"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Trento: “Assumete profughi, non italiani”. La coop fa pressioni sugli imprenditori

Trento, 14 set – Non assumete italiani, preferite i profughi. Il messaggio agli imprenditori della Valsugana è arrivato forte e chiaro da parte di una coop che l’accoglienza dei migranti per conto della provincia autonoma di Trento. La Cinformi, infatti, secondo quanto riporta La Voce del Trentino che riferisce la testimonianza di un imprenditore a cui è toccata la pressione della cooperativa, contatta direttamente le aziende locali per fare in modo che inseriscano i loro profughi insistendo perché abbiano la precedenza sugli italiani.

L’offerta che la coop fa agli imprenditori è allettante, una di quelle che quando viene proposta a lavoratori italiani spesso costringe il candidato a rifiutare perché non permette il sostentamento: uno stage gratuito per il primo mese e poi 400 euro al mese. Tutte le spese burocratiche sono a carico della cooperativa. Il datore di lavoro deve solo quindi formalizzare il contratto all’immigrato. Ma se l’imprenditore obietta che in questo modo vengono penalizzati quanti si affannano per trovare un lavoro la solerte cooperativa taglia corto e dice “la ricontatteremo”. Poi il nulla.

Se una persona deve pagare affitto, bollette e le altre spese varie, con 400 euro mensili è impossibile arrivare a fine mese. Diverso è il caso se la proposta viene fatta a chi di spese non ne ha, né di vitto né di alloggio, come è il caso dei profughi accolti dalle varie cooperative, che ricevono soldi pubblici per il mantenimento di queste “risorse”. Inoltre le ore che la cooperativa chiede vengano lavorate sono 40 alla settimana, cioè un tempo pieno a tutti gli effetti. E dopo sei mesi il contratto di lavoro dovrà diventare a tempo indeterminato.

Una prassi, quella della Cinformi, che è finita al centro di una interrogazione da parte di un consigliere provinciale, Claudio Civettini di “Civica Trentina”, che ha chiesto alla giunta trentina di sinistra di fare chiarezza, avanzando l’ipotesi di sistemi contributivi facilitati per quanto riguarda l’assunzione a qualsiasi titolo di profughi o presunti tali.

Anna Pedri

Fonte: Il Primato Nazionale

Nota:  Se qualcuno nutriva ancora dei dubbi circa l’importante funzione delle migrazioni di massa nel fornire mano d’opera di riserva a basso costo per le grandi imprese e per le varie mafie, queste notizie confermano quanto da molto tempo andiamo sostenendo. Questo spiega in parte i grandi interessi che sono dietro le centrali che sospingono e promuovono le masse dei migranti verso l’Italia.

*

code

  1. Fabrice McFab 3 mesi fa

    UNA VERGOGNA INAUDITA!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. giannetto 3 mesi fa

    Tra le altre motivazioni della clandestinità c’è pure quella dell’armata industriale di riserva. Come no?
    Chissà mai che arrivi nel paese di Pulcinella un “jour de gloire” stile Bastiglia, prima che nelle piazze di Giulietta&Romeo circolino più butungu che italiotelli. Dopo saremmo anche inferiori di numero, e il discorso è chiuso.
    – Non è che le Bastiglie mi siano di per sé simpatiche…ma quando arriverà il Giorno della Mattana non si guarderà in faccia a nessuno, e tanto meno ai piddioti (*). Ci andrà di mezzo anche il padroncino che ha assunto l’Hutsi perché gli costava un quinto del bòcia di Cavalese. Per carità… sto padroncino era una bravissima persona, ma…. è arrivato il giorno della mattana anche per lui…che si trovava dalla parte sbagliata…..cazzo! …. Gli scherzi del destino!
    – Tranquilli! il Giorno della Mattana non arriverà mai. Siamo, in lungo e in largo, il popolùcolo italiotùcolo.- Queste mie divagazioni son solo un divertissement.
    L’autoctono di Cavalese vivrà di stenti, con famiglia, mentre l’Hutu arrostirà selvaggina sul balcone del condominio, voterà PD e pagherà una quota del suo minuscolo salario per goder di protezione mafiosa grazie a una tessera di partito. Les jeux sono faits!

