Trump ammette che il sostegno della Cina al Venezuela gli toglie il sonno

Il presidente degli Stati Uniti Questo venerdì, ha espresso il suo disagio per un accordo tra Cina e Venezuela al fine di espandere la cooperazione nella lotta contro COVID-19.

” Non saremmo felici se questo succede. Non ho parlato con il presidente della Cina riguardo al Venezuela, di quell’aspetto del Venezuela, ma se questo accade non sarò felice. Non sarò contento ” , ha detto Donald Trump durante una conferenza stampa alla Casa Bianca.

Lo stesso giorno, il presidente cinese Xi Jinping e il suo omologo venezuelano, Nicolás Maduro, hanno deciso di lavorare insieme nelle prossime settimane per combattere il nuovo coronavirus, noto come COVID-19 .

Alla domanda se il suddetto accordo tra Pechino e Caracas si estenda ad altri aspetti economici, l’inquilino della Casa Bianca ha espresso il suo disagio. “Sono preoccupato per tutto. Sono preoccupato per tutto questo, ecco perché non dormo molto. Mi preoccupo di tutto, ma non ne sarei contento “, ha detto.

Ore prima, il ministero degli Esteri venezuelano ha riferito che Xi aveva espresso a Maduro in una conversazione telefonica che il suo paese “segue da vicino” l’evoluzione della pandemia COVID-19 in Venezuela e “continuerà a sostenere il paese bolivariano nella difesa della sua sovranità “.

Nel frattempo sono arrivati in Venezuela dalla Cina migliaia di kit di test per il COVID-19 e attrezzature sanitarie di cui il paese ha disperatamente bisogno.

La politica delle sanzioni statunitensi minaccia, in larga misura, il settore sanitario in Venezuela, poiché ostacola l’accesso alle medicine ed ai presidi sanitari che servono per evitare il dilagare dell’epidemia e in numero di decessi fra la popolazione . L’invio di aiuti da parte della Cina contribuisce a favorire il lavoro del personale sanitario nel paese.
Contrariamente agli Stati Uniti, che continuano le loro sanzioni unilaterali contro paesi indipendenti come il Venezuela nonostante la pandemia del coronavirus e questo causa un’ondata di critiche, la Cina sta aiutando altri stati (come Venezuela e Iran) a limitare il contagio.

Sebbene le conseguenze negative delle misure coercitive di Washington in Venezuela non siano nuove, la questione ha fatto sì che i difensori dei diritti umani hanno dovuto lanciare tutti gli allarmi di fronte alla crisi scatenata dal virus mortale.
Il Venezuela ha denunciato più volte che le sanzioni unilaterali statunitensi gli impediscono di acquistare medicinali e forniture per gestire COVID-19.

Accusando Washington per aver esercitato il “terrorismo economico”, il governo venezuelano ha denunciato il paese nordamericano, a febbraio dinanzi al Tribunale penale internazionale, per le misure coercitive e i crimini contro l’umanità che commette contro la nazione venezuelana.

Proteste contro Trump in Venezuela


Nota: In altre occasioni gli USA si sono sempre vantati di essere il paese che “difende i diritti umani” che, secondo Washington, sarebbero a rischio in paesi come la Cina, la Russia, l’Iran e la Corea del nord. Questa narrazione propagandistica viene oggi smentita dai fatti.
Gli Stati Uniti approfittano della pandemia del Covid-19 per riuscire ad ottenere un cambio di regime nei paesi che non si sono sottomessi alla loro egemonia. La diffusione della malattia e la morte di migliaia di persone inermi sono considerate un fatto utile per la politica di Washington di riuscire a destabilizzare la situazione interna di tali paesi e ottenere un cambio di regime.

https://www.hispantv.com/noticias/ee-uu-/463517/trump-acuerdo-china-venezuela-coronavirus

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

9 Commenti

  • Teoclimeno
    11 Aprile 2020

    Gli Stati Uniti sono preoccupati perchè l’avvicinamento con la Cina fa sfumare i loro sogni di cambio di regime o invasione del Venezuela. Le guerre a volte si vincono, o si perdono, a seconda degli alleati che hai. La Cina di oggi, non è più la Cina della “Guerra dell’Oppio”.

    • La soluzione
      11 Aprile 2020

      I milioni di civili uccisi nelle loro guerre di merda non gli toglie il sonno??? Grandi uomini ma di merda.

  • atlas
    11 Aprile 2020

    “… nel rapporto si elogia in modo particolare la Cina per la risposta che ha saputo dare all’emergenza.

    Nei passi successivi del documento si legge praticamente la descrizione fedele di quanto sta accadendo ora.

    “durante la pandemia, i leader nazionali nel mondo hanno esibito la loro autorità e hanno imposto regole ferree e restrizioni, dall’obbligo di indossare mascherine al controllo della temperatura corporea negli spazi comuni, come stazioni ferroviarie e supermercati.”

    Suona familiare? In Italia e in Francia attualmente per uscire dalla propria abitazione è necessario firmare un pezzo di carta dove si dichiara il motivo del proprio spostamento. Alcune regioni italiane, in ordine sparso, hanno reso obbligatorie le mascherine e diversi supermercati utilizzano già il sistema di rilevamento della temperatura corporea.

    Non solo. La simulazione dei Rockefeller descrive i passi successivi che porterà l’emergenza pandemica. Chi vuole sapere come andrà a finire questa storia non deve fare altro che leggere queste righe.

    “Anche dopo la fine della pandemia, questo controllo autoritario e questa sorveglianza dei cittadini e delle loro attività è rimasto inalterato e si è persino intensificato. Per proteggere loro stessi dalla diffusione di crescenti problemi globali, dalla pandemia al terrorismo internazionale passando per le crisi ambientali e la crescente povertà, i leader nel mondo hanno assunto un controllo ancora più stringente del potere.”

    I controlli intimidatori che si stanno vedendo in questi giorni non sono quindi qualcosa di passeggero. I droni che passano sopra la testa di innocenti cittadini e gli elicotteri che sorvegliano continuamente i centri abitati non andranno via.

    Vengono in mente a questo proposito le parole del ministro delle Sport, Vincenzo Spadafora.

    “niente sarà più come prima.”

    Il mondo che emergerà da questa pandemia sarà uno nel quale non ci sarà più posto per il dissenso. Il documento prevede infatti la nascita di un autoritarismo globale nel quale saranno i cittadini stessi a consegnare ai governi i loro diritti fondamentali in nome di una presunta sicurezza.

    Si delinea quindi il totalitarismo perfetto annunciato da Aldous Huxley, nel quale il dissenso non c’è perchè sono le masse stesse a chiedere al tiranno di spogliarle dei loro diritti.

    I passi successivi: il microchip e il governo unico mondiale

    La fase successiva della simulazione prevede una sorta di schedatura digitale di tutti i cittadini.

    “nei Paesi più avanzati, questa elevata sorveglianza ha assunto molte forme: identità biometriche, ad esempio, per tutti i cittadini e regolazione più stringenti per le industrie più importanti.”

    Per identità biometrica si intende anche, tra l’altro, un tipo di tecnologia che permette l’uso di un microchip in grado di registrare tutte le informazioni dei cittadini.

    Questo microchip contiene tutti i dati personali di un individuo e si inserisce generalmente sotto la mano.

    Ma chi è che sta investendo su questo tipo di tecnologia? Proprio Rockefeller che 10 anni fa prevedeva lo scoppio di una pandemia.

    La famiglia americana infatti ha finanziato lo sviluppo di ID2020, una partnership pubblica/privata del quale si era parlato già in un’altra occasione.

    ID2020 prevede sostanzialmente che questi microchip vengano inseriti nel corpo di una persona che verrebbe di fatto inserita in un archivio digitale globale.

    Gli abitanti del pianeta sarebbero quindi tutti schedati e questo strumento consentirebbe alle autorità di tracciare in tempo reale tutti i loro movimenti.

    Alla fine l’emergenza pandemica si rivela quindi uno strumento per raggiungere un solo obbiettivo: il controllo totale della popolazione mondiale.

    Ma perchè le elite vogliono arrivare a questa sorta di totalitarismo globalista?

    La risposta va cercata nelle pagine successive del rapporto.

    I Rockefeller difatti prevedono il tramonto degli stati nazionali.

    “gli stati nazionali hanno perduto alcuni dei loro poteri e della loro importanza mentre l’architettura globale si è rafforzata e strutture di governo regionale sono emerse. Entità di supervisione internazionale come l’ONU hanno raggiunto nuovi livelli di autorità, così come sistemi regionali come l’ASEAN, la NEPAD, e la Banca di sviluppo asiatica.”

    In altre parole, questa è la visione geopolitica del globalismo nella quale gli stati nazionali vengono progressivamente sostituiti da queste entità sovranazionali eterodirette dalle élite internazionali.

    Ed è proprio il tipo di società che i Rockefeller sognano da generazioni. Nessuna dietrologia. Sono loro stessi a dirlo e a rivendicarlo nell’autobiografia ‘memorie’ di David Rockefeller.

