"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Trump in Cina raccoglie il fallimento della politica USA in Asia

Fallimento clamoroso di Donal Trump in Asia  (Kommersant )

di  Serguéi Strokán

Il giro di Donald trump in Asia ha dimostrato che la Cina si sta trasformando nel leader assoluto della regione mentre gli USA perdono i loro “assets” e il potenziale per affermare il loro dominio nel continente asiatico.

Donald Trump ha trasorso una settimana e mezzo girando per i paesi asiatici e lui stesso ed il suo enturage, durante l’ampio giro, non hanno mai utilizzato il termine Asia Pacifico preferendo una definizione differente, “Indo Pacifico” che non è quasi mai utilizzata nelle capitali asiatiche.

Il cambiamento di enfasi che si è manifestato nella politica USA, durante la recente visita del segretario di Stato Rex Tillerson in India,  va ricercato nel desiderio di Washington di contrastare la leadership della Cina sul continente asiatico, facendo una scommessa e puntando le proprie carte  sull’India e sugli alleati degli USA nel Pacifico, come dimostra l’analista russo Serguéi Strokán nel suo articolo sul periodico Kommersant.

La visita del presidente Trump a Pechino ha dimostrato che gli USA non dispongono di strumenti di pressione sulla Cina idonei ad imporre le loro le condizioni commerciali  e mantenere le promesse fatte da Trump in campagna elettorale dello scorso anno.

A Manila la Cina è stata inaspettatamente appoggiata dall’anfitrione dei due vertici asiatici, il presidente filippino Rodriogo Duerte, il cui paese presiede adesso l’ASEAN (Alleanza dei paesi Asiatici) . Nonostante l’alleanza di vecchia data con Washington, il presidente filippino ha rifiutato l’idea di aumentare la pressione su Pechino che mantiene dispute territoriali con alcuni paesi   dell’ASEAN.

Premier cinese con Trump

Secondo Strokán, nonostante i tentativi di presentare una nuova politica degli USA in Asia diretta a contenere la Cina ed a creare una coalizione contro la Corea del Nord, Donald Trump non ha raggiunto i suoi obiettivi chiave. Il capo della Casa Bianca neppure è riuscito ad avanzare nella soluzione del problema nordcoreano.

Il desiderio degli Stati della regione di trovare una soluzione alle loro dispute senza la partecipazione di Washington ha vanificato i tentativi del presidente Trump di rafforzare l’influenza statunitense nel sud est asiatico attraverso la mediazione USA tra le parti in conflitto, conclude Strokán.

Fonte: Kommersant.ru

Traduzionbe e sintesi: Sputnik Mundo

*

code