    (*) (dai loro boiardi giù giù fino alle umili ancelle che gli han leccato il culo, nel palazzo di Ulisse. Tutte
    son finite appese alle travi del soffitto. Eppure erano povere fighette che si cercavano un “po’ di sole!”…. poaréte…!)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dolphin 3 mesi fa

      adesso si delinea meglio il compito di Eurogendfor, quello di sedare rivolte, prima o poi entreranno in azione. li abbiamo lasciati fare e questi sono i risultati, l’immigrazione andava stroncata sul nascere senza se e senza ma, forse siamo ancora in tempo, ma ci costerà molto più caro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Anonimo 3 mesi fa

      Sarebbe interessante leggere la motivazione che a spinto quel lettore a votare il “non mi piace”… Un piddiota?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Dario 3 mesi fa

    Questi qui sanno che possono fare qualsiasi cosa. Noi italiani non siamo più un popolo (se mai lo siamo stati), ma semplici individui.
    Ognuno pensa ai fatti suoi e vive nutrendo invidia verso gli altri. In giro c’è solo cattiveria ed egoismo.
    Credo che abbiamo davanti a noi non più di 3 anni di tempo per cercare di contrastare la disgrazia che si è abbattuta su questo paese, dopo di chè potremmo anche scrivere un grandissimo GAME OVER, nulla sarà come ricordiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Anonimo 3 mesi fa

      Da incorniciare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nicholas 3 mesi fa

    Strano, il Trentino che ha sempre odiato Roma e Sud d’Italia; adesso, cambia rotta e va verso i profughi. Mah!!!!
    Di fronte al denaro non c’e’ ideologia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. jack 3 mesi fa

    Per questi qua, c’è un lavoro per 400 euro al mese almeno?..Poveri bancari, come mi dispiace!

    http://www.imolaoggi.it/2017/09/14/banca-carige-chiude-121-filiali-e-taglia-1000-dipendenti/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fabrice McFab 3 mesi fa

    L’effetto contrario moooolto più favorevole per la popolazione autoctona, eccolo arriva!!

    “USA: la scarsità di lavoratori illegali fa aumentare i salari nell’edilizia”

    http://vocidallestero.it/2017/09/10/usa-la-scarsita-di-lavoratori-illegali-fa-aumentare-i-salari-nelledilizia/

    Saluti.

    Fabrice

    1PS la scoperta dell’acqua calda ossia il gioco della domanda e dell’offerta nei vari settori lavorativi!!

    2PS avevo scritto altre considerazioni ma dopo l’invio il sistema non ha preso il commento, non mi va di riscreverle perchè non le ho salvate, magari le rifaccio una prossima volta, si vedrà!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Mario Rossi 3 mesi fa

    si c’è solo un problema!!!!!!!! che cosa sanno fare questi immigrati??? Perchè se ce ne fosse qualcuno bravo per 400 euro al mese lo assumo io. Non mi faccio più scrupoli è ora di farsi ognuno i cazzi propri e chi campa campa e chi crepa crepa. senza pietà!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Maria 3 mesi fa

    Guerra tra poveri per distrarci da privilegi parlamentari europei e ingoiare la globalizzazione con euro ed Europa noi abbocchiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. PieroValleregia 3 mesi fa

    … tutto ciò è molto bello, misericordioso, democratico, pluralista, antifa, decisamente chic, radical chic …
    viviamo in un perenne 8 settembre che, qualcuno (l’ex ministro Burlando pci/pds/ds/pd) voleva farne Festa Nazionale e quindi
    tutto torna …
    saluti
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Werner 3 mesi fa

    La speranza è che gli imprenditori trentini rifiutino la proposta della cooperativa che lucra con i pseudoprofughi. Almeno, fossi uno di loro rifiuterei per una questione di principio e di onore personale, perché se accettassi mi procurerei l’odio dei miei conterranei e mi renderei complice di un atto di discriminazione ai loro danni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giannetto 3 mesi fa

