Trump ha mentito negli Stati Uniti, la Russia ha messo gli l’S-400 a Cuba, i missili ipersonici Nuke in arrivo … di nuovo

L’installazione è stata annunciata nell’ottobre 2018 quando gli Stati Uniti si sono ritirati dal trattato INF sui missili intermedi.
Gli Stati Uniti hanno soppresso questa notizia con il totale oscuramento di qualsiasi menzione di questo enorme fallimento diplomatico.
I media statunitensi sono adesso in preda al panico: i sistemi di difesa aerea russi S-400 sono arrivati sull’isola ​​ di Cuba, la “Cuba della libertà” . Inoltre, questo è stato fatto così inaspettatamente anche prima che le informazioni non scivolassero sulla stampa .
In risposta allo spiegamento dei sistemi di difesa aerea americani vicino ai confini della Russia, in particolare in Polonia, in Romania, negli Stati baltici, Mosca ha deciso di rispondere in modo simile, inviando finora un battaglione S-400 ai confini degli Stati Uniti. E, in particolare, a Cuba. Naturalmente, militarmente, è improbabile che questo costituisca una grave minaccia per gli Stati Uniti, ma il contesto simbolico è molto importante.
Per la prima volta non solo nella sua storia recente, ma anche dai tempi dell’URSS, Mosca è in grado di fare un simile passo. Vorrei ricordare che, durante la crisi dei Caraibi, le armi strategiche a Cuba non sono mai state schierate di comune accordo con Washington: in cambio del rifiuto di installare missili in Turchia.

Missili S-400 a Cuba

I media e i politici americani hanno reagito in modo isterico, affermando che in effetti la difesa aerea S-400 avrebbe rappresentato una minaccia non per gli aerei militari statunitensi, ma per l’aviazione civile. Bene, le loro dichiarazioni sono molto chiare e non sorprendenti. È improbabile che gli americani direbbero il contrario. Ma scopriamo cosa accadrà nella pratica.
L’S-400, situato a Cuba, si sovrappone a due basi statunitensi: la base aerea di Homestead e la stazione navale di Key West . Si trovano dall’altra parte del Golfo del Messico: in Florida.
La più “possente” di queste è Homestead , che ospita circa 50 velivoli del tipo F-15 e F-16, che appartengono al velivolo di quarta generazione. Questi aerei possono essere distrutti senza problemi dalla difesa aerea S-400.

La comparsa dell’S-400 a Cuba è abbastanza coerente con il rafforzamento dell’influenza della Russia nella regione latinoamericana. Agendo con metodi politici, economici e militari, Mosca ritorna nell’emisfero occidentale. Naturalmente, Cuba è stata un avamposto della Russia nella regione fin dai tempi sovietici, ma non dovremmo dimenticare altri paesi con i quali il Cremlino ha stabilito relazioni non meno amichevoli. Prima di tutto, questi sono il Venezuela e il Nicaragua .

Missili Ipersonici russi

Una fabbrica di fucili d’assalto Kalashnikov è in costruzione in Venezuela. Essendo un arma più economica, ma allo stesso tempo, non di qualità inferiore rispetto ai suoi rivali della NATO, Kalashnikov si diffonderà con grande velocità in tutta l’America Latina. E questo non riguarda solo il Venezuela, che in primo luogo passerà al tipo di arma russo.

Inoltre, la Russia è rafforzata attraverso l’armamento dell’esercito venezuelano. Rosoboronexport consegnato a questo paese un numero enorme di aerei: gli elicotteri Mi-17 e Mi-35 aerei MiG-29 e Su-30. Veicoli blindati : T-72, BTR-80, BMP-3, ecc. SAM S-300, Buk-M2, ecc.

Ora per il Nicaragua. Con questo paese, lo sviluppo della cooperazione è solo all’inizio. Il Nicaragua non ha molta esperienza di interazione con la Russia e non ha avuto tanti soldi in tempi migliori come il Venezuela. Pertanto, non è stata creata una testa di ponte. Hanno iniziato a farlo proprio ora.

La leadership del Nicaragua ha invitato la Russia a collocare una base militare sul suo territorio. Per questo passo, i nicaraguensi hanno perso per motivi di sicurezza, perché Washington non abbandona i tentativi di rovesciare il governo.

Ma parlare di alcuni passi pratici già adottati per rafforzare la cooperazione con il Nicaragua è prematuro. Finora, sono in corso solo trattative su questo argomento. Ma ci aspettiamo che presto tutto sia risolto.

L’ingresso della Russia in America Latina ha, tra l’altro, anche un interesse economico. Questo è un buon mercato per i nostri prodotti, nonché una dispensa per una serie di risorse naturali. Per quanto riguarda l’economia, scriverò un articolo separato, ma per ora ci rallegreremo al primo dispiegamento delle armi strategiche russe nella regione. Qualcosa mi dice che nel prossimo futuro, notizie positive dall’America Latina arriveranno sempre di più.

di Gordon Duff

Fonte: Veterans Today https://www.veteranstoday.com/2020/02/04/breaking-trump-lied-to-us-russia-put-s-400-in-cuba-hypersonic-nuke-missiles-coming-soon-again/

Traduzione: Luciano Lago

2 Commenti

  • Manente
    4 Febbraio 2020

    Ottima notizia ! la irresponsabile strategia dei neo-con di stringere d’assedio la Russia standosene al sicuro oltre Atlantico, subisce un duro colpo e con gli S400 a Cuba, anche, per la nostra Europa diminuisce il rischio di diventare per la terza volta il campo di battaglia delle guerre dei Rothschild.

  • atlas
    5 Febbraio 2020

    gli usa aggrediscono e si va coi russi? Se i migliori delle società di quei paesi affiorano però.

    Quì ad esempio galleggiano solo stronzi

Inserisci un Commento

*

code