The Washington Post: La Russia contribuisce a rafforzare la difesa aerea iraniana

La misteriosa cooperazione militare iraniano-russa suscita timori negli Stati Uniti d’America e in “Israele”, alla luce dei preparativi per una risposta israeliana all’attacco di ritorsione iraniano contro il consolato iraniano a Damasco.
Il quotidiano americano “Washington Post” ha riferito che una delegazione iraniana ha visitato un’azienda russa produttrice di armi lo scorso marzo e, nel mezzo della visita, ha visitato una fabbrica che produce prodotti che Teheran desidera da tempo ottenere: avanzati sistemi di difesa aerea russi.

Il giornale, in un articolo dello scrittore Joby Warrick, pubblicato sulle pagine del sito del giornale, dal titolo “ Le armi russe aiutano l’Iran a rafforzare le sue difese contro gli attacchi aerei israeliani ”, indica che la fabbrica “NPP Start”, che si trova nel città di Ekaterinburg, è soggetta alle sanzioni americane.

Tra i suoi prodotti ci sono lanciatori mobili e altri componenti di batterie antiaeree, incluso il sistema russo S-400, che secondo gli analisti militari è in grado di “rilevare e distruggere gli aerei da combattimento stealth pilotati da Israele e dagli Stati Uniti”.
Se la visita abbia portato all’acquisto di uno di questi sistemi è “una questione sconosciuta”, ha riferito il giornale, “ma il viaggio simboleggia ciò che i funzionari dell’intelligence descrivono come una profonda partnership strategica tra Mosca e Teheran negli ultimi due anni, un’alleanza che potrebbe emergere come un fattore importante mentre… “I leader israeliani stanno valutando possibili attacchi militari”.

Il Washington Post afferma che dopo che “l’Iran ha aperto un nuovo e pericoloso capitolo nelle sue relazioni con la Russia, accettando nel 2022 di fornire migliaia di droni e missili sul campo di battaglia per aiutare Mosca nella sua guerra contro l’Ucraina”, la Russia si è impegnata a “fornire la sua assistenza ed allearsi con i droni”. Tecnologia avanzata di caccia e difesa aerea sono i settori in cui si sviluppa la collaborazione.

Il giornale aggiunge, citando funzionari ed esperti: “Non si sa quanti sistemi siano stati forniti e dispiegati, ma la tecnologia russa potrebbe trasformare l’Iran in un avversario molto più forte, con una maggiore capacità di abbattere aerei e missili”.
Funzionari dell’intelligence hanno spiegato al giornale americano che la Russia “sta offrendo accordi negoziati segretamente per fornire all’Iran aerei Su-35”.

“La Russia si è anche impegnata a fornire assistenza tecnica ai satelliti spia iraniani, nonché a contribuire alla costruzione di missili per mandare più satelliti nello spazio”, hanno detto i funzionari.

Il Washington Post conclude dicendo: “Anche se i sistemi russi come l’S-400 non fossero effettivamente venduti all’Iran e schierati lì, lo scambio di informazioni di progettazione e di competenze tecnologiche potrebbe tranquillamente migliorare le capacità dell’Iran senza sollevare allarmi in Occidente”.

Fonte: Al Mayadeen

Tradzione: Fadi Haddad

7 commenti su “The Washington Post: La Russia contribuisce a rafforzare la difesa aerea iraniana

  1. I Tre Imperi mutuamente perfezionano tutti i sistemi d’arma, e addestrano le FF. AA. dell’EST.
    Per es. In Siria assieme alle FF. AA. Siriane e Russe hanno combattuto Palestinesi, Afghani, pure i Cinesi ! – mi sembra che erano nel settore di intelligence – Iracheni, Libanesi ……….. Hanno avuto l’addestramento migliore, quello in guerra ! Hanno sperimentato nuove armi. In Siria qualche anno fa, i Russi hanno utilizzato dei ROBOT terrestri i “Terminator” Ha ha ha ha ha !!!!!!!……….. piccoli carri armati telecomandati che si avvicinavano ai ratti filo-occidentali e li tempestavo di missili e colpi di mitragliatrice, ecc. . All’EST sono alla fantascienza, all’ovest sono arretrati, antiquati.

  2. Come riporta molto bene l’ articolo la cooperazione tra le due potenze e’ molto stretta. L’ Iran ha stretto contratti d’ ogni tipo per forniture militari, tra le più avanzate a disposizione di Mosca. La mia sensazione e’ che le loro sopportazione al limite, hanno sopportato anni di soprusi e violenze. Ora sono pronti a tutto e preparati, non come i macellai ebrei che devastano tutto in preda all’ ira. No la Nato non ha alternative possibili se non cercare d’ evitare un conflitto mondiale suicida e sanguinoso. Se, ipoteticamente, hanno ancora del sale in zucca.

  3. La Grande Guerra Patriottica ……….. Russia Cina Iran e Brics + ……………. inDifesa dei Diritti dei Popoli Liberi contro le Rapine delle Famiglie Rocfy Rotshy Imperialiste

  4. Che cosa s’aspettavano gli anglosionisti che i russi stessero a guardare e lasciassero i loro alleati a combattere contro gli anglosionisti senza aiutarli considerando che proprio oggi il presidente armeno ha messo in genuflessione il suo popolo sottometendosi agli occidentaloidi in cambio di poche armi e “assistenti” che prenderanno misure di sicurezza…………
    in favore del paese.
    DASVIDANIA TOVARICH
    SLAVA RUSSIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM