Trump si vanta di affittare truppe all’ Arabia Saudita per $ 1 miliardo


Nel corso di una recente intervista con Laura Ingraham di Fox News, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha fatto alcuni commenti rivelatori sui reali motivi alla base della politica estera degli Stati Uniti. Parlando in modo ottimista delle relazioni diplomatiche del paese con l’Arabia Saudita, Trump si vantava di quanto la monarchia ereditaria ricca di petrolio pagasse agli Stati Uniti per il sostegno militare.

“L’Arabia Saudita ci sta pagando per [le nostre truppe]. Abbiamo ottimi rapporti con l’Arabia Saudita. Ho detto, ascolta, siete un paese molto ricco. Volete più truppe? Ve li invierò, ma dovete pagarci. Ci stanno pagando. Hanno già depositato $ 1 miliardo in banca “, ha dichiarato Trump.

In effetti, Trump ha suggerito che le truppe statunitensi agiscono come mercenari per l’Arabia Saudita.
“Li aiuteremo, ma questi paesi ricchi devono pagare per questo. La Corea del Sud ci ha dato $ 500 milioni … Ho detto: ‘Devi aiutarci. Abbiamo 32.000 soldati in Corea del Sud che lo proteggono dalla Corea del Nord. Devi pagare. ”

“We have a very good relationship with Saudi Arabia—I said, listen, you’re a very rich country. You want more troops? I’m going to send them to you, but you’ve got to pay us. They’re paying us. They’ve already deposited $1B in the bank.”

Truppe USA in partenza per Arabia Saudita

Il congressista Justin Amash ha criticato la politica estera di Trump durante la sua presidenza ed è stato altrettanto critico nei confronti di Obama. Amash è stato uno dei pochi repubblicani a sostenere la recente mossa per estromettere (per impeachment) il presidente Trump. Al convegno “Meet the Press” di ottobre, Amash ha parlato di questa pratica specifica di reclutamento di truppe in paesi come l’Arabia Saudita.
“Ci sono persone che sostengono il presidente, che credono in quello che dice, ma è abbastanza chiaro che non riporterà a casa le nostre truppe”.

Trump li sta trasferendo in altre parti del Medio Oriente. Sta riportando le truppe in Iraq, sta spostando altre truppe in Arabia Saudita e usando le nostre forze quasi come mercenari, mercenari pagati che entreranno, fintanto che l’Arabia Saudita ci pagherà un po’ di soldi, dove è profittevole andare ”, ha detto Amash.

Se l’esercito degli Stati Uniti “vende” le sue truppe a chiunque sia disposto a pagare, è logico che l’obiettivo dichiarato di combattere il terrorismo nella regione possa essere una storia mascherata per obiettivi meno nobili, soprattutto se paesi come L’Arabia Saudita sono in grado di prendere decisioni.


Fonte: https://www.alternet.org/2020/01/rep-justin-amash-blasts-trumps-mercenary-saudi-force-he-sells-troops/

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code