      Mi ricordo di un padroncino leghista (anni ’90). Già assumeva immigrati al posto di autoctoni, perché gli costavano molto meno. Eppure era ferocemente anti-immigrazionista. Al mio stupore rispondeva: “Certo che assumo l’immigrato! Se non lo faccio, lo fa il mio concorrente, e io chiudo baracca e burattini! … Ma se ci fosse una legge che funziona, e che rispedisce i clandestini a casa loro,
      .. una legge uguale per me e per i miei concorrenti… allora vedresti se non monto sulle barricate per rispedirli tutti a casa loro!” …
      Chiaro?
      Lezioni minime:
      1. con l’azione individuale non c’è altra speranza che di riuscire martire.
      2. Sono azioni collettive (cioè politiche, di partiti o almeno di movimenti d’opinione) che possono ingaggiare una resistenza.
      3.Ma perché nascano partiti o movimenti d’opinione è indispensabile il “brodetto di coltivo” generato da una certa sensibilità e fibrillazione sociale…. insomma, da una massa di gente sveglia e storicamente allenata all’abc della politica…. non quella di parrocchia, s’intende!)
      4. Le quali doti in Italia di fatto non esistono… o per indifferenza dell'”arrangiarsi ciascuno”, o per atavico menefreghismo civico-sociale, o perché nella testa italiota eternamente campeggia il “siam tutti fratelli” di parrocchiale memoria…. Costa poco, del resto!
      5. Sperare in qualche dignitosa persona che si comporti patriotticamente, è come sperare di sabotare Israele perché non si comperano i suoi prodotti ai supermercati. Ma non è detto, belli miei, che i soldi non vadano a Israele solo perché sulla confezione non c’è scritto “Made in Israel”. O dimenticate cosa sono le multinazionali? Sveglia!!
      – E poi andiamo… anche normalissimi borghesucci, bravissime persone, assoldano badanti, donne di pulizia, uomini di fatica extraeuropei per le loro necessità, per il semplice fatto che costano meno. O no? E le pagano in nero (almeno non tutti i mali vengono per nuocere)
      – Ma quando vi renderete conto, italiotelli, che le teste dei chiodi su cui battere sono quelle politiche dei nostri politici di merda? Quando vi renderete conto che non possiamo far la morale alla invalida novantenne perché assume una badante moldava? E neppure prendercela personalmente con una sfigata moldava, che cerca solo di vivere come meglio può. Quando vi renderete conto che contenendo (se avessimo la forza di mandare a quel tal paese gli attuali sgovernanti) le migrazioni in stretti limiti forse indispensabili, avremmo badanti bergamasche invece che moldave…. ovviamente pagate più dignitosamente, magari con il contributo, perché lavorino, di un sussidio sociale che adesso, invece, compare sotto la voce di sussidio di disoccupazione… perché non facciano un cazzo…. Un puro ciucciamento di tasse!
      ….E in culo il fasullo discorso dei “lavori che noi non vogliamo più fare”!— In realtà si sta già facendo di tutto e di più…. laureati in ingegneria che scaricano i camion ai supermercati ecc.
      – Il fatto è che quella forza vaffanculesca noi poveri italiotelli non ce l’abbiamo. Ci è sempre mancata ogni idea di cosa sia la politica, quella seria. E per paradosso abbiamo avuto Machiavelli, il più grande teoreta della politica. Vox clamantis in deserto.
      – Perciò chiagniamo d’esser governati male! Che poareti siamo!.. Eh sì, la colpa è sempre degli altri!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. dolphin 3 mesi fa

    bisogna conoscere i marchi e i prodotti distribuiti da questa coop e boicottarli, li vendessero ai loro assunti !! Gianni Agnelli che di commercio certo se ne indendeva e non come questi ladroni quà, disse che se voleva vendere le sue auto, doveva mettere i soldi in tasca agli italiani e incominciò a assumere nelle sue fabbriche, l’esatto contrario di questi, perciò andassero a vendere in africa i loro prodotti, non comprateli !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 3 mesi fa

      E dopo la febbre chimingaya (o come cacchio si chiama),i vari butungu,di chiara origine finnica,ecco che i piccolo borghesi padroni di coop tradiscono la loro stessa gente,convinti che il loro turno non debba arrivare mai.Qualcuno ricorda i bancari e la loro flemma quando licenziavano gli altri?Adesso tocca a loro. Se fossi un abitante di quelle zone non comprerei uno spillo prodotto da imprenditori che si servono di questi poveracci.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. piumina 3 mesi fa

    e certo che possono assumere extracomunitari a 400 euro al mese perchè tanto il resto glielo paghiamo noi con le nostre tasse!!!!!! vitto alloggio e servizi tutto gratis per questa gente che non ha nessun diritto di stare qua e qui pochi euro per giunta li mandano al loro paese

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. mauriz 3 mesi fa

    è ora di utlizzare la legge mancino contro chi discrimina gli italiani.DENUNCIATE!!!!!SVEGLIA!!!!NONCOSTANULLAAA!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace