Trapelato : il piano USA per un colpo di stato in Venezuela


Un piano dettagliato da “STATI UNITI COMANDO SUD” del “23 FEBBRAIO 2018” è stato pubblicato con il titolo “PIANO DI RINVIO DELLA DITTATURA VENEZUELANA” MASTERSTROKE “e ne presentiamo alcuni stralci.

Questo documento fu firmato personalmente dall’ammiraglio Kurt W. Tidd (nella foto sopra) , che era il Comandante (in capo), del SOUTHCOM , ed era quindi il più alto funzionario militare degli USA a occuparsi del Venezuela. Tuttavia questo era molto più di un semplice piano militare, era un piano completo – per dirigere le politiche militari, diplomatiche e di propaganda – riguardo al “rovesciamento” programmato dal governo venezuelano quale obiettivo finale. Da allora tale piano ha guidato l’intera operazione dell’Amministrazione USA, incluse “le capacità della guerra psicologica”, per quanto riguarda il Venezuela.


Il documento del SOUTHCOM:

“Incoraggiare l’insoddisfazione popolare aumentando la scarsità e l’aumento del prezzo degli alimenti, delle medicine e di altri beni essenziali per gli abitanti. Rendendo più strazianti e dolorose le scarsezza delle principali mercanzie di base. “…

Intensificare la sottocapitalizzazione del paese, la fuoriuscita di valuta estera e il deterioramento della sua base monetaria, determinando l’applicazione di nuove misure inflazionistiche. “…

Ostacolare completamente le importazioni e allo stesso tempo scoraggiare potenziali investitori stranieri al fine di rendere la situazione più critica per la popolazione. “…

Costringere il governo a cadere in errori che generano maggiore sfiducia e rifiuto a livello nazionale “…

Assediarlo, ridicolizzarlo e fingerlo come simbolo di goffaggine e incompetenza. Esporlo come un burattino di Cuba. “…

Fare appello agli alleati nazionali e ad altre persone inserite dall’estero nello scenario nazionale per generare proteste, disordini e insicurezza, saccheggi, furti, aggressioni e dirottamenti di navi e altri mezzi di trasporto, con l’intenzione di disertare questo paese in crisi attraverso tutte le zone di confine e in altri modi possibili, mettendo a rischio in tal modo la sicurezza nazionale delle nazioni di frontiera vicine.

Causare le vittime e indicare il governo quale responsabile per loro. Magnificare, di fronte al mondo, la crisi umanitaria in cui il Paese è stato sottomesso. “

Strutturare un piano per ottenere l’abbandono profuso dei professionisti più qualificati del paese, allo scopo di “lasciarlo senza professionisti”, il che aggraverà ancora di più la situazione interna e in questo modo attribuendo la colpa al governo “.

Assicurare la presenza di unità da combattimento degli Stati Uniti d’America e degli altri paesi, sotto il comando di uno Stato Maggiore Generale guidato dagli Stati Uniti “.
Il piano è stato pubblicato online sul sito di Voltairenet ed è stato copiato per la prima volta in un archivio web il 14 maggio 2018 . Quindi, è online da almeno quella data. (…….)
Questo documento profetico – la fonte di ciò che è accaduto in seguito in e in Venezuela – potrebbe quindi ricevere finalmente l’attenzione pubblica che merita chiaramente.

Il documento inizia con la propaganda contro il governo esistente del Venezuela (e ignora totalmente la misura in cui le preesistenti sanzioni economiche statunitensi contro il Venezuela hanno effettivamente causato questi problemi ), e procede quindi a presentare il piano statunitense per rovesciare la “dittatura”. (Tidd si riferisce a Maduro solo come “il dittatore”, tranne all’inizio e alla fine. (…….)
Sebbene Tidd abbia imputato il 100% della colpa dei problemi del Venezuela a Maduro e ignorato la misura cruciale in cui le sanzioni economiche degli Stati Uniti li hanno causati, il suo piano ha sottolineato che gli Stati Uniti devono rendere le cose ancora peggiori per il pubblico venezuelano di quanto non avessero ancora fatto le sanzioni economiche americane.

Il Piano USA per il Venezuela


Il suo piano di golpe è carico di tali affermazioni e, in effetti, si apre con una di queste:
“Incoraggiare l’insoddisfazione popolare aumentando la scarsità e l’aumento del prezzo degli alimenti, delle medicine e di altri beni essenziali per gli abitanti. Rendendo più strazianti e dolorose le scarsità delle principali merci di base “.
Quindi: non era ingenuo. La sofferenza indotta dall’America sui venezuelani faceva parte del suo piano per i venezuelani, al fine di convincerli a fare ciò che il regime degli Stati Uniti voleva che facessero – rovesciare Maduro
L’unica scusa che i perpetratori possono escogitare, questa volta, è “porre fine all’incubo venezuelano e al risveglio della loro amata nazione in un’alba luminosa, in cui predominano la visione di fortuna, la vera pace e la tranquillità. i loro concittadini. “
Impoverire la nazione, per aiutare i venezuelani a raggiungere “la vera pace e la tranquillità”. Questo è il pianoche Washington sta eseguendo dettagliatamente in Venezuela.

http://web.archive.org/web/20180514190031/https://www.voltairenet.org/article201100.html

Traduzione: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code