    “alcuni credono che siamo parte di una congrega segreta che lavora contro gli interessi degli Stati Uniti, caratterizzando me e la mia famiglia come internazionalisti e cospirando con altri nel mondo per costruire una struttura economica e politica più integrata, un mondo unico, per così dire. Se quella è l’accusa, mi dichiaro colpevole e ne sono fiero.”

    Il globalismo è il quarto totalitarismo, più autoritario e più repressivo di tutti i suoi predecessori. Per poter costruire un governo unico mondiale, con un’unica economia e un’unica religione è necessario avere il controllo totale della popolazione mondiale.

    Questo sistema politico non può nascere senza la sorveglianza di massa. La cifra del globalismo è la repressione e il controllo perchè si propone di unificare sotto un unico governo sovranazionale popoli e culture opposti che entrerebbero necessariamente in conflitto.

    Ecco perchè le elite hanno bisogno della sorveglianza di massa e dell’eliminazione del dissenso.

    La violenza e la sopraffazione sono l’unico modo per raggiungere questo obbiettivo.

    Le elite avevano detto chiaramente dove volevano arrivare già molto tempo prima. Ma molti non ci hanno creduto o non hanno preso sul serio quanto dicevano.

    Probabilmente ora qualcuno inizia a capire che non c’era nessun complottismo. Era tutto vero e ora tutti lo stanno toccando con mano”

    https://lacrunadellago.net/2020/04/07/i-rockefeller-annunciarono-la-pandemia-e-il-governo-unico-mondiale/

    • atlas
      11 Aprile 2020

      mi pare chiaro che l’attuazione di cui sopra possa trovare sfogo solo dopo l’indebolimento di tutti da una guerra nucleare: mettere gli usa contro Russia e Cina

      • kaius
        11 Aprile 2020

        Devono volare teste.
        I malvagi vanno distrutti,polverizzati.
        ll ”dialogo” e’ una loro arma per schiavizzare la gente.
        Non si scende a compromessi con il male,gia’ questo sarebbe una vittoria per quest ultimo che si insidia come un cancro malevolo che passa quasi inosservato.
        Il male va distrutto in tutte le sue forme.

        • atlas
          11 Aprile 2020

          i Rothschild sono in collegamento diretto con satana

          ma c’è chi pensa a pappa lardo e ad alfa

  • Man
    11 Aprile 2020

    Problema, reazione, soluzione (finale alias Lager). Niente di nuovo sotto il Sole nero. Scuola a distanza: bella cosa. Niente edifici, presidi, insegnanti e risorse, d’altronde ce lo chiede Leuropa via Mes truccato con spolvero di fard da vecchia troiona. Tutti davanti ad un “muro maestro” per chi ha casa ancora per poco, in attesa di essere sfondata e portar via gli infetti casomai facendogli respirare aria non intubata d’alta quota, tipo su l’Atlantico cileno o argentino che dir si voglia, poi tutti per strada. E chi ha visto l’immagine del Ministro dell’Istruzione dorme tranquillo, infatti con quei caratteri mascellari (qualcuno ricordi la Garfagna-Guzzanti) da vecchia passeggiatrice sifilitica notturna #tuttoandrabne. Tracciabilità via telefonino, ancora? Già lo fanno, in attesa del Chip di Bill &Melinda Gates: “Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della Bestia o il numero che corrisponde al suo nome”.
    Coronavirus come l’Araba Felice: che esiste ciascun lo dice ma dove sia nessun lo sa. Il resto è Propaganda, casomai alla Mentana da ultimo censore in presa diretta: vero Meloni&Salvini, una razza una faccia?

  • La soluzione
    11 Aprile 2020

    I milioni di civili uccisi nelle loro guerre di merda non gli toglie il sonno??? Grandi uomini ma di merda.

  • eusebio
    12 Aprile 2020

    Trump fa pena poveraccio, ha il record di casi e morti in casa, ormai le catastrofiche condizioni sociali, economiche e sanitarie della popolazione USA stanno venendo alla luce, mossi dalla disperazione del collasso del loro settore petrolifero e dal crollo della domanda estera di dollari, sotto forma di moneta e titoli di debito, hanno sperato come al solito in un cambio di regime in Venezuela per fregarsi le risorse dei più deboli ma stavolta si sono trovati contro uno molto più grosso di loro che mena e squittiscono di paura, mentre le loro portaerei arrugginite non fanno più paura a nessuno e le loro guarnigioni vengono via via fatte rientrare per abbattere i costi e salvarle dagli attacchi delle popolazioni sotto occupazione inferocite.
    Speriamo che presto se ne vadano pure dall’Italia.

Inserisci un Commento

*

code