale ampliamento delle infrastrutture della NATO sul territorio ucraino “attraverserebbe le linee rosse. “

L’Ucraina ha iniziato la scorsa settimana esercitazioni militari congiunte con gli Stati Uniti e altre truppe membri della NATO, mentre la Russia e la Bielorussia hanno tenuto esercitazioni su larga scala che hanno allarmato l’Occidente. (“ Il Cremlino mette in guardia sulle infrastrutture della NATO in Ucraina”, Radio Free Europe).
Il punto che stiamo sottolineando è che l’attuale conflitto non ha nulla a che fare con le affermazioni secondo cui Putin è “un aspirante imperialista desideroso di ricostruire l’impero sovietico”. Non ci sono prove per questo. Il vero problema è l’espansione della NATO e, in particolare, gli accordi segreti tra Stati Uniti e Ucraina che hanno reso l’Ucraina un membro a pieno titolo della NATO in tutto tranne che nel nome. (……………)
Questa sintesi aiuta a dimostrare che la non adesione dell’Ucraina alla NATO è in gran parte “una finzione”. L’Ucraina è stata pienamente integrata nell’Alleanza anti-russa in ogni modo tranne che nell’approvazione formale. Il partenariato strategico dell’Ucraina con gli Stati Uniti, firmato da entrambe le parti nel 2021, sottolinea questo punto. Aiuta anche a “chiarire” – come osserva Marcy Winograd – “che gli Stati Uniti e la NATO hanno provocato la guerra. In effetti, Washington ha dedicato una notevole quantità di tempo ed energia a un progetto che mira a superare tutte le linee rosse della Russia, sfidando direttamente gli interessi di sicurezza fondamentali della Russia e costringendo la Russia a invadere un paese vicino. In poche parole, Washington ha puntato una pistola alla testa della Russia e ha minacciato di premere il grilletto.

Fortunatamente, Putin ha risposto nel modo che meglio ha garantito la sicurezza e la sicurezza del proprio governo, del proprio paese e del proprio popolo. Ci aspetteremmo che qualsiasi leader responsabile avrebbe fatto lo stesso.

Fonte: https://www.unz.com/mwhitney/tucker-gets-it-putin-doesnt-want-american-missiles-on-his-border/

Traduzione: Luciano Lago

4 Commenti
  • Domenico Di Mattia
    Inserito alle 19:39h, 28 Dicembre Rispondi

    …. qualcuno con un briciolo di onestà può affermare che il contenuto del suddetto articolo non sia rispondente al vero

    • Silvia
      Inserito alle 06:32h, 29 Dicembre Rispondi

      ????

  • Cronaca Vera
    Inserito alle 02:14h, 29 Dicembre Rispondi

    X Domenico Mattia !
    Se tutti gli italiani ,ignoranti idioti invasati FILO-USA infantili tacciono vuol dire che tutto il contenuto del” articolo è vero al 100 % cento e non si può contestare !

  • news dell'ovest
    Inserito alle 08:58h, 29 Dicembre Rispondi

    Articolo molto vero e giusto , qualce nazi troll di repubblica in libera uscita viene qui a molestare con a sua dovizia di idiozia , ma tant’è ce ne freghiamo e ci ridiam su.! Slava !

Inserisci un Commento