Truppe aerotrasportate russe sono sbarcate in Bielorussia (FOTO, VIDEO)

Le truppe russe sono sbarcate in Bielorussia nell’ambito di una operazione di esercitazioni congiunte delle forze aviotrasportate russe e delle forze per le operazioni speciali (MTR) delle forze armate bielorusse.

“Il 12 novembre, nell’ambito di un controllo a sorpresa della prontezza al combattimento delle forze aeree, un’unità di paracadutisti russi effettuerà un atterraggio pratico su un sito di atterraggio sconosciuto nella regione di Grodno della Repubblica di Bielorussia e prenderà parte a un congiunto esercitazione tattica con unità delle forze armate bielorusse”, ha affermato il ministero della Difesa russo.

L’atterraggio è avvenuto nel campo di addestramento di Gozhsky (regione di Grodno), vicino al confine tra Polonia e Lituania.
Per garantire l’aviolancio sono stati coinvolti velivoli Il-76 dell’aviazione militare da trasporto delle forze aerospaziali russe.

L’atterraggio viene effettuato per controllare “uno dei componenti delle forze di risposta dello Stato dell’Unione” e in connessione con l’accumulo di attività militari vicino al confine di stato della Bielorussia, ha affermato il ministero della Difesa russo.

Dopo l’atterraggio e l’addestramento dei compiti di esercitazione al combattimento con le unità delle forze armate della Bielorussia, i paracadutisti russi torneranno al punto di dispiegamento permanente sul territorio della Federazione Russa.

Il filmato dal campo di addestramento Gozhsky è pubblicato dal Ministero della Difesa della Bielorussia.

Источник: https://rusvesna.su/news/1636721925

L’Ucraina continua l’offensiva nel Donbass

Nel frattempo l’Ucraina sta preparando un’altra provocazione per scatenare una guerra su vasta scala. La domanda è se sarà diretta contro il Donbass o direttamente contro la Russia nello stretto di Kerch.
I segnali ci sono tutti:
Si è compreso che gli Stati Uniti stanno apertamente spingendo l’Ucraina in un conflitto con la Russia. Elencherò solo:

  • Il bombardamento del Donbass è stato effettuato negli ultimi mesi quasi ininterrottamente, anche con l’uso di artiglieria da 152 mm,e droni;
    Il direttore della CIA Burns è venuto a Mosca , cito: 1) per avvertire il Cremlino che gli Stati Uniti stanno monitorando da vicino l’aumento del numero di truppe vicino al confine con l’Ucraina; 2) cercare di determinare cosa motiva le azioni della Russia.
    Gli Stati Uniti, infatti, hanno cercato di scoprire la reazione della Federazione Russa a una possibile operazione militare dell’Ucraina nel Donbass;
  • Dal 30 ottobre, p. Nel Mar Nero c’è un cacciatorpediniere missilistico della Marina degli Stati Uniti Porter, la petroliera della Marina degli Stati Uniti John Lenthall è entrata nella Marina degli Stati Uniti il ​​3 novembre e la nave comando generale della Marina degli Stati Uniti, Mount Whitney, è arrivata il 4 novembre;
  • Il Pentagono, in risposta alle dichiarazioni della Russia sulla creazione dei gruppi USA e NATO nel Mar Nero, ha affermato che condurrà le operazioni come meglio crede. Allo stesso tempo, il Pentagono ha chiesto alla Russia di garantire la trasparenza per quanto riguarda il dispiegamento di truppe al confine con l’Ucraina;
  • Il ministero della Difesa russo registra l’attività senza precedenti di aerei da ricognizione nel cielo sopra il Mar Nero. L’azione della Marina americana, insieme alla ricognizione e all’aviazione strategica nel Mar Nero, è lo sviluppo del presunto teatro di operazioni militari e, in particolare, del territorio dell’Ucraina nel caso in cui Kiev prepari una soluzione militare nel sud-est.
    Qualora la situazione di dovesse aggravare, le forze russe di terra e quelle aeronavali sono pronte ad intervenire, come ha indicato uno dei comandanti dell’esercito russo di stanza a Sebastopoli.

Fonte: https://rusvesna.su/news/1636601089

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus