Trump furioso: Cina e Russia forniscono medicinali ed alimenti al Venezuela

Una fornitura di 933 tonnellate di medicine ed alimenti sono arrivati dalla Russia, dalla Cina e da Cuba, come aiuti per il Venezuela il 14 di Febbraio

L’annuncio è stato dato dal presidente Maduro durante un atto pubblico realizzato nell’Estado Bolivar e “questi aiuti sono stati pagati con il nostro denaro perchè non siamo mendicanti di nessuno”, ha detto.

Gli aiuti umanitari di cui parlano gli USA e che si trovano bloccati alla frontiera con la Colombia, a Cucuta, sono una scusa per promuovere un colpo di Stato. Sono gli stessi USA che hanno congelato i fondi finanziari del Venezuela (30.000 milioni di dollari) per l’acquisto di alimenti e medicine e offrono all’opposizione di ultra destra 20 milioni di dollari di alimenti putrefatti e contaminati, ha aggiunto.

Il premier ha assicurato che il suo paese si trova in conversazioni costanti con le Nazioni Unite per per l’acquisto di alimenti speciali e medicine ed ha richiesto all’ONU assistenza speciale per aggirare le sanzioni USA in modo da poter provvedere alle esigenze della popolazione. Inoltre Maduro ha dichiarato che il paese ha ricevuto risposte positive dall’ONU e che sta cercando nuove possibilità di accedere all’acquisto dei prodotti che la popolazione necessita e che gli USA hanno bloccato. L’assistenza tecnica umanitaria è stata richiesta all’ONU dal Governo di Caracas anche se Washington si oppone a che questa venga concessa. Con riferimento all’ONU Maduro ha detto che, se gli consentiranno di acquistare tutti i generi di cui necessita, si potrà alleviare la crisi che sta colpendo la èpopolazione del paese.

Da quando Juan Maidò si è autoproclamato presidente, su istigazione di Washington, il paese è entrato in una nuova crisi e gli USA hanno fatto pressioni per far entrare un carico di aiuti umanitari dalla frontiera con la Colombia ma il governo si è opposto e non ha permesso l’entrata del carico.. Maduro con l’occasione ha sottolineato che il Governo è disponibile ad intavolare negoziati con l’opposizione ed aspetta la convocazione al dialogo secondo il meccanismo di Montevideo. Siamo in attesa di una convocazione secondo gli accordi del gruppo di Montevideo creato per iniziativa di alcuni paesi del Sud America fra cui il Messico, Uraguay, Bolivia e 14 governi del continente. Maduro ha segnalato che nel suo paese si è messo in atto un piano di colpo si stato che al momento è fallito. Questo golpe non gli è riuscito e non vanno a poter realizzare il loro piano con il Venezuela. L’unico percorso per risolvere la crisi è il dialogo ed il rispetto fra le parti.

L’iniziativa del gruppo di Montevideo promuove il dialogo e l’intesa fra il governo e l’opposizione per cercare una soluzione ai problemi senza mettere in campo condizioni previe. Nel suo discorso, il premier venezolano ha anche accusato gli USA di tentare un intervento militare tipico del secolo XX e ha stigmatizzato che un gruppo di venezolani abbiano richiesto l’intervento armato degli USA. Loro (l’opposizione) con il loro discorso di odio stanno stimolando la pazzia imperiale di un governo di Washington che sembra in mano agli estremisti del KKK e che vuole imporre i sui interessi e prendere il controllo del Venezuela e delle sue risorse.

“Noi in Venezuela non gli permetteremo di entrare: siamo pronti a difendere il paese dall’invasione degli Yankee”, ha affermato Maduro.

Fonti: Ria Fa.ru Venevision.ve

Traduzione: Sergei Leonov

4 Commenti

  • Farouq
    17 Febbraio 2019

    Forze americane dirette verso il Venezuela:

    https://youtu.be/_ruq0pYGvRs

    • atlas
      17 Febbraio 2019

      ehi, comportare bene qui. No sei tuo paese

  • Eugenio Orso
    17 Febbraio 2019

    E’ chiaro che l’obbiettivo è affamare il Venezuela, far scoppiare la guerra civile e decimare la popolazione come mosche.
    Alla merda finanziaria-sionista che tiene per le palle Trump, interessa soltanto controllare il paese latino americano, sia pur in macerie, e appropriarsi le sue risorse.
    E’ una verità lampante, che gli idioti europidi, occidentaloidi, democratoidi e mercatoidi, ammaestrati dai media servi purtroppo, da bravi zombi, non vedono …

    Cari saluti

  • Piero
    17 Febbraio 2019

    Non si può dire più niente riguardo agli yankee, si diventa banali, è sempre il solito ritornello e cioè che sono gli esseri più infidi (eufemismo), lerci nella mente e nell’animo, falsi imbroglioni come i loro compari britannici…o meglio: i loro padroni britan. che in associazione mafiosa con i kazari sionisti stanno infettando il mondo intero.

Inserisci un Commento

*

code