The Guardian: I coloni israeliani vengono informati della posizione dei camion degli aiuti per attaccarli

di Ahmed Asmar

Il quotidiano britannico cita un membro di uno dei principali gruppi di coloni responsabili degli attacchi, che avrebbe affermato di aver ricevuto informazioni sulla posizione dei camion degli aiuti da membri della polizia e dell’esercito israeliani.

Il personale di sicurezza israeliano passa informazioni agli estremisti e ai coloni israeliani sulla posizione dei camion degli aiuti umanitari destinati alla Striscia di Gaza devastata dalla guerra, consentendo loro di bloccare e vandalizzare i convogli, ha detto il Guardian in un articolo esclusivo pubblicato martedì.

Nelle ultime settimane, i coloni israeliani hanno attaccato e vandalizzato dozzine di camion di aiuti umanitari in viaggio dalla Cisgiordania alla Striscia di Gaza.

Israele ha imposto un blocco paralizzante all’enclave dallo scorso ottobre, quando ha lanciato una guerra contro Hamas dopo un’incursione oltre confine da parte del movimento di resistenza palestinese che, secondo quanto riferito, è costata la vita a 1.200 israeliani.

Le operazioni militari durate più di sette mesi hanno ucciso più di 35.000 palestinesi, causato sfollamenti interni forzati, creato condizioni di carestia e ridotto l’enclave in macerie. La guerra ha portato anche a procedimenti giudiziari contro Israele presso la Corte internazionale di giustizia dell’Aia per il crimine di genocidio.

Il quotidiano britannico cita un membro di uno dei principali gruppi di coloni responsabili degli attacchi, che avrebbe affermato di aver ricevuto informazioni sulla posizione dei camion degli aiuti da membri della polizia e dell’esercito israeliani.

Secondo il giornale, l’accusa di collusione da parte delle forze di sicurezza è supportata dai messaggi dei gruppi di chat interni esaminati, nonché dai resoconti di numerosi testimoni e attivisti.

I coloni affermano che gli aiuti vengono dirottati verso Hamas, ma queste accuse sono state respinte dalle organizzazioni umanitarie.

” Sì, alcune delle nostre informazioni provengono da singoli membri delle forze israeliane “, ha detto al Guardian Rachel Touitou, portavoce del gruppo Tzav 9, coinvolto negli attacchi ai camion degli aiuti.

Prendendo le distanze dai recenti attacchi incendiari ai camion degli aiuti, ha ammesso che il gruppo stava bloccando i camion degli aiuti per impedire che i rifornimenti raggiungessero Hamas.

Il giornale ha parlato anche con gli autisti dei camion palestinesi che trasportavano aiuti a Gaza, che hanno descritto gli attacchi come ” scene barbare “.

“ I coloni stanno collaborando pienamente con l’esercito. Siamo scioccati e sorpresi che l’esercito non ci abbia fornito alcuna protezione. Anche se lei era presente e osservava ciò che stava accadendo. L’esercito era al servizio dei coloni ”, ha detto Yazid al-Zoubi, 26 anni, un camionista palestinese che è stato attaccato dai manifestanti la settimana scorsa al checkpoint di Tarqumiya.

Un’attivista israeliana per i diritti umani è stata picchiata dai coloni mentre cercava di documentare gli attacchi ai camion degli aiuti umanitari senza l’intervento delle forze di sicurezza israeliane. Sapir Sluzker Amran ha detto che i coloni che attaccano i camion degli aiuti sono armati di pistole e coltelli.

Fonte: Agenzia Anadolu

Traduzione: Gerard Trousson

3 commenti su “The Guardian: I coloni israeliani vengono informati della posizione dei camion degli aiuti per attaccarli

  1. Se i coloni israeliani si sono ridotti così male, vuol proprio dire che stanno perdendo. Se la prendono con gli innocenti, invece di prendersela con il loro esercito di incapaci. Mi ricordo che nella Guerra del 1967, apparentemente stravinta dall’Israele, le truppe le comandava il “leggendario” Moshe Dayan. Nella Guerra del 1973 le cose andarono piuttosto male e se la presero con lo stesso Dayan ……… ne deduco che sono molto volubili i coloni.

  2. Affamare, oltre che bombardare, un popolo civile praticamente inerme per poi colpirne i sopravvissuti che tentano solo di nutrirsi è quanto di più codardo ed infame si possa compiere. Bestie sataniche e genocide.

  3. L’esercito sionista non protegge certo i camion con gli aiuti, bensi protegge gli infami coloni che li assaltano ! Non ci sono parole !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM