The Telegraph : la disponibilità verso la Russia può portare l’Italia all’isolamento all’interno dell’UE

L’Italia ha scelto un percorso di collisione con l’Europa, dopo aver avvertito che il paese è pronto a imporre un veto sulla ripresa delle sanzioni anti-russe da parte dell’Unione Europea (UE), riporta Daily Telegraph.

Stiamo parlando di una possibile estensione delle sanzioni contro la Russia, introdotte nel 2014 in relazione alla situazione in Ucraina. Le sanzioni comprendono restrizioni finanziarie, congelamento di beni di privati, un embargo sull’esportazione di armi. Il loro periodo di validità scade a gennaio, scrive il quotidiano.

Durante una sua visita a Mosca, Matteo Salvini, il vice primo ministro italiano , ha sostenuto che Roma potrebbe bloccare il rinnovo delle sanzioni che sono state istituite dal 2014 quando la Russia ha annesso la Crimea.

Il vice primo ministro italiano Matteo Salvini in particolare ha definito le sanzioni contro la Russia “follia economica, sociale e culturale” e “assurdità”, che costano alle imprese italiane “miliardi di euro”, dice il materiale.

“Ci aspettiamo che siano abbastanza intelligenti a Bruxelles per capire che hanno oltrepassato tutti i confini e che hanno bisogno di tornare al ristabilimento delle relazioni tra UE, Italia e Russia”, ha detto Salvini.

Il quotidiano spiega che l’Italia si è a lungo opposta alle sanzioni anti-russe, sostenendo che ciò è un danno per l’economia italiana. Salvini, che il quotidiano definisce pro-Mosca, ha anche affermato che centinaia di milioni di cittadini e piccole e medie imprese in Italia hanno pagato un prezzo alto per le sanzioni.

Salvini in Russia con due bellezze locali

Inoltre, commentando le esercitazioni della NATO alle frontiere vicine alla Russia, ha aggiunto che è necessario risolvere i problemi del 2018 a tavola e non con i carri armati alle frontiere.

Sottolineando il suo affetto per la Russia del presidente Putin, Salvini ha detto: “Mi sento a casa in Russia in un modo che non conosco in altri paesi europei”.

In precedenza, Salvini ha anche affermato che la sua coalizione “non ha paura” di usare il potere di veto a Bruxelles per dirigere l’UE verso l’abolizione delle sanzioni contro la Russia.

Il primo ministro italiano Giuseppe Conte, che arriverà a Mosca la settimana prossima, ha anche criticato le sanzioni dell’UE contro la Russia, aggiunge il Daily Telegraph .

Va notato che la “linea morbida” dell’Italia in relazione alla Russia rischia di lasciare il Governo Italiano isolato all’interno dell’UE, dove il Regno Unito e altri paesi insistono nell’imporre sanzioni contro Mosca. Un tentativo dell’Italia di indebolire le sanzioni europee rischia di far fronte all’opposizione di Londra e di un certo numero di paesi dell’Europa orientale che vogliono aumentare la pressione sulla Russia, ha scritto il giornale.

Sicuro tuttavia che in sede di riunione dei membri della UE si potranno avere delle sorprese, visto che ci sono altri paesi che hanno espresso posizioni simili ma mormorate a mezza bocca per non incorrere nelle sanzioni dell’Amministrazione USA.

The Telegraph         Gazeta.ru

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

15 Commenti

  • Monk
    18 ottobre 2018

    Vadano al diavolo questi mafiosi schifosi europei, che ce ne fotte del loro ‘isolamento’? Ci portino alla fame, facciano cosa vogliono e poi vedremo se il popolo rincoglionito avrà la forza intellettuale di ribellarsi alla faccia delle lobotomie dei mainstream. Tutti alla malora dobbiamo andare per rimescolare le carte ma basta con i ricatti di schifosi individui che inventano di tutto per sottometterci, comprese armi chimiche usate dai russi per fare fuori pseudo dissidenti in terra inglese. Vogliono veramente il nostro deretano! Avete rotto i coglioni!

  • nicholas
    18 ottobre 2018

    Salvini vuole irritare gli Usa e gli Inglesi.I quali appoggiano questo governo…..

  • The roman
    18 ottobre 2018

    Speriamo che altri in europa seguano l’esempio di Salvini. Io ho dei dubbi. Gli italiani sono considerati inferiori dai tedeschi , dagli inglesi e dai nordeuropei in generale. Gli spagnoli ci invidiano e i francesi ci cooptano per le nostre qualita’ migliori e ci schifano per il resto. Solo i poveri greci ci considerano fratelli , nonostante la vile aggressione subita nell’ultima guerra. “Italiani e greci una faccia, una razza”, quante volte ho sentito queste parole, ma noi italiani , parvenu dell’europa dei grandi , non sappiamo distinguere . Vittorio Emanuele , re codardo ma non scemo , psrlava cosi’ dei tedeschi :” Finche’ avranno bisogno di noi saranno gentili, quando non gli serviremo piu’ si riveleranno per quei mascalzoni che sono”. La nostra clasde dirigente , anche quella fascista, e’ sempre inadeguata, e’ un tratto del nostro popolo . HIndenburg, presidente della prima Germania hitleriana disse di noi : “neanche Mussolini , riuscira’ a fsre degli italiani nient’altro che degli italiani”. Detto tutto cio’ , credo che bisogna essere realisti, l’Italia non ha la forza per avere tanti nemici , non ha il popolo adatto agli scontri duri e non ha i capi in grado di affrontare le difficolta’ di una navigazione in acque ostili. Conviene giocare di rimessa , come fa il saggio Orban , piuttosto che giocare a fare Robespierre come fa Salvini. Nessuno in europa seguirebbe un capo italiano.

  • Idea3online
    19 ottobre 2018

    Berlusconi provò nel passato con Putin e Gheddafi, e non riuscì…..Salvini è portavoce di una classe elitaria italiana….probabilmente in Italia è in corso uno scontro tra Muratori al servizio del Maestro che risiede negli USA, contro Muratori al servizio del Maestro con sede in Russia. La nuova serie di Peppino e Peppone…..l’Italia e la Grecia sono imprevedibili, tutto è iniziato con la Grecia e l’Italia(Dominio dell’Occidente), e del suo declino saranno le responsabili alleandosi alla Russia?…..Seguiamo la Storia dei prossimi anni.

    • atlas
      19 ottobre 2018

      la famosa lotta greco-romana …

  • Max Tuanton
    19 ottobre 2018

    Visto che sono tornato se non mi si censura vorrei far presente all The Roman che l’italia e’ vista con ammirazione da tutti e quando dico tutti intendo sopratutto dagli anglosassoni .
    L’italia all’estero e’ cool per storia cultura cibo ecc ,a fare gli avvelenatori di mente e spirito e’ un giochino da ebrei. Detto CIO tirar fuori come modelli da seguire orban e Putin e’un altr
    a maniera di trovare degli alibi per non risolvere trovare direttamente da noi Tra noi Italiani soluzioni migliori, salvini rappresenta CIO che in ambito e attivita’ da succio si chiama lube nient’altro che lube
    Per gonzi infoiati ,per sistemare l’italia ci vogliono I fascisti quelli veri e su 60 milioni e’ matematico che ci siano basta solo dar loro I Boccioni di olio di ricino e una camicia nera ,o mi sbaglio ?PS Non rispondo al musulmano o finto tale peggio che l’orchite

    • atlas
      19 ottobre 2018

      oh, ma guarda, ci mancavi…cmq italiano sarai tu, personaggio inventato come la lingua italiana, la nazione (?) italiana e il popolo italiano. The roman lo apprezzo, ma gli rispondo lo stesso: Benito Mussolini, GRANDE UOMO, è morto. E il Fascismo distrutto, anche se l’idea non morirà mai nell’anima mia. Ma oggi l’unica riforma primaria da fare è: restituire alle Due Sicilie lo Stato del 1861, con o senza Casa Reale Borbonica, mi possono dare tutte le cittadinanze italiane sui documenti, ma la mia Nazionalità nel cuore sarà sempre Duosiciliana e siamo sempre di più a pensarla così. Non abbiamo mai iniziato noi e bene fece la lega a cominciare nel 1987 raggiungendo il successo che fu nel 1991. Roma lo accettò ? Accettò quella sua costituzione in movimento che, guardando solo a determinate regioni indirettamente continuava a discriminare le altre ? Sempre meglio, io il cittadino di seconda classe non lo faccio. E le esigenze che ci sono a Napoli e Palermo non sono le stesse che vi sono a Torino e Milano. Secondo la CGIA il Piemonte in termini di crescita è al livello della Germania, le Due Sicilie a quello della Grecia. Ha senso restare insieme quando razzialisticamente e in realtà socio-culturali siamo così diversi e mai stati veramente uniti se non con il Governo Fascista ? Io credo il nostro problema sia diverso da quello Palestinese: lì UN Popolo (quello Palestinese), UNO Stato, quello della Palestina. Qui 2 Popoli per 2 Stati credo sia la prima cosa da fare per stare meglio tutti. CON ORDINE, non un casino inconcludente come ora dove gli antifascisti, per lo più piemontesi, ci hanno reso colonia di giudei e usa. Potete mettere tutti i ‘non mi piace’ che volete quando scrivo di questo argomento, ME NE FREGO.

      • Silvia
        20 ottobre 2018

        Bene. Quando farete un bel referendum per la secessione delle 2 Sicilie fatemelo sapere che vengo giu’ a votare a favore anch’io.

        • atlas
          20 ottobre 2018

          non siamo né secessionisti, né indipendentisti, né separatisti. Siamo abrogazionisti (abrogare un errore e un’ingiustizia fatta nel 1861 con la violenza, la guerra, le rapine e le stragi del nostro Popolo ai danni delle Due Sicilie, la nostra Nazione occupata ancora oggi dai piemontesi). Anzi, abortisti, uso un termine che riguarda le donne. Infatti l’italia così com’è non è altro che una puttana nata da un non aborto che si prostituisce in tutti bordelli internazionali a mezzo della democrazia liberale e i clienti con più denaro, i giudei, le richiedono prestazioni particolarmente costose (il nostro culo). Ma le cose stanno cambiando, tanti sin da fine anni ’80 hanno compreso anche in Piemonte che l’Europa delle Nazioni, sconfitto il marxismo, non può essere altro che Sociale e Nazional Popolare con l’importanza dei vincoli razziali, di lingua e del territorio di ogni Stato. Referendum ? Sai cosa me ne frega della democrazia. Il nostro regno (dei primati
          1231 La Scuola Medica Salernitana, prima università di medicina in Occidente
          1000 circa Trotula de Ruggiero, prima donna medico della storia
          1300-1400 Nascita delle prime banche
          1522 L’ospedale degli Incurabili, primo ospedale moderno al mondo
          1630-1650 Francesco Fontana è il primo a disegnare Marte e coglierne la rotazione
          1737 Costruzione San Carlo di Napoli, il più antico teatro d’Opera al mondo ancora operante
          1751 Primo esempio di Welfare State, il Real Albergo dei Poveri
          1754 Prima cattedra di Economia al mondo
          1762 Cimitero delle 366 fosse. Primo cimitero per i poveri
          1770-1771 Reali ferriere ed Officine di Mongiana
          1781 Primo Codice Marittimo al mondo, il Codice De Jorio
          1783 Prima fabbrica di navi in Italia, Cantiere di Castellammare di Stabia
          1783 Primo regolamento antisismico d’Europa
          1789 Il sogno di San Leucio: Ferdinandopoli
          1801 Il primo Museo mineralogico d’Italia
          1813 Il primo ospedale psichiatrico d’Italia
          1818 Primo piroscafo del Mediterraneo, il “Ferdinando I”
          1819 Primo osservatorio astronomico italiano a Capodimonte
          1832 Primo ponte sospeso, il ponte sul Garigliano
          1839 Prima ferrovia d’Italia, la Napoli-Portici
          1839 Prima illuminazione a gas in una città città italiana, terza dopo Parigi e Londra
          1840 Prima fabbrica di locomotive d’Italia, Pietrarsa
          1841 Primo centro vulcanologico del mondo
          1851 Prima lavatrice
          1853 Prima nave a vapore d’Italia, la “Sicilia”
          1860 Napoli. Prima città d’Italia per numero di Teatri
          1872 Napoli. Stazione Zoologica Dohrn, l’acquario più antico d’Europa
          1888 L’Orientale fu la prima università di lingue in Europa
          1892 Il Mattino e il primato di Napoli anche nel giornalismo, prenditi un po’ di tempo a leggere delle verità storiche da sempre occultate http://www.vesuviolive.it/cultura-napoletana/storia/7368-tutti-i-primati-napoli-regno-delle-sicilie/) era l’unico rimasto in Europa a non avere una costituzione liberale e scevro da massonerie in quanto i Sovrani Borbone erano ferventi cristiani cattolici; per questo fu aggredito da piemontesi, inglesi e da tutte le potenze occidentali, Garibaldi non fu altro che un sipario oltreché massone, filibustiere, mercenario e ladro di cavalli. Solo la Russia ci stette sempre vicina e la Russia oggi è impegnata a ridare sovranità agli stati. Sai quanti movimenti indipendentisti ci sono oggi nelle Due Sicilie ? Tanti, ma ognuno con la sua politica, senza molto orientamento. Stiamo cercando di convogliarli nei Comitati Popolari Duo Siciliani. Se ci riusciremo è solo perché Dio lo ha voluto e la nostra arma sarà lo sciopero generale ad oltranza. Anche questo riuscirà veramente solo se saremo uniti e compatti nella rivendicazione se no, questa entità ‘italiana’ tenetevela pure, io galera non ne faccio più per nessuno, c’è un’anima dentro di me che mi chiede di farla felice e io gli ubbidirò.

  • Bruno Bianchi
    19 ottobre 2018

    La posizione dell’UE mi ricorda un amico che rientrava a casa sempre molto tardi; una sera la moglie lo chiuse fuori, lui andò alla cabina telefonica (allora non c’erano i cellulari) e le disse: ti faccio notare che sei tu chiusa dentro, non io fuori

  • Mario Rossi
    19 ottobre 2018

    Ma l’inghilterra non è fuori dalla UE? Cosa vogliono ancora dai paesi ue sulle sanzioni alla russia? se gli piacciono tanto le sanzioni alla russia se le facciano loro

  • songanddanceman
    19 ottobre 2018

    “”I mercati insegneranno agli italiani come si vota “”(cit. Oettinger)

    Non è “l’Italia ” che vogliono isolare ma
    il governo attuale che non piace a lor signori .
    ( per Loro andrebbe benissimo , ad es. , un governo PD-Cottarelli )
    L’Italia ( leggi il governo) è stata già isolata dal 4 Marzo,
    ormai non c’è più niente da isolare ( vedi: FMI,
    BCE, Comm.EUROpea, ag. di rating , mass-media , TV/radio,
    perfino il pres.Tajani ed il pres. Mattarella )

    • Monk
      19 ottobre 2018

      Il vero dramma che Oettinger alla lunga avrà ragione con un popolo pronto a scannarsi per le frivolezze e incapace di ribaltare la gogna che li sta portando alla distruzione.

    • atlas
      20 ottobre 2018

      song, sinceramente non capisco cosa vi aspettate di buono da Tayani … v’incanta il suo fascino e la sua dialettica ? Come Berlusconi ?

  • Sergio Martella
    19 ottobre 2018

    Perché?, la Germania non ha forse un asse strategico di interscambio con la Russia?

Inserisci un Commento

*

code