TRUMP: LA RUSSIA DEVE USCIRE DAL VENEZUELA, TUTTE LE OPZIONI SONO APERTE


Il 27 marzo, parlando alla Casa Bianca, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto che la Russia deve uscire dal Venezuela e ha avvertito che “tutte le opzioni sono aperte” per raggiungere questo obiettivo.

Circa 100 truppe russe sono atterrate a Caracas il 23 marzo, secondo i termini di un trattato di cooperazione del 2001 tra i due stati. La mossa ha causato un’ondata di voci nei media mainstream. La maggior parte riguarda le forze speciali russe e un possibile coinvolgimento militare russo in caso di invasione statunitense.

Il vicepresidente americano Mike Pence ha descritto il dispiegamento come una “provocazione inutile”. Pence ha anche invitato Mosca a ritirare il suo sostegno al presidente venezuelano Maduro e “stare con Juan Guaido”, il presidente ad interim proclamato a Washington dal paese.

Il consigliere per la sicurezza di Trump John Bolton è stato ancora più ostile nelle sue osservazioni.

John Bolton minaccia il Venezuela

John Bolton

@AmbJohnBolton
The United States will not tolerate hostile foreign military powers meddling with the Western Hemisphere’s shared goals of democracy, security, and the rule of law. The Venezuelan military must stand with the people of Venezuela.

A sua volta, il ministero degli Esteri russo ha dichiarato che lo spiegamento è stato effettuato “in stretta conformità con la costituzione di quel paese e nel pieno rispetto delle sue norme legali”.

Questa situazione è un altro esempio di come gli Stati Uniti si stiano intromettendo apertamente negli affari interni venezuelani, sostenendo che questa è una mossa per difendere la democrazia.
Nota: Alcuni commentatori russi si sono chiesti in base a quale principio gli USA pretendono di mantenere lontana la Russia dal continente Latino Americano mentre allo stesso tempo inviano le loro truppe, attrezzature militari e armamenti in Ucraina, nei paesi Balici, in Georgia e nelle zone limitrofe dei confini della Federazione Russa.

Fonte: South Front

Traduzione e nota: Luciano Lago

4 Commenti

  • eusebio
    27 Marzo 2019

    Russi e cinesi con i diktat degli USA ci vanno al WC.

  • Teo
    27 Marzo 2019

    Opp. Ci sputano sopra.
    Come è giusto che sia.

  • Idea3online
    27 Marzo 2019

    PUTIN: LA NATO DEVE USCIRE DALL’UCRAINA, TUTTE LE OPZIONI SONO APERTE

    Quando fai soldi, ogni tua mossa è successo, quando inizi a perdere di solito ogni mossa è insuccesso. Questo è declino. La Russia se avesse voluto avrebbe ordinato l’Ucraina. Probabilmente da maggior valore al Venezuela….ogni mossa azzardata dell’Occidente in Ucraina ……maggiore presenza in Venezuela della Russia. Ed gli USA hanno due scelte, o dialogare con la Russia e la Cina, oppure far saltare il Sistema Ponzi del Debito………..o una o l’altra è sempre declino. Gli USA sono pronti a condividere il potere globale? Basta solo un errore….ed il mondo verrà catapultato nella Terza Guerra Mondiale, ma oltre la Geopolitica terrestre esiste la geopolitica celeste.

  • Mardunolbo
    29 Marzo 2019

    “TRUMP: LA RUSSIA DEVE USCIRE DAL VENEZUELA, TUTTE LE OPZIONI SONO APERTE ” ah,ah,ah ! ahhhah,ah,ah ! Ecco perchè Trump mi diverte con le sue trovate !
    Unica cosa preoccupante è che non è solo un burattino in mani altrui, ma ha anche i poteri che gli Usa danno al presidente.

Inserisci un Commento

*

code