Tre soldati israeliani uccisi in una azione dei gruppi di resistenza palestinesi vicino a Ramallah


Tre soldati delle forze di occupazione israeliane sono rimasti uccisi giovedì e un quarto è stato gravemente ferito in una sparatoria avvenuta a Silwad, zona di Ramallah, in Cisgiordania.

Il corrispondente di Al-Manar ha riferito che l’operazione a Silwad è stata effettuata da diversi attaccanti palestinesi che sono riusciti ad allontanarsi dalla scena dello scontro.

Poco dopo l’attacco, le forze di occupazione israeliane hanno isolato l’area e bloccato l’entrata settentrionale della città di Al-Bira insieme agli ingressi della città di Silwad, secondo quanto riportato dai media israeliani.

Il nostro corrispondente ha riferito che le forze di occupazione israeliane hanno preso d’assalto la città di Beitin a Ramallah mentre stavano effettuando la ricerca degli attaccanti.

I movimenti della resistenza palestinese sia di Hamas che del FPLP hanno salutato l’operazione come azione eroica, sottolineando l’efficienza della resistenza in Cisgiordania.

Le sparatorie e l’atacco di Silwad sono avvenute come ritorsione dopo che tre palestinesi sono stati martirizzati dall’esercito israeliano nella tarda notte di mercoledì e all’inizio di giovedì compresi gli aggressori di Barkan e Ofra.

Bambini palestinesi arrestati da truppe israeliane


Nota: L’azione dei gruppi palestinesi segna un cambio di tattica rispetto al passato e dimostra che le forze della resistenza palestinese si sono organizzate in commandos pronti ad attaccare in qualsiasi circostanza le truppe israeliane facendo leva sull’effetto sorpresa. Le forze di occupazione israeliane sono di fatto specializzate nella persecuzione della popolazione civile palestinese, nell’abbattimento delle case palestinesi mediante i bulldozer e nella repressione dei ragazzini palestinesi che tirano pietre contro i veicoli dell’esercito . Non si aspettano una resistenza armata da parte dei palestinesi e questo costituisce una sgradita sopresa per gli occupanti israeliani.

Fonte: Al Manar

Traduzione e nota: Luciano Lago

1 commento

  • atlas
    13 Dicembre 2018

    dovrei dispiacermi ?

    ( hamas sono nemici di Dio e della Palestina, con l’OLP da sempre )

Inserisci un Commento

*

code