Trump, Kushner, Bolton soppesano falsi scenari di provocazioni per la guerra di aprile-maggio con l’Iran


Di Gordon Duff con Nahed al Husaini e varie fonti diplomatiche

La data è stata fissata, aprile, maggio e le voci che trapelano sono ovunque. Il tempismo è basato sul rapporto di Mueller e su quello che è filtrato dai leader democratici alla Camera, che “hanno fatto trapelare” di nuovo dai loro istruttori del Mossad e da Trump.

Trump ha già deciso che deve attaccare l’Iran (come gli chiede Netanyahu) , è stato data questa come unica opzione. Il vice presidente Pence non è riuscito a far schierare gli alleati europei, ma Francia e Gran Bretagna sono già a bordo e aspettano solo il casus belli, che deve ancora essere deciso.

La lista include, come probabile “false flag”, un possibile bombardamento sporco negli Stati Uniti o una massiccia esplosione, da provocare su una mina nello stretto di Hormuz, che potrebbe paralizzare una delle portaerei americane difettose.

Gli Stati Uniti stanno già pre-posizionando le forze per un assalto aereo, nel Qatar, dalla base di Diego Garcia, massicci rifornimenti di munizioni arrivano in Arabia Saudita e Israele.

L’Iran è a conoscenza del calendario, anche se non ammetteranno il perché. Sospettiamo che abbiano loro spie nel Pentagono, come ogni altra nazione.

Fonti in Pakistan affermano di essere profondamente preoccupate dal momento che le loro relazioni con l’India si stanno rapidamente deteriorando sulla base di un recente attacco suicida di bandiera falsa avvenuto nel Kashmir. Il Pakistan è diventato sempre più dipendente dai finanziamenti sauditi dopo che Trump ha interrotto tutti gli aiuti militari a quella nazione.

Le preoccupazioni reali sono l’arsenale nucleare dell’Arabia Saudita e la recente consegna a Israele di bombe nucleari tattiche, un regalo di Donald Trump, predisposto per gli F35 israeliani.

Questi fatti sono confermati dalle più alte fonti.

Mappa dell’attacco degli USA all’Iran

I rappresentanti del ministero degli Esteri iraniano, attualmente a Damasco per i colloqui, sono stati interrogati da VT su questo argomento, ma si sono negati nel commentare. Possiamo dire che, implicitamente, confermano la nostra storia e sono “pronti ad affrontare l’attacco e limitare i danni, anche se si utilizzeranno armi nucleari”. Questa è una citazione.

Fonti qui negli USA vedono la Camera dei Rappresentanti dei Democratici usare il materiale di Mueller per inserire una lista di confidenti di Trump, ognuno dei quali spergiurerà, qualcosa su cui Trump ha dichiarato e che porterà ad un impeachment.

Siamo stati minacciati di non stampare i nomi, ma noi li abbiamo.

Fonte: Veterans Today 

Traduzione